Ernia del disco sintomi.

Ernia del disco sintomi

Parleremo dei sintomi dell’ernia del disco. Per poter fare ciò necessitiamo di una breve introduzione per chiarire in cosa consista l’ernia del disco dove colpisce e quali sono i meccanismi con cui si presenta.

Descrizione e caratteristiche dell’ernia del disco.

L’ernia del disco è una malattia che interessa la colonna vertebrale e può colpire sia il suo tratto cervicale che quello dorsale o lombare. Essa, con maggior precisione, compromette le strutture anatomiche note come: dischi intervertebrali.

Dischi che ricordiamo essere costituiti da un anello fibroso formato da strati concentrici cartilaginei che divengono sempre più duri man mano che ci si sposta verso l’esterno. I quali serrano un nucleo polposo a consistenza gelatinosa e ricco d’acqua. Essi, posizionati tra due corpi vertebrali cilindrici sovrapposti, svolgono funzione di ammortizzatori e consentono i movimenti di una vertebra rispetto all’altra.

Come già accennato, per effetto della malattia, detto disco si deteriora e non riesce più a trattenere il nucleo polposo che esce dalla sua naturale sede ed va a dislocarsi nel canale spinale. A causa di tale spostamento si ha una compressione: o delle radici nervose che si dipartono dal midollo e fuoriescono dal rachide tramite forame laterale o il midollo stesso. La conseguenza immediata di tale compressione è una infiammazione che determina un quadro clinico con conseguente sintomatologia che è appunto l’ernia del disco.

Spesso il nucleo polposo non riesce a fuoriuscire dall’ anulus ma la deformazione di quest’ultimo consente una sua protrusione che comunque comprime radice nervosa o midollo. A stretto rigore in tali condizioni non si dovrebbe parlare di ernia del disco perché non vi è dislocazione del nucleo ma i sintomi che si scatenano sono i medesimi e pertanto si continua a parlare di ernia del disco.

Le cause dell’ernia del disco devono ricercarsi in una predisposizione al deterioramento della struttura discale dovuta ad ereditarietà e fattori scatenanti che possono essere: traumi, obesità, postura scorretta, malformazioni,etc.

Sintomi dell’ernia del disco.

Un gran numero di ernie è asintomatico e viene scoperto solo in maniera casuale effettuando una TAC o Risonanza Magnetica Nucleare per altri motivi.

Se sono presenti i sintomi variano in funzione di vari fattori:

    • Regione anatomica interessata dall’ernia del disco.
    • Dimensione dell’ernia e quindi entità della compressione.
    • Strutture coinvolte. Sono in genere differenti i sintomi causati da compressione delle radici nervose da quelli causati dalla compressione e quindi sofferenza del midollo. In generale alla sofferenza radicolare si associa una sindrome dolorosa a quella midollare un deficit motorio. Inoltre un disco intervertebrale che comprime il midollo spinale può scatenare anche gravi problemi di natura vascolare come una ischemia midollare.

Sintomi dell’ernia del disco cervicale:

      • Dolore alla regione cervicale.
      • Dolore alle scapole.
      • Dolore precordiale (al torace).
      • Cervicobrachialgia. Dolore che si diparte dal collo e si diffonde alle spalle ed alle braccia.
      • Disturbi di sensibilità e deficit motori delle braccia e mani.
      • Perdita di controllo degli sfinteri (incontinenza urinaria e fecale).
      • Problemi di erezione e sessuali in generale.

Sintomi dell’ernia del disco dorsale:

      • Dolori alla regione centrale della schiena ed alle costole.
      • Deficit motori agli arti inferiore.
      • Problemi di sensibilità agli arti inferiori.
      • Problemi sessuali.
      • Perdita del controllo degli sfinteri.

Sintomi dell’ernia del disco lombare:

      • Dolore ai lombi.
      • Infiammazione e dolore al nervo sciatico.
      • Infiammazione e dolore al nervo crurale (inguine ed anca).
      • Difficoltà a rimanere in piedi.
      • Deficit motori e di sensibilità degli arti inferiori.
      • Problemi di controllo degli sfinteri.
      • Problemi sessuali.

Ovviamente quelli elencati sono tutti i possibili sintomi. Non è detto che si presentino tutti contemporaneamente. Maggiore è la compressione radicolare e midollare e più severa è la sintomatologia.

Torna alla home di Medicina

Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: