Plastica alle orecchie.

Plastica alle orecchie

La plastica alle orecchie o otoplastica, è un intervento chirurgico per modificare forma e dimensione delle orecchie teso a migliorare l’estetica del volto.

Quali difetti mira a correggere.

Comunemente si è portati a considerare l’otoplastica come un intervento che mira a correggere il comune difetto delle orecchie a sventola, in realtà esso corregge tutta una serie di difetti dell’orecchio congeniti o sopravvenuti con eventi traumatici. L'otoplastica, infatti, non solo può rimodellare un orecchio troppo piccolo o troppo grande, ma anche ricostruire un orecchio deformato a causa di traumi o asportazione di tumore.

Età giusta per l’intervento di otoplastica.

Se l’otoplastica mira a correggere le orecchie a sventola, che possono portare profonde sofferenze psicologiche, l’intervento può essere effettuato nei bambini dai quattro anni fino all’età adolescenziale, ma in realtà è un intervento fattibile ad ogni età con ottimi risultati.

Valutazione pre-operatoria.

Prima di intraprendere un intervento di otoplastica è necessaria un’accurata visita specialistica, durante la quale il chirurgo valuta forma e dimensioni delle orecchie, nonché lo stato di salute generale del paziente per evitare qualsiasi problema di coagulazione e cicatrizzazione ed ottenere un risultato estetico soddisfacente, in linea con l’armonia del volto.

Quali altri interventi possono essere eseguiti insieme alla otoplastica.

Essendo l’intervento di otoplastica abbastanza semplice, è possibile eseguirlo in contemporanea con altri interventi di chirurgia plastica quali la blefaroplastica che corregge le palpebre o un lifting del volto. Anche in caso di intervento bilaterale è possibile farlo in una sola volta.

Anestesia praticata.

L’otoplastica si esegue generalmente in Day Hospital in anestesia locale con sedazione per gli adulti, mentre si preferisce l’anestesia generale per i bambini.

La sedazione avviene per inalazione di farmaci ipnotici, generalmente una miscela di ossigeno ed azoto, che dà al paziente uno stato di completo rilassamento e di controllo del dolore che gli consente di prendere parte all’intervento.

La sedazione e l’anestesia locale sono tecniche anestetiche più sicure rispetto a quella generale in quanto non producono effetti sugli organi vitali.

L’anestesia generale è consigliata per i bambini che sono particolarmente emotivi ed impressionabili.

Tecnica operatoria.

L’intervento alle orecchie ha una durata di circa due ore, è indolore e consiste in due incisioni dietro alle orecchie in una zona poco visibile.

Il chirurgo modella la cartilagine, asporta la parte superflua di cartilagine o cute ed infine applica alcuni punti di sutura interni riassorbibili per fissare la nuova forma della cartilagine ed alcuni esterni sulla pelle.

Viene quindi applicato al paziente un bendaggio compressivo e turbante da tenere per alcuni giorni.

Intervento col Laser.

L’intervento di otoplastica può essere eseguito con l’utilizzo di laser CO2 che consente incisioni più precise e sottili che non lasciano alcuna cicatrice.

Inoltre l’utilizzo del laser pulsato consente una minore perdita ematica ed un post operatorio più veloce che comporta solo l’utilizzo di una fascia elastica per circa quindici giorni.

Decorso postoperatorio.

Il paziente operato di otoplastica deve sottoporsi ad una prima medicazione dopo circa una settimana ed ad un’ultima visita di controllo dopo circa un mese.

Vengono prescritti antibiotici per almeno tre giorni ed analgesici per controllare il dolore, dovuto all’alta innervazione della cartilagine del padiglione, che scompare dopo i primi giorni.

Alla prima visita di controllo il bendaggio viene ridotto e viene suggerita una benda elastica da portare di notte per almeno trenta giorni.

Nei primi giorni si possono notare gonfiori ed ecchimosi che spariscono velocemente

L’intervento non lascia alcuna cicatrice visibile, in quanto i segni dell’incisione sono nascosti dietro il padiglione.

Convalescenza.

L’otoplastica non comporta nessun problema uditivo, solo una piccola perdita di sensibilità del padiglione auricolare che verrà acquistata dopo il primo mese.

Il periodo di convalescenza è di circa due settimane, ma il paziente può iniziare le normali attività fisiche dopo i primi 3-5 giorni.

L’attività sportiva intensa deve essere sospesa per almeno un mese per evitare possibili traumi.

Dove fare l’intervento di otoplastica

L’intervento di plastica alle orecchie è in genere abbastanza semplice e viene effettuato da un chirurgo plastico sia in una struttura ospedaliera che in strutture private.

Tuttavia l’otoplastica, in quanto non riguarda alcuna componente funzionale, ma solo l’estetica, non è mutuabile.

Risultati dell’otoplastica.

La otoplastica, sia monolaterale che bilaterale, dà generalmente ottimi risultati e soprattutto permanenti.

Rischi e complicanze.

I rischi dell’otoplastica sono molto ridotti e sono dovuti a quelli connessi a qualsiasi intervento chirurgico. Eventuali infezioni ed ematomi che possono presentarsi nel post-operatorio, si risolvono agevolmente ed in breve tempo.

Prezzi e costi otoplastica

I prezzi dell’intervento di otoplastica oscillano tra i 1000/1500 per quella unilaterale, tra i 2000/4000 per quella bilaterale.

Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: