Cura per la sclerosi multipla: farmaci e cure alternative.

Attualmente non esistono terapie per la cura della sclerosi multipla ed i rimedi servono soltanto a ridurre la sintomatologia e controllarne la progressione. La terapia di elezione per la malattia è di tipo farmacologico: vengono utilizzati un mix di farmaci corticosteroidi, immunomodulatori e antispastici a cui possono affiancarsi anche farmaci sperimentali. Accanto alla terapia farmacologica, vi sono le terapie complementari che prevedono la somministrazione di antiossidanti o di cannabinoidi, e le terapie alternative quali agopuntura e yoga.

Cura per la sclerosi multipla: farmaci e cure alternative

    Indice Articolo:

  1. Si può curare?
  2. Farmaci
  3. Terapie alternative
  4. Nuove cure

Curare la sclerosi multipla è possibile?

Attualmente, non esistono cure per la sclerosi multipla. Le terapie che vi sono servono a controllare l'intensità e la progressione della sintomatologia, con lo scopo di garantire al paziente una migliore qualità di vita. Tra le terapie attualmente utilizzate vi sono:

  • Farmaci, quali corticosteroidi per il controllo dell'infiammazione, immunomodulatori per ridurre gli effetti del sistema immunitario, antispastici per ridurre le contrazioni muscolari.
  • Terapie complementari quali antiossidanti, vitamina D e cannabinoidi, che migliorerebbero la sintomatologia e l'azione dei farmaci.
  • Terapie alternative quali agopuntura, yoga e particolari regimi dietetici, che aiuterebbero a migliorare la sintomatologia in generale.
  • Terapie sperimentali, ovvero terapie, prevalentemente farmacologiche, su cui non vi è ancora un'evidenza scientifica chiara riguardo i risultati ottenuti.

La scelta della terapia viene fatta dal medico in accordo con il paziente, il quale viene informato sia del tipo di terapia che intraprenderà, sia della sua durata, sia dei potenziali effetti collaterali che potrebbero manifestarsi.

Sclerosi multipla: caratteristiche.

La sclerosi multipla è una patologia degenerativa su base autoimmune che colpisce la guaina di rivestimento delle fibre nervose chiamata mielina. Il processo infiammatorio che deriva dall’attacco degli autoanticorpi determina la progressiva distruzione della mielina. Questo impedisce la corretta trasmissione degli impulsi nervosi.

Farmaci per la S.M.

La terapia farmacologica per il trattamento della sclerosi multipla ha come obiettivo la riduzione o la remissione dei sintomi e l'aumento della qualità di vita del paziente. I farmaci utilizzati appartengono a differenti classi:

  • Corticosteroidi, ovvero farmaci derivati dal cortisone, con potente azione antinfiammatoria, che agiscono sui processi infiammatori scatenati dall'autoimmunità. Tra quelli maggiormente utilizzati abbiamo metilprednisolone, prednisone, betametasone e desametasone. In base alla gravità del processo infiammatorio, tali farmaci possono essere somministrati per via orale, per via intramuscolare o endovena.
  • Immunomodulatori, ovvero farmaci che agiscono a livello del sistema immunitario, modulandone e riducendone l'attività. Tra questi quelli maggiormente utilizzati per il trattamento della sclerosi multipla sono interferone beta 1a e 1b e glatiramer acetato, somministrati per via intramuscolare, mitoxantrone e natalizumab, somministrati per via endovenosa, teriflunomide e fingolimod, somministrati per via orale.

Puoi approfondire come agisce l'interferone sulla sclerosi multipla.

  • Antispastici, ovvero farmaci miorilassanti che riducono le contrazioni muscolari e gli spasmi. Tra questi quelli più utilizzati sono tizanidina e baclofen, entrambi somministrati per via orale.

Tra gli altri farmaci che si utilizzano per il controllo dei sintomi, abbiamo imipramina e duloxetina per il trattamento degli stati depressivi (entrambi assunti per via orale) e dalfampridina, da assumere per via orale per la riduzione dei problemi di deambulazione.

Terapie complementari: cannabinoidi, vitamine e antiossidanti.

