Bronchite cronica: sintomi, cause e terapia per curarla.

Come si manifesta la bronchite cronica? Quali sono i sintomi e come si cura la patologia? Quali cause determinano l'infiammazione persistente? Esaminiamo nel dettaglio sintomi e terapia della bronchite cronica, malattia molto frequente nel mondo occidentale, per approfondire tutte le possibili problematiche connesse.

Bronchite cronica: sintomi, cause e terapia per curarla

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Diagnosi 
  5. Terapia
  6. Complicanze

Bronchite cronica: cos’è? Descrizione e caratteristiche.

La bronchite cronica è un’infiammazione cronica dei bronchi, ma quando si può dire che questa sia cronica?

Come facilmente intuibile dipende dalla durata dell’infiammazione, in particolare si parla di bronchite cronica se il quadro clinico della malattia dura per un tempo di almeno tre mesi in un anno e per due anni consecutivi.

Ma come si manifesta la bronchite cronica?

Come detto questa patologia è caratterizzata da un’infiammazione delle grandi vie aeree che produce un’ipersecrezione delle mucose che il corpo non riesce ad eliminare con i normali meccanismi e che perciò ristagna ed ostruisce le vie respiratorie. Questa situazione è ulteriormente aggravata dall’ispessimento delle mucose che l’infiammazione determina. Inspessimento che riduce ulteriormente il calibro dei tronchi bronchiali già parzialmente ostruiti dai muchi in eccesso. La situazione che così viene a determinarsi pregiudica la corretta funzione respiratoria creando serie difficoltà.

Anatomia delle vie aeree e meccanismi dell’infiammazione cronica dei bronchi.

I condotti a forma di chioma d’albero che collegano la trachea ai polmoni sono denominati bronchi (destro e sinistro). Essi svolgono la funzione di portare ed allontanare aria ed anidride carbonica ai polmoni in cui, successivamente, avverranno gli scambi gassosi col sangue tipici della respirazione.La mucosa che riveste le pareti interne di questi organi è cigliata ed è anche ricoperta di ghiandole che secernono muco. La funzione di questo particolare epitelio è di filtrare l’aria che raggiunge i polmoni da ogni sorta di impurità: pulviscolo, germi etc. Questi corpi estranei,infatti, filtrati dalle ciglia, vengono invischiati nel muco che, costantemente, viene portato su dal moto cigliato e deglutito insieme alla saliva.Se una qualsivoglia causa produce un’infiammazione della mucosa questa reagisce con una iperproduzione di muco ed un rallentamento del movimento delle ciglia. La conseguenza di tutto ciò è un ristagno ed accumulo dei muchi. Questo descritto è il meccanismo con cui insorge e si instaura la patologia nota come bronchite acuta. Di norma questa malattia recede e guarisce in un tempo di 7-8 giorni.

Cause della cronicizzazione della bronchite.

Le cause della bronchite cronica possono essere varie e di seguito le riassumiamo:

  • Fumo. Sia attivo che passivo costituisce la causa principale.
  • Inquinamento atmosferico. In particolare quello provocato dal particolato emesso dai motori delle automobili. Ossia le polveri sottili prodotte dalla combustione che sfuggono ai filtri. Particolarmente insidiose sono le cosiddette PM10 ovvero corpuscoli con diametro inferiore ai 10 micron (milionesimo di metro).
  • Ambienti lavorativi saturi di sostanze (gas o polveri) irritanti delle vie respiratorie.
  • Numerosi episodi consecutivi di bronchite acuta.

Sintomi e complicanze dell’infiammazione dei bronchi cronicizzata.

La sintomatologia della bronchite in forma cronica varia da una persona all’altra ed in base alla gravità della malattia.

Nella bronchite cronica semplice che colpisce la trachea e i bronchi abbiamo:

  • tosse, prevalentemente secca.

Nella bronchite cronica ostruttiva che interessa la trachea, i bronchi e i bronchioli ed è caratterizzata da una riduzione del calibro delle vie aeree abbiamo:

  • Tosse grassa con copioso espettorato presente in special modo al risveglio ma che può presentarsi durante l’intero arco della giornata. La tosse si acuisce nelle giornate umide e fredde.
  • Affanno e difficoltà di respirazione anche dopo modesti sforzi.
  • Dolori al torace ed a tutta la muscolatura respiratoria.
  • Pallore o cianosi dovuti alla compromissione respiratoria.
  • Frequenti infezioni delle vie respiratorie (riniti, faringiti, tracheite)
  • Frequenti episodi di bronchite acuta dovute a infezioni batteriche e/o virali che prosperano nel ristagno del catarro.

Puoi approfondire le caratteristiche della tosse secca.

La diagnosi: analisi ed esami.

Per la diagnosi della bronchite cronica non servono test supplementari basta di norma l’esame dei segni e l’auscultazione del torace con lo stetoscopio.

I test si effettuano generalmente per valutare lo stato di compromissione. Essi generalmente consistono in:

  • Analisi del sangue.
  • RX al torace.
  • Spirometria che è un esame che serve a valutare il volume polmonare.

Terapia per la bronchite cronica, vediamo come si cura.

Una volta che lo specialista ha effettuato la diagnosi di bronchite in forma cronica, indicherà al paziente come curarla stabilendo le terapie più adatte allo specifico quadro clinico.

Le cure previste per la patologia sono molteplici, vediamo di approfondire le terapie previste dalle linee guida del trattamento base che vanno dalla modifica di cattive abitudine alimentari e scorretto stile di vita fino ad una precisa terapia farmacologica.

Stile di vita e prevenzione

  • Eliminazione del fumo o di eventuali cause che possano provocare irritazione delle vie respiratorie.
  • Rendere salubri le condizioni di vita della propria abitazione. Temperatura costante ed umidità controllata.
  • Vaccinazione antinfluenzale ogni autunno per prevenire infezioni ad operare dei virus influenzali stagionali.
  • Vaccinazione contro le infezioni polmonari da pneumococco.

Terapia farmacologica:

  • Antinfiammatori per combattere l’infiammazione se è in atto.
  • Antibiotici per eliminare o prevenire eventuali infezioni batteriche che si possono innestare sulla infiammazione cronica.
  • Terapia fisica respiratoria per educare e rinforzare i muscoli del torace della respirazione onde fornire il massimo apporto possibile di ossigeno.

Complicanze: le possibili conseguenze della bronchite cronica.

Se non vengono rimosse le cause che determinano la patologia e l’infiammazione non viene curata questa fatalmente evolve verso nuove e severe malattie come la broncopneumopatia ostruttiva che è un’ostruzione persistente delle vie aeree che costituisce l’anticamera dell’insufficienza respiratoria.

Inoltre la compromissione respiratoria provocata dalla bronchite cronica e con maggior precisione l’insufficiente apporto di ossigeno e l’abbondanza di anidride carbonica determinano a lungo andare una vasocostrizione delle vene dei polmoni. Vaso costrizione che obbliga il ventricolo destro del cuore ad uno sforzo supplementare per pompare sangue ai polmoni. Cosa che col trascorrere del tempo determina un ingrossamento del muscolo cardiaco e l’insorgere della malattia nota come cuore polmonare.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.