Catarro tubarico.

Catarro tubarico

Nell’articolo tratteremo del catarro tubarico, una patologia che spesso insorge per brusche variazioni di pressione (causa scatenante) come quelle conseguenti ad un viaggio aereo o ad un’immersione subacquea.

Cosa è il catarro tubarico?

Il catarro tubarico noto anche come otite siero mucosa, otite trasudativa, glue ear è un accumulo di catarro (secreto mucoso) nelle tube di Eustachio. Essa è quindi una patologia che interessa l’orecchio e con maggior precisione l’orecchio medio. Come sempre, per meglio comprendere la natura e le caratteristiche della patologia, i sintomi con i quali si presenta ed i rimedi utili a contrastarla, è utile un breve richiamo sull'anatomia degli organi interessati.

Anatomia dell'orecchio. L’orecchio è costituito da tre distinte parti: Orecchio esterno, Orecchio medio, Orecchio interno. L’orecchio medio funge da collegamento tra l’orecchio esterno e quello interno. E’ separato dal primo dalla membrana del timpano al cui stretto contatto si trovano una catena di tre ossicini. Questi trasmettono le vibrazioni del timpano provocate dai suoni all’organo ricettore che è il labirinto e che fa parte dell’orecchio interno. L’orecchio medio termina con la tromba di Eustachio che sfocia nella parte alta della cavità rinofaringea in prossimità delle tonsille faringee o adenoidi. Normalmente l’orecchio medio è riempito di aria che penetra attraverso la tromba di Eustachio e bilancia la pressione esterna esercitata sul timpano.

Ciò premesso ritorniamo alla patologia di nostro interesse. Essa, come già accennato, è determinata dal riversamento e dal successivo ristagno di secrezioni catarrali prodotte dalla mucosa nella cavità dell’orecchio medio e della tuba di Eustacchio. Su tale ristagno su può poi innestare una infezione batterica e relativa infiammazione con produzione di ulteriore secreto purulento.

Quali sono le cause del catarro tubarico?

Negli adulti l’otite siero mucosa è in genere acuta ed è come già detto innescata da repentine variazioni della pressione. Ma può anche essere cronica e in tal caso è generalmente provocata da malformazioni del setto nasale o della zona alta della faringe con adenoidi ipertrofiche, forme tumorali sia di natura benigna che maligna.

Nei bambini la presenza del catarro nelle tube è una malattia comunissima anche perché favorita dall’anatomia non ancora completata dell'orecchio (piccolo calibro delle trombe e loro scarsa pendenza nel loro percorso verso la faringe) che consente una scarsa eliminazione dei muchi. La situazione è resa ancora più critica dalle frequenti infezioni e quindi ipertrofia di adenoidi e tonsille.

Sintomi dell’otite siero mucosa.

I sintomi del catarro tubarico sono causati dal ristagno di muchi. Nei casi non gravi la sintomatologia è lieve può limitarsi ad un fastidioso senso di orecchio chiuso, tuttavia la patologia si può manifestare anche con sintomi più intensi, vediamo quali sono i principali:

  • Dolore all’orecchio.
  • Problemi nel percepire i suoni (ipoacusia).
  • Acufeni che sono intensi rumori auricolari simili a ronzii.
  • Vertigini e problemi di equilibrio.
  • Nausea.

Come si diagnostica il catarro tubarico?

La diagnosi della presenza di muco denso nelle tube di Eustachio si basa sull’analisi dei sintomi e l’esame obbiettivo dell’orecchio. Tra i possibili strumenti di indagine che l'otorino specialista ha a disposizione possiamo evidenziare:

  • L' esame audiometrico che serve a verificare la funzionalità dell’orecchio nella percezione dei suoni.
  • L' esame impedenziometrico che serve ad accertare l’elasticità del timpano ed il corretto funzionamento della catena di ossicini: martello, incudine e staffa.

Cosa fare in caso di catarro tubarico: farmaci, rimedi e terapie.

L' otite trasudativa prevede diverse tipologie di cure possibili. Lo specialista, in base all'importanza della patologia ed ai risultati delle indagini, indicherà al paziente cosa fare per eliminare il catarro tubarico in modo definitivo.

Le terapie mediche più comuni sono quella di tipo farmacologico e quelle che prevedono l' intervento chirurgico; ci sono poi le cure omeopatiche ed i rimedi naturali che non rientrano nelle soluzioni approvate dalla ricerca scientifica ufficiale. Vediamo di fare chiarezza sule diverse soluzioni.

La terapia medica.

La terapia medica dell'otite siero mucosa si basa su un mix di rimedi che prevedono la somministrazione di farmaci, l' aerosolterapia e frequenti lavaggi della mucosa nasale.

La terapia farmacologica prevede la somministrazione di antibiotici, FANS (antinfiammatori non steroidei) per ridurre il dolore, gocce decongestionanti delle mucose nasali, e nei casi gravi e recidivanti la somministrazione di cortisone.

L' aerosolterapia si effettua attraverso l'utilizzo di opportune apparecchiature anche da casa che servono a somministrare mucolitici e cortisonici nell'apparato respiratorio.

Lavaggi delle mucose nasali con soluzioni salini o meglio ancore con acque termali. Per lo scopo esistono appropriati apparati. Molto importanti possono risultare terapie termali con aerosol.

Le terapie chirurgiche.

Talvolta si rendono necessarie in età infantile interventi di Tonsillectomia ed adenoidectomia quando l’otite è resistente ad ogni trattamento medico ed è secondaria alle infiammazioni di tonsille ed adenoidi.

In età adulta se il catarro tubarico è resistente alla terapia farmacologica vanno affrontate e risolte le problematiche a carico delle vie respiratorie che richiedono intervento chirurgico. Se anche questo non basta a risolvere il problema, ma si tratta di un numero esiguo di casi meno dell’1%, allora bisogna intervenire chirurgicamente sul timpano ed inciderlo ed installare un micro drenaggio che consenta la fuoriuscita del catarro ristagnante.

Rimedi naturali ed omeopatia.

I rimedi naturali per prevenire e curare il catarro tubarico consistono anzitutto nell’eliminazione del fumo e poi in inalazioni di soluzioni fisiologiche per sciogliere il catarro a base di Camomilla o di Aconitum.

Domande frequenti.

D. Perché il catarro tubarico è così frequente nei bambini?

R. Per la loro conformazione anatomica che è in fase di sviluppo. Trombe di Eustachio con diametro piccolo e loro scarsa inclinazione nonché frequenti infiammazioni delle tonsille palatine e faringee consentono abbondante secrezioni di muco e loro ristagno.

D. Si recupera la perdita di udito determinata dal catarro tubarico?

R. Si perché è causata dall’ostruzione ed una volta rimossa questa si ritorna alla normalità.

D. Quali ripercussioni può avere la malattia nei bambini?

R. Una delle più importanti è sul linguaggio. Un abbassamento dell’udito in età formativa può provocare notevoli ritardi sull’acquisizione del linguaggio.

Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: