Bronchite sintomi.

Bronchite sintomi

Nell’articolo passeremo in rassegna tutti i possibili sintomi della bronchite. Prima di fare ciò chiariamo però cosa sono i bronchi e cosa è la bronchite.

Cosa sono i bronchi e cosa è la bronchite.

I bronchi fanno parte delle così dette vie respiratorie inferiori. Essi si ramificano a partire dalla parte terminale del tubo tracheale in 2 tronchi di cui uno va ad infiltrarsi nel polmone destro ed uno in quello sinistro. I due tronchi non sono simmetrici nel senso che quello sinistro ha un calibro inferiore rispetto al destro ed è più lungo. Tutto questo è dovuto alla presenza nella parte sinistra del torace del muscolo cardiaco. I bronchi penetrando nei polmoni si articolano come la chioma di un albero presentando tre successivi ordini di divisioni. La loro funzione e di trasportare l’aria da e verso i polmoni dove poi avverranno gli scambi gassosi con il sangue.

L’ epitelio interno dei bronchi è anch’esso rivestito come le altre vie respiratorie di tessuto cigliato e da ghiandole che secernono muco. Il compito di questo particolare tessuto è di filtrare l’aria dalle impurità. Impurità che vengono intrappolate dal muco che in condizioni normali viene sospinto poi continuamente in alto dal movimento delle ciglia e deglutito insieme alla saliva. Se però, per un qualsiasi motivo, l’epitelio delle mucose si infiamma allora si ha una ipersecrezione di muco da parte delle ghiandole ed un contemporaneo rallentamento del movimento verso l’alto delle ciglia. In tali condizioni il muco ristagna ed insorge la bronchite acuta.

Se l’infiammazione non regredisce nel lasso di 7-8 giorni può cronicizzare. E per effetto della flogosi perdurante le mucose si inspessiscono riducendo il lume del passaggio dell’aria. Questo problema si va a sommare al ristagno dei muchi rendendo ulteriormente problematica la respirazione. Si determina in tal modo la bronchite cronica.

Riassumendo quindi quanto fin qui detto: La bronchite è un’infiammazione dei bronchi e può classificare in base alla durata in acuta (durata di 7-8 giorni) e cronica (durata di almeno 3 mesi per almeno 2 anni di seguito).

Le cause che possono provocare l’infiammazione sono varie e di diversa natura:

  • Irritazioni provocate da inalazione nelle vie respiratorie di sostanze estranee.
  • Infezioni virali o batteriche. Generalmente susseguenti ad infezioni primarie come raffreddori, influenza, malattie esantematiche, pertosse.
  • Infiammazione prodotte da repentini passaggi da caldo a freddo.

Sintomi della bronchite.

Distinguiamo i sintomi delle due patologie.

Sintomi bronchite acuta.

  • Febbre. Non sempre è presente. Se si manifesta difficilmente va oltre la temperatura di 38,5°C ed ha una durata di 3 o 4 giorni massimo. Se persiste o se la temperatura raggiunge valori elevati è segno di una complicanza. Con buona probabilità si è verificato che all’infezione primaria in generale virale si è sovrapposta un’infezione batterica opportunista che potrebbe anche essere una polmonite. E’ necessario perciò in tali condizioni interpellare rapidamente il medico.
  • Tosse. E' il principale sintomo della bronchite. Inizialmente, durante i primi 2 giorni e secca stizzosa e poco produttiva. Con espettorato ridottissimo e vischioso o del tutto assente. Dopo qualche giorno la tosse diviene cavernosa e l’espettorato progressivamente diviene sempre più copioso e fluido. Il colore dell’espettorato può assumere svariate colorazioni dal trasparente, al bianco latte, giallino, verde. Una sua colorazione presuppone che la bronchite sia supportata da un’infezione in genere virale. Una colorazione verde giallastra accompagnata da odore sgradevole presuppone presenza di pus e quindi un’infezione di carattere batterico.
  • Bruciore e dolore al petto localizzato quasi sempre nella regione posta al di sotto dello sterno. E’ questo un altro sintomo tipico della bronchite acuta.
  • Irritazione, bruciore ed arrossamento delle vie respiratorie in generale: naso, cavo orale, laringe, faringe, trachea.
  • Naso chiuso e gocciolante. In special modo nei primi giorni della malattia.
  • Malessere generale.

Sintomi bronchite cronica.

  • Tosse. Si tossisce generalmente al mattino per schiarire la voce e liberare le vie respiratorie per un periodo di almeno tre mesi per due anni consecutivi. Questo secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità per poter parlare di bronchite cronica. Ma soventemente si tossisce a più riprese per l’itera giornata. La tosse è produttiva con espettorato più che abbondante. Peggiora con clima freddo ed umido.
  • Frequenti infezioni di carattere virali delle vie respiratorie: riniti, faringiti, laringiti, tracheiti.
  • Frequenti episodi di bronchite acuta che si sovrappongono a quella cronica dovuti a infezioni da virus e batteri.
  • Episodi asmatici.
  • Difficoltà respiratoria.
  • Dolori alla muscolatura respiratoria per il super lavoro causato dalla dispnea.

Domande frequenti.

D. Quanto tempo occorre affinché i sintomi della bronchite acuta regrediscano?

R. Generalmente dalla bronchite si guarisce in 7-8 giorni anche se il sintomo della tosse può continuare per oltre 20 giorni.

D. E' possibile ottenere una completa remissione dei sintomi della bronchite cronica?

R. Generalmente no. Se si smette di fumare. Si segue una corretta terapia farmacologica e successivamente si segue una terapia fisica respiratoria che potenzi la muscolatura si riesce ad ottenere un ragionevole controllo della sintomatologia.

Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: