Frattura di Colles trattamento.

Il trattamento della frattura di colles può essere conservativo o chirurgico. La scelta di quello più adatto dipende da molti fattori quali età, danni provocati dalla frattura, rischi dell'intervento ecc..

Frattura di Colles trattamento

Per un corretto trattamento della frattura di Colles esistono una serie di fattori che l'ortopedico deve ben valutare. Prima di procedere ad una loro stesura richiamiamo brevemente qualche notizia sulla frattura e sull'anatomia del polso.

La frattura di Colles o con maggior precisione la frattura di Pouteau-Colles è una frattura del polso ossia una frattura che interessa le metafisi radiali distali. Per chiarire: il radio come tutte le ossa lunghe è formato da una diafisi (il corpo), da due epifisi (le zone articolari alle estremità) e da due metafisi (la zona di passaggio tra diafisi ed epifisi). Quindi la frattura di Colles è la frattura del radio nella zona di transizione tra diafisi e la epifisi distale (prossimità dell'articolazione del polso).

La frattura di Colles interessa principalmente le donne in età anziana (post menopausa) e con problemi di osteoporosi. Essa è generalmente susseguente ad una caduta sul palmo della mano aperta.

Ciò detto i fattori che l'ortopedico deve valutare per il corretto trattamento della frattura sono:

  • L'età e le condizioni fisiche generali.
  • La frammentazione della frattura.
  • I danni provocati all'articolazione.
  • La diffusione dell'osteoporosi.
  • Concomitanza di lesioni di nervi, vasi sanguigni, legamenti etc.
  • I rischi correlati a un intervento.

Il trattamento si deciderà valutando al meglio possibile i fattori sopra elencati. Le possibilità comunque sono due:

  • il trattamento conservativo,
  • la riduzione chirurgica.

Ovviamente la riduzione chirurgica con l'utilizzo di viti, placche, fili metallici, trapianto osseo con frammenti prelevati dall'anca, cemento sintetico costituisce la terapia che assicura la maggior percentuale di successo.

Nel caso in cui l'intervento sia sconsigliato dalle condizioni generali del paziente si ricorre al trattamento conservativo con tutore gessato per almeno sei settimane. Il tutore si applica dopo la riduzione della frattura che si effettua con trazione e contemporaneo piegamento del polso.

SU

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.