Sintomi della colite.

Sintomi della colite

I sintomi della colite, di qualunque tipo essa sia, sono ben identificabili. Col termine colite viene comunemente indicata un’infiammazione di quel tratto dell’intestino detto colon.

Il colon o anche intestino crasso è l’ultima parte di quest’ultimo e finisce con l’orifizio anale. In esso giungono i prodotti della digestione quando ormai sono quasi privi di sostanze nutritive e per effetto della ricca flora batterica presente si sviluppano una serie di processi di fermentazione e putrefazione che interessano principalmente fibre e proteine con formazione di ammine, gas e pigmenti che si raccolgono nell’ampolla anale per essere espulsi.

L’infiammazione del colon può avere cause molteplici: batteriche o virali, alimentare (intolleranza ad alcuni alimenti, malattie (diabete) e può talvolta trasformarsi senza una precisa causa in una forma cronica (colite ulcerosa).

Qualunque sia la causa dell’infiammazione i sintomi della colite sono gli stessi e ben precisi:

  • stitichezza o diarrea (molte volte i due effetti si alternano),
  • gonfiore,
  • dolori o crampi addominali,
  • meteorismi e flautolenze,
  • emissione di muchi e sangue insieme alle feci. Il tutto spesso è associato a nausea, cefalee, stanchezza, difficoltà di concentrazione, ansia.

La forma di colite più comune, ma anche la più benigna, è quella che più precisamente viene detta sindrome del colon irritabile. Detta sindrome diffusissima, si stima che più del 15% della popolazione ne soffra (le donne con una incidenza doppia rispetto agli uomini), ha essenzialmente una causa nervosa. Stress, vita ed alimentazione disordinate la scatenano. Ma la cura è, generalmente, abbastanza semplice: controllo dello stress, una dieta ed uno stile di vita più consono e qualche farmaco per curare le fasi acute.

Torna alla home di Medicina

Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: