Albumina alta.

Albumina alta

    Indice Articolo:

  1. L'albumina e le sue funzioni
  2. L'iperalbuminemia
  3. L'albuminuria
  4. Da che è causata l'albumina alta?
  5. Quali sono i sintomi?
  6. Diagnosi:test ELISA
  7. Terapia
  8. Opinioni e commenti

L’albumina alta è una condizione che può avere una eziologia patologica, può essere causata da numerosissime malattie, ma anche non patologica ossia costituisce uno stato transitorio in cui in nostro corpo viene a trovarsi per cause non strettamente correlate ad una malattia in atto. I livelli di albumina possono essere titolati sia nel siero ematico che nelle urine e pertanto sarà possibile riscontrare livelli alti di albumina sia nel sangue che nelle urine.

Cosa è l’albumina ed a quali funzioni è deputata nel nostro corpo.

L’albumina è una proteina e quindi una catena di amino acidi (con più precisione di 585) che viene secreta dal fegato e successivamente riversata nel sangue. Il suo compito primario è di regolare la corretta distribuzione dei fluidi corporei. Infatti poiché il plasma ha una base acquosa costituisce con le proteine in esso disciolte, proteine di cui l’albumina è la componente più consistente con oltre il 60% del totale, una soluzione colloidale la cui pressione osmotica deve mantenersi rigidamente costante nell’intervallo 25/33 millimetri di mercurio. Se l’albumina circolante nel sangue aumenta, la pressione osmotica travalica il limite massimo di 33 mm di Hg e si ha un cospicuo richiamo di acqua nel sistema vascolare con conseguente aumento del volume sanguigno (1 grammo  riesce a richiamare anche 18 grammi di acqua). L’albumina presente nel sangue, in condizioni normali non viene filtrata dal rene, perché foriera di carica negativa così come anche la membrana dei glomeruli renali e pertanto la repulsione elettrostatica tra cariche omologhe impedisce il suo passaggio nelle urine.

L’albumina alta nel sangue o iperalbuminemia.

I livelli di albumina plasmatica o albuminemia si determinano con una semplice analisi ematochimica denominata elettroforesi proteica. Con questa analisi che sfrutta la carica elettrica delle proteine si determinano non solo i livelli dell’albumina serica ma anche quelli delle altre proteine contenute nel plasma e perciò le alfa proteine:1 e 2; le beta proteine; 1e 2; le gamma proteine. In condizioni fisiologiche i livelli di albuminemia sono compresi tra 3,5/5,5 g per decilitro di sangue ed il suo rapporto con le altre proteine è compreso tra 1,2 ed 1,7. Quando ad un test ematico dell’albuminemia viene superato il livello massimo di 5,5 g per decilitro si parla di albumina alta plasmatica o anche di iperalbuminemia.

Albuminuria: albumina alta nelle urine.

L’albumina, come accennato, di norma non è presente nelle urine o quantomeno è presente in quantità che nell’arco di 24 ore risultano inferiori ai 15 mg. La determinazione si effettua raccogliendo, appunto, le urine di una intera giornata e sottoponendole ad un test quantitativo. Se si riscontra una quantità di detta proteina è superiore ai 15 mg si parla di albumina alta nelle urine o anche di albuminuria. Si usa generalmente fare distinzione tra:

  • Microalbuminuria. E la presenza nelle urine di piccole quantità di albumina. Quantità comprese tra 30 e 300 milligrammi in 24 ore.
  • Macroalbuminuria. Se i livelli nelle 24 ore superano i 300 milligrammi.

Cause dell’albumina alta.

Considereremo ancora separatamente i due casi: albumina alta nel sangue e nelle urine.

Cause di albumina alta nel sangue.

L’albumina alta nel sangue nota anche come iperalbuminemia non è un evento frequente. Nel seguito riportiamo le cause più comuni:

Disidratazione. La carenza di acqua può aversi per scarsa assunzione con la dieta come nel caso di diete iperproteiche o per perdite eccessive dovute a:

  • Vomito o diarrea prolungata.
  • Ustioni di una vasta area corporea. Provoca perdita di imponenti quantità di liquidi e di elettroliti e conseguente diminuzione del volume ematico e quindi aumento della concentrazione di albumina.
  • Morbo di Addison. E una insufficienza cronica nella maggior parte dei casi ad eziologia autoimmune delle ghiandole surrenali. Insufficienza che conseguentemente conduce ad una drastica riduzione degli ormoni da queste secreti e quindi dell’aldosterone. Il deficit di aldosterone ha come conseguenza una notevole perdita di sodio ed acqua e quindi disidratazione ed aumento della concentrazione della proteina.

Morbo di Burger. E una infiammazione delle piccole e medie arterie che interessa maggiormente i maschi fumatori che hanno più di 35 anni di età. Le cause della malattia non sono note anche se è evidente la stretta correlazione al fumo di sigarette.

Sarcoidosi. Formazione di granulomi: agglomerati di cellule del sistema immunitario in vari organi del corpo.

Cause di albumina alta nelle urine.

Esistono moltissime cause che possono procurare albuminuria sia micro che macro e tra queste alcune sono patologiche ed altre no. Le principali cause che possono procurare innalzamento dei livelli di albumina nelle urine sono:

  • Dieta troppo ricca di proteine.
  • Eccessivo uso di integratori. Come possono essere gli amminoacidi a catena ramificata usati dagli appassionati di body building per aumentare la massa muscolare.
  • Attività fisica intensa.
  • Età avanzata. Il trascorrere degli anni provoca abbassamento della barriera renale
  • Tabagismo. La nicotina a causa dei radicali liberi che favoriscono lo sviluppo della matrice extra cellulare che produce fibrosi renale e deterioramento della barriera che lascerà filtrare perciò albumina nelle urine.
  • Ipertensione. L’aumento pressorio compromette la capacità filtrante del rene e determina l’abuminuria.
  • Alterazione del quadro lipidico. Trigliceridi e colesterolo alti.
  • Diabete. Il paziente diabetico è a rischio di sviluppare nefropatia diabetica che compromette il filtro renale e favorisce il passaggio di albumina nelle urine.
  • Lupus eritematoso sistemico. Il LES presenta tra le varie sue manifestazioni cliniche sindromi nefrosiche e compromissione del filtro renale e perciò passaggio della proteina nelle urine.
  • Uricemia. L’elevata concentrazione ematica di acido urico provoca fibrosi interstiziale a livello renale che ne compromette la barriera e determina passaggio di albumina nelle urine.
  • Gravidanza. In special modo se si manifesta la gestosi. La gravidanza induce aumento della pressione arteriosa che in soggetti predisposti può ingenerare una sindrome che comporta ipertensione ed anche un abbassamento del filtro renale .

La gestosi è una sindrome che si manifesta in genere nella ventesima settimana di gravidanza. Approfondisci i sintomi e le possibili terapie.

  • Compromissioni renali. Di norma la membrana dei glomeruli renali non filtra l’albumina perché ha la medesima carica negativa. Ma a causa di alcune patologie essa subisce delle modifiche in conseguenza delle quali lascia filtrare la proteina che passa nelle urine. Le malattie che più comunemente determinano albuminuria sono: la glomerulonefrite (infiammazione dei glomeruli renali) e l’insufficienza renale.

Insufficienza cardiaca.Nota anche come scompenso. E una compromissione della pompa cardiaca che così non riesce più ad assicurare la giusta gittata ematica.La conseguenza è una compromissione a livello renale delle sue capacità filtranti e quindi passaggio di proteine, tra cui albumina, nelle urine.

Sintomi della albumina alta.

Poiché l’aumento di albumina può avere un gran numero di cause non è possibile fornire una sintomatologia standardizzata. In generale l’albumina alta serica è asintomatica, i sintomi dell’albuminuria invece dipendono sono tipici della patologia correlata.

Diagnosi.

Per l’iperalbuminemia basta la determinazione delle proteine ematiche che come dette vengono titolate elettroforeticamente. Per l’albuminuria si ricorre ad un test ELISA sulle urine o una analisi quantitativa delle urine raccolte in 24 ore.

Come abbassare i livelli di albumina.

Indicare una generica terapia per abbassare i livelli di albumina è impossibile. Cosa che risulta alquanto chiaramente da quanto fin qui detto. Infatti se l’aumento non è patologico non occorre alcuna terapia ed al più occorre rimuovere la causa che l’ha procurata. Se invece l’eziologia è patologica occorre curare la malattia che è alla base.

Concludiamo con una esplicita segnalazione è estremamente importante contattare il medico anche in casi di lieve Microalbuminuria perchè sovente è il primo sintomo di glomerulonefrite diabetica che va immediatamente trattata per evitare la conseguente e tragica insufficienza renale.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Torna alla home di Medicina

Indice Articolo: