Dolore fianco sinistro.

Dolore fianco sinistro

Cosa è e quali sono le cause del dolore al fianco sinistro.

Nel linguaggio corrente col termine: dolore al fianco sinistro, si fa riferimento ad un sintomo doloroso generico che può essere continuo o episodico. Il dolore è localizzato nella regione dell’addome sinistro tra costole e inguine e può avere svariate cause anche molto diverse tra loro. Può trattarsi, infatti, di un semplice disturbo momentaneo oppure un sintomo di una preesistente patologia.

Dolore al fianco sinistro da disturbo momentaneo.

  • Lievi traumi delle strutture osteo-muscolari della regione anatomica. Un esempio emblematico è quanto accade se si dorme su di fianco mantenendo il braccio sotto al corpo.
  • Mal di milza. Causato da uno sforzo prolungato per una corsa o per attività sportiva senza opportuno preriscaldamento o allenamento; esempio classico è la partita a pallone tra amici.
  • Accumulo di gas nell'intestino. Il disturbo è noto come meteorismo. I gas possono essere costituiti da semplice aria ingurgitata durante la alimentazione ma anche da metano ed idrogeno dovuti allo abbattimento degli zuccheri ad opera della flora batterica intestinale. La presenza di tali gas è di norma susseguente a problemi di malassorbimento degli alimenti. Il loro accumulo può provocare gonfiore e dolore più o meno intenso. La eliminazione dei gas che avviene dall'ano (flatulenze), di norma, produce remissione del dolore.
  • Stipsi e costipazione intestinale. La riduzione della frequenza delle evacuazioni provoca accumulo di materiale nell'intestino che genera gonfiore e anche dolore al fianco sinistro. Dolore che può passare ma che può anche persistere dopo l’evacuazione.

Dolore al fianco sinistro sintomo di una patologia.

La malattia che determina un dolore in prossimità del fianco può essere specifica degli organi dell’addome sinistro (rene e vie urinarie, milza, colon, utero ed annessi) oppure sistemica e che compromette i suddetti organi collateralmente. In fine si può trattare di patologie delle strutture muscolari ed ossee che insistono nella regione del fianco sinistro.

Le malattie più comuni che procurano dolore al lato sinistro.

  • Malattie renali e dell’apparato urinario. Tra le più comuni: i calcoli renali; la pielonefrite che è l’infezione batterica di un rene; l’uretrite che è l’infezione batterica di un uretere; la cistite che è l’infezione batterica della vescica.
  • Malattie del tratto sinistro del Colon. Ovvero del tratto discendente del colon e della sua giunzione col sigma. Le più frequenti sono: la colite spastica, la colite ulcerosa, il morbo di Crohn, la diverticolite (infiammazione dei diverticoli piccole sacche che si creano nella mucosa dell’intestino), carcinoma del colon. Tutte patologie che colpendo il colon annoverano tra i sintomi dolori o quantomeno fastidi al fianco sinistro.
  • Le malattie dell’apparato riproduttivo femminile che possono interessare l’utero e gli organi annessi (ovaia e tuba). Le più comuni sono: cisti ovariche, tumori all'utero ed all’ovaia, infezione da HPV (Papilloma virus) ecc., tutte patologie che infiammano i citati organi i quali si estendono anche nel lato sinistro del busto e quindi, se irritati, possono dar vita al sintomo in discussione. Anche se non è una malattia tipica, altra causa possibile può essere una gravidanza extrauterina ossia da un uovo fecondato che non si è impiantato nella sua naturale sede che è l’endometrio ma nella tuba, nell’ovaio e molto raramente nella cavità dell’addome.
  • Malattie della milza che possono originarsi nel viscere come un tumore ma più spesso essere conseguenti a malattie che si originano altrove come possono essere le anemie e le cirrosi e che tra i loro effetti hanno aumento di volume e dolenzia della milza.
  • Le ernie inguinali che possono determinare una dolenzia alla parte sinistra dell’addome.
  • Il varicocele che è una degenerazione varicosa delle vene che portano il sangue al testicolo. Si manifesta con prevalenza a sinistra e può presentare una sintomatologia dolorosa che interessa lo scroto e l’inguine.
  • Pubalgia. Infiammazione da sforzo dei tendini che consentono l’inserimento delle fibre muscolari della coscia al bacino. Il dolore è localizzato nella zona inguinale e si irradia alla coscia e si accentua con l’attività fisica. E tipica dei calciatori.
  • Artrosi dell’anca sinistra che comporta dolore osseo in tale zona.
  • Infiammazione dei muscoli che collegano colonna vertebrale a bacino.

Diagnosi delle cause del dolore.

La diagnosi non è facile. Se il dolore al fianco non è episodico ma è frequente è buona norma ricorrere al medico.

Ancora meglio è interpellare il proprio medico curante che conosce la nostra storia clinica. Sarà sua cura formulare una corretta diagnosi e se lo ritiene necessario indirizzarci ad uno specialista.

A tali fini è importante raccogliere e annotare precedentemente una serie di notizie che faciliteranno il lavoro.

La precisa collocazione del dolore alla parte sinistra.

E' molto importante localizzare dove con esattezza si origina il dolore. Questa informazione può infatti risultare essenziale per individuarne la causa e quindi effettuare la giusta diagnosi. Ad esempio:

  • Un dolore al fianco sinistro localizzato in alto subito sotto le costole è con buona probabilità un problema della milza.
  • Un dolore al fianco sinistro ad altezza di ombelico e alla schiena potrebbe essere un problema renale.
  • Un dolore localizzato in basso a sinistra nell’inguine che si irradia alla gamba è un’ernia o anche una pubalgia.
  • Un dolore all’inguine che coinvolge anca e natica sinistra è quasi certamente un problema di artrosi dell’anca.

Le condizioni in cui si presenta il dolore.

Egualmente importante per lo specialista è la conoscenza delle condizioni in cui il dolore si presenta:

  • Se si origina a riposo o durante il sonno è un semplice disturbo di costipazione ma anche una delle malattie descritte.
  • Se  il male al fianco insorge sotto sforzo e durante l’attività sportiva allora è mancanza di allenamento ma anche una patologia della milza o un problema tendineo - muscolare.
  • Se l'inconveniente si presenta dopo aver mangiato durante la digestione, tra le possibili cause abbiamo alcune patologie intestinali.
  • Se il dolore si presenta nella regione dell’inguine e si accentua se tossisco la diagnosi è quasi con certezza di ernia inguinale.
  • Un dolore al fianco sinistro che si manifesta quando si respira in maniera affannosa dopo una corsa è certamente dovuto a un disturbo della milza.

Dolore al fianco sinistro e sintomi associati.

Gli eventuali altri sintomi che si associano al dolore al fianco sinistro sono essenziali a circoscrivere l’ambito delle ipotesi diagnostiche:

  • Il dolore al fianco sinistro unito a diarrea e vomito è, con buona probabilità causato da una malattia intestinale.
  • Il dolore accompagnato da febbre e bruciori mentre si urina è sicuramente una infezione dell’apparato urinario.

La raccolta di tutte queste informazioni costituiranno l’anamnesi che insieme alla visita ed all’analisi di sintomi e segni consentirà al medico di formulare un’ipotesi di diagnosi che sarà avvalorata e confermata da una serie di indagini che riportiamo:

  • Analisi del sangue.
  • Ecografia dell’addome.
  • Risonanza magnetica.
  • TAC con mezzo di contrasto.
  • Esame endoscopico.

Cosa fare se ci fa male il fianco sinistro: il trattamento.

Il trattamento poiché il sintomo raggruppa un gran numero di possibili malattie non è univoco. Esso in linea di principio consiste nel diagnosticare le cause della malattia e di curarla se è possibile sino a completa guarigione o se ciò è impossibile tenerne sotto controllo i sintomi.

Se il dolore al fianco si presenta nei bambini non va sottovalutato.

I bambini sono particolarmente vivaci e perciò nella maggioranza dei casi il dolore localizzato nella parte sinistra dell’addome è semplice mal di milza provocato da uno sforzo prolungato. Tuttavia è un segno che non va sottovalutato in quanto potrebbe per esempio essere susseguente ad un problema di anemia che determina ingrossamento della milza.

Se il fianco sinistro duole in gravidanza probabilmente è anemia.

La causa più comune è l’anemia che spessissimo si accompagna alla gravidanza e che comunque non arreca pregiudizi. Ma è importante effettuare indagini in merito perché il dolore potrebbe sottintendere una infezione da papilloma virus che invece è estremamente pericolosa in gravidanza.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: