Acido ialuronico controindicazioni.

Esaminiamo le possibili controindicazioni dell’acido ialuronico e gli eventuali effetti collaterali che questo farmaco può avere nei diversi tipi di trattamenti per cui viene impiegato anche se i metodi di sintesi del prodotto hanno ormai enormemente ridotto le allergie ed i possibili effetti non desiderati.

Acido ialuronico controindicazioni

    Indice Articolo:

  1. Quali sono?
  2. Controindicazioni
  3. Effetti collaterali

L’acido ialuronico ha controindicazioni?

Le possibili controindicazioni dell’acido ialuronico ad oggi si sono notevolmente ridotte rispetto al passato grazie alle nuove tecniche di produzione. Anni fa infatti l'acido ialuronico veniva prodotto dal regno animale e con più precisione dalla cresta dei galli, attualmente invece lo si sintetizza chimicamente.

Questo tipo di preparazione consente di ottenere acido ialuronico anallergico e con le proprietà di densità desiderate. Questa sostanza generalmente quindi non presenta particolari controindicazioni, ma può averne alcuni effetti collaterali collegati alle formulazioni ed alle modalità con cui viene somministrato legate agli utilizzi specifici: integratori, creme, infiltrazioni, filler.

Cosa è l'acido ialuronico?

L’acido ialuronico è un componente del derma.Chimicamente l'acido ialuronico appartiene alla categoria dei composti organici denominati glicosaminoglicani. In definitiva per dirla in parole semplici l'acido ialuronico è una lunga catena in cui continuamente si alternano due zuccheri semplici.Le molecole di acido ialuronico sono fortemente polari e come tali sono anche estremamente solubili in acqua che è anch'essa una molecola polare. Come tale l’acido ialuronico dona idratazione ed elasticità ai tessuti: derma, collagene e tessuto connettivo.

Esso viene utilizzato:

  • In chirurgia estetica per combattere le rughe dovute ad invecchiamento della cute sotto forma di filler. L'elasticità e tonicità della pelle è conseguenza della sua elevata concentrazione a livello di derma. Col passare degli anni questa concentrazione tende naturalmente a diminuire. Ed allora la pelle rinsecchisce e si creano le rughe. Le iniezioni dei cosiddetti filler, che altro non sono che collagene e acido ialuronico, riempiono le rughe e ridanno tono e volume alla pelle.
  • In ortopedia. Quando le cartilagini iniziano ad essere compromesse dall'artrosi. L'acido ialuronico è il componente essenziale del liquido sinoviale che è il lubrificante delle giunture. Esso inoltre nutre e ripara la degenerazione delle cartilagini. L'artrosi e l'invecchiamento delle articolazioni si accompagnano con una vistosa diminuzione di liquido sinoviale. L'acido ialuronico viene utilizzato in tali applicazioni attraverso infiltrazioni locali ed ha un peso molecolare molto superiore a quello utilizzato in chirurgia estetica.
  • In cosmetica l’acido ialuronico viene utilizzato per la preparazione di creme idratanti con effetto antirughe.

Ma vediamo adesso quali sono le controindicazioni quindi i casi in cui assolutamente non si dovrebbe usare l’acido ialuronico e quando invece è possibile che si manifestino piccoli effetti collaterali.

Controindicazioni di questo glicosaminoglicano.

Come detto sopra il fatto che ad oggi l’acido ialuronico sia un prodotto di sintesi, creato in laboratorio, ha enormemente ridotto il numero di reazioni allergiche edi altri effetti collaterali.

Comunque come per ogni farmaco, anche l’acido ialuronico ha delle controindicazioni, e quindi ci sono dei casi in cui non andrebbe assolutamente utilizzato, in particolare:

  • Non va usato in caso di gravidanza e nei primi mesi dell'allattamento dal momento che non esistono studi che comprovano la totale sicurezza del prodotto.
  • Non va usato nei soggetti che hanno malattie autoimmuni (problemi del sistema immunitario che dirige la sua azione verso parti del corpo che erroneamente riconosce come nemiche) come può essere l'artrite reumatoide, perchè l’organismo potrebbe reagire verso l’acido come fosse un corpo estraneo e provocare edema ed arrossamenti.
  • Non va usato se nel paziente è in essere una infezione di natura virale o batterica o se vi è una lesione cutanea dove viene effettuata l’infiltrazione.
  • Non va usato in individui in cui sia stata accertata una intolleranza a qualche sostanza contenuta nel prodotto.

Possibili effetti collaterali dell’acido ialuronico.

Anche il numero e la gravità degli effetti collaterali dei trattamenti effettuati con quest acido si sono notevolmente ridotti grazie ai nuovi metodi di realizzazione di questo glicosaminoglicano. Ad ogni modo l’utilizzo di prodotti che contengono acido ialuronico per fini estetici o medici può presentare alcuni effetti collaterali, che generalmente hanno una durata breve e scompaiono in modo naturale nel giro di qualche giorno. In particolare:

  • Creme antirughe con acido ialuronico, effetti collaterali. Abbiamo detto che l’acido ialuronico è un componente del derma, molto utile nel favorire la produzione del collagene e quindi rallentare l’invecchiamento cutaneo, va da se che ne venga fatto un grande uso in creme estetiche antiage. Da quando è cambiato il metodo di produzione del prodotto gli effetti collaterali delle creme che contengono acido ialuronico sono pressochè nulli, infatti, è molto raro che vi siano reazioni allergiche, anche se molto dipende dalla concentrazione dell’acido nella crema e dalla sensibilità della pelle che si va a trattare.

Approfondisci le caratteristiche delle creme a base di acido ialuronico.

  • Filler estetici a base di acido ialuronico, effetti collaterali. Per gli stessi motivi detti sopra l’acido ialuronico viene usato con infiltrazioni sottocutanee per riempire le rughe o rimodellare labbra e zigomi. Gli effetti collaterali dei filler in questo caso sono legati più che altro all’iniezione, questa, infatti, può provocare piccoli edemi, gonfiori, lividi o noduli accompagnati o non da prurito o dolore. Occasionalmente può presentarsi qualche infezione. Generalmente però il tutto scompare nel giro di pochi giorni. Altro piccolo effetto collaterale è che l’effetto del filler all’acido ialuronico ha un effetto limitato nel tempo, questo, infatti, si riassorbe in modo naturale. I tempi di riassorbimento variano a seconda del tipo di filler utilizzato e vanno dai 6 mesi ai 2 anni.
  • Infiltrazioni mediche di acido ialuronico, effetti collaterali. L’acido ialuronico viene utilizzato anche in medicina per trattare artrosi del ginocchio o dell’anca. L’acido, che è uno dei componenti fondamentali del liquido sinoviale, viene infiltrato localmente e serve a lubrificare l’articolazione e a ridurre il dolore similmente alle iniezioni intra-articolari di cortisone. Gli effetti collaterali in questo caso dipendono dal fatto che le iniezioni possono provocare degli edemi con dolore e difficoltà di movimento.

Puoi approfondire le possibili applicazioni delle inflitrazioni di acido ialuronico.

Un discorso a parte meritano gli integratori alimentari a base di acido ialuronico, creati per contrastare l'invecchiamento dall’interno, cercando di sopperire al fisiologico calo di acido ialuronico che si manifesta con l’avanzare degli anni. Questi integratori alimentari sono una creazione recente per cui non vi sono ancora studi che dimostrino con certezza effetti collaterali e benefici.

Supervisore: Vincenzo Angerano
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.