Accanto all'utilizzo dei farmaci, per il trattamento della sclerosi multipla vi sono delle sostanze complementari che possono rafforzare l'azione dei farmaci e migliorare ancor di più i sintomi.

Tra queste abbiamo:

  • Cannabinoidi, sostanze derivate dalla pianta Cannabis sativa, che hanno la capacità di ridurre la spasticità muscolare, l'infiammazione ed il dolore neuropatico.
  • Vitamina D, che nella sua forma D3 (colecalciferolo) avrebbe la capacità di modulare il sistema immunitario e ridurre i danni derivanti dall' autoimmunità.
  • Antiossidanti, sostanze in grado di contrastare lo stress ossidativo responsabile di danni al DNA ed alle membrane cellulari. Nel caso della sclerosi multipla, sarebbero in grado di rallentare la progressione della patologia, probabilmente poichè riducono i danni a livello della guaina mielinica. Tra quelli maggiormente utilizzati abbiamo inosina, coenzima Q, selenio, acido lipoico e vitamine C, E ed A.

Attenzione!

La posologia e le modalità di assunzione di tali rimedi devono essere stabiliti dal medico in base ai singoli casi.

Terapie alternative di supporto alle terapie convenzionali.

Accanto alle terapie convenzionali, vi sono delle cure alternative per il trattamento della sclerosi multipla. Tali terapie, è bene ricordarlo, non sono validate dalla medicina ufficiale, ma possono essere un valido supporto accanto a quelle convenzionali. Tra quelle che possiamo citare abbiamo:

  • Terapie fisiche, che hanno l'obiettivo di migliorare la coordinazione motoria e favorire il rilassamento muscolare. Spiccano tra queste le tecniche di meditazione come lo yoga e le arti marziali orientali quali il tai - chi.
  • Agopuntura, una tecnica che consiste nell'applicare aghi sulla pelle del paziente in determinati punti stabiliti dal medico di medicina alternativa.
  • Regimi dietetici particolari come la dieta priva di glutine, quella priva di allergeni e diete arricchite con vitamina C e integratori di vitamine. Tali diete vanno seguite sotto stretto controllo medico poiché potrebbero avere degli effetti avversi individuali e non garantiscono dei risultati in termini di miglioramento dei sintomi della sclerosi multipla.

Bisogna sapere che...

Gli esperti sconsigliano cure omeopatiche per la sclerosi multipla. a causa dei loro scarsi effetti sul controllo dei sintomi.

Terapie sperimentali per la sclerosi multipla: le proposte della ricerca.

Tra gli ultimi ritrovati per il trattamento della sclerosi multipla, vi sono le terapie sperimentali con nuovi farmaci.

Queste comprendono farmaci quali:

  • Anticorpi specifici diretti contro il sistema immunitario quali ocrelizumab, diretto contro i linfociti B.
  • Immunosoppressori che agiscono in maniera selettiva sui linfociti, quali la cladribina.
  • Immunomodulanti con meccanismi di azione non ancora chiariti, quali ad esempio laquinimod.
  • Attivatori della sintesi della mielina, quali la biotina.

Tali terapie sono ancora in fase di sperimentazione e non sono ancora disponibili sul mercato.

Approfondimento: AISM.

Per essere certi di esser seguiti dal miglior professionista possibile esperto di sclerosi multipla, ci si può rivolgere a dei centri di cura specializzati presenti in tutta Italia che coinvolgono un'equipe formata da medici quali neurologo, psicologo e fisiatra. Tali centri appartengono all'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), un'associazione nata nel 1968 che ad oggi conta 500000 iscritti. L'AISM ha sia lo scopo di sostenere i pazienti affetti da sclerosi multipla e le loro famiglie, sia di finanziare la ricerca sulla malattia. È attivo un numero verde (800-803028) al quale è possibile richiedere informazioni sia sui centri di cura che sui vari servizi offerti quali consulenza legale o servizi di trasporto per disabili. Per sostenere l'AISM (che è legalmente una Onlus, cioè un'associazione senza scopo di lucro, i cui sostentamenti economici derivano dalle donazioni) è possibile sia fare delle donazioni, sia diventare volontari.

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico o altro specialista della salute.

Supervisione: Vincenzo Angerano - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.