FT4 basso, FT4 alto e valori normali della tiroxina libera.

Cos’è la Tiroxina libera, e quali funzioni svolge? Quando è alta? Quando è bassa? Quali sono i valori normali di Ft4 nel sangue, e perchè valori alti possono essere associati ad ipertiroidismo mentre valori bassi ad ipotiroidismo? Scopriamolo.

FT4 basso, FT4 alto e valori normali della tiroxina libera

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche e funzioni
  2. Valori normali
  3. Valori e funzionalità della tiroide
    1. Valori alti
    2. Valori bassi
  4. Opinioni e commenti

Cosa è la tiroxina libera o ft4?

Per poter definire la tiroxina libera o ft4 è necessario partire dalla tiroxina.

La tiroxina o anche tetraiodo-L-tironina, o ancora più sinteticamente t4, è uno degli ormoni endocrini che viene secreto dalla ghiandola tiroidea.

Il t4, in qualità di ormone endocrino, dopo la sintesi da parte dei follicoli della ghiandola, passa immediatamente nel torrente ematico. Il sangue, però, ha una base acquosa e pertanto il t4, a causa delle elevate caratteristiche lipofile, (ricordiamo che un composto si definisce lipofilo se si scioglie facilmente in composti lipidici o grassi) risulta in esso insolubile.

Questa proprietà del t4 gli viene dalla sua struttura chimica di lipide. In natura, infatti, vale la legge per cui un composto è di norma solubile in sostanze che hanno le sue stesse caratteristiche. Per questa sua natura perciò, allo scopo di poter viaggiare nel torrente ematico, il t4 deve essere inglobato in una apposita proteina a forma di globo nota come TBG (Thyroid Binding Globulin) che viene prodotta dal fegato.

La TGB lega circa il 75% della concentrazione ematica totale di tiroxina.

La restante parte viene invece legata da altre proteine e precisamente: dall’albumina e dalla transtiretina che è un precursore dell’albumina.

Solo una piccolissima percentuale, pari a circa lo 0, 3% dell’ammontare totale di tiroxina prodotta, rimane libera nel sangue.

Questa parte costituisce appunto la tiroxina libera o ft4 (free t4).

Quali sono le sue funzioni biologiche?

E’ proprio tale parte libera della tiroxina che esplica le funzioni biologiche a cui l’ormone è deputato. Le funzioni biologiche dello ft4 sono numerose, ma le più importanti sono così riassumibili:

  • Stimolazione ed incremento dei processi metabolici che producono calore corporeo con conseguente aumento della temperatura corporea nonchè della quantità di ossigeno consumata.

  • Stimolazione ed incremento della glicogenolisi: processo metabolico che ottiene dai poilimeri del glucosio (glicogeni ossia zuccheri complessi) il monosaccaride glucosio.

  • Stimolazione ed incremento della gluconeogenesi: ossia del processo metabolico che in condizioni di necessità (scarsezza di glucosio) trasforma in questo ultimo i componenti non glucidici come: lipidi o proteine.

  • Stimolazione sia della sintesi che del catabolismo del colesterolo: processo metabolico che trasforma i grassi in sostanze più semplici

  • Stimolazione del sistema nervoso simpatico: stimolazione che è una diretta conseguenza dell’incremeto dei ricettori beta andrenergiuci favorita dalla frazione attiva (libera) dell’ormone t4. Le conseguenze di tutto ciò si traducono in: aumento della frequenza cardiaca, dilatazione dei bronchi, costrizione dei vasi sanguigni, serraggio degli sfinteri, etc.

Misura dei livelli di ft4 e suoi valori fisiologici.

E’ possibile misurare la concentrazione della ft4 ematica in con una analisi ematochimica quantitativa effettuata su un campione di sangue prelevato in vena.

I valori che sono considerati fisiologici sono riportati in nano grammi per decilitro di sangue nel prospetto che segue in funzione dell’età del soggetto. Ricordiamo che un nano grammo è pari a 10-9 e quindi 0,000000001 grammi (un miliardesimo di grammo) che un decilitro è pari a 0,1 litri (un decimo di litro).

Valori fisiologici di tiroxina libera.

Neonato 0 a 3 gg. tra 2 e 5 ng/dL

Neonato da 3 a 30 gg. : tra 0,9 e 2,2 ng/dL

Bambino/ragazzo da 30 gg. a 18 anni: tra 0,8 e 2 ng/dL

Adulto età > 18 anni: tra 0,7 ed 1,8 ng/dL

Gestante: tra 0,5 ed 1 ng/dL

Talvolta il laboratorio di analisi può fornire la concentrazione della tiroxina libera non in ng/dL ma in picomoli/L. Dove un 1 ng/dL di ft4 = 12,87 picomoli/L.

Livelli di ft4 come indicatore della funzionalità della tiroide.

Cause di valori alti o bassi della tiroxina libera

Potrebbe apparire ragionevole che la misura dei livelli di t4 (Tiroxina totale ematica) sia l’indicatore principale per valutare la buona funzionalità della ghiandola tiroidea. In realtà non è così. Per valutare il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea si preferisce determinare i valori di ft4. Questi, infatti, risultano indipendenti dai livelli ematici delle proteine leganti e dalle capacità degli ormoni tiroidei di legare dette proteine e per tale motivo costituiscono un indice diagnostico più affidabile specialmente se unito ai livelli di tsh. Il prospetto che segue fornisce una idea di massima di un tal tipo di diagnosi.

Ipotiroidismo senza sintomatologia (subclinico): valori di ft4 fisiologici, valori di tsh elevati
Ipotiroidismo conclamato:  valori di ft4 bassi, valori di tsh elevati
 Tiroide funzionante: valori di ft4 fisiologici, valori di tsh fisiologici
 Ipertiroidismo senza sintomatologia (subclinico):  valori di ft4 fisiologici, valori di tsh bassi
 Ipertiroidismo conclamato:valori di ft4 bassi, valori di tsh fisiologici/elevati

 Valori alti di tiroxina libera: sintomo di ipertiroidismo.

Solitamente i livelli alti di ft4 costituiscono uno dei segni essenziali dell’ipertiroidismo. Ossia di eccessiva secrezione di ormoni tiroidei.

Puoi approfondire cause e conseguenze dell'ipertiroidismo.Le cause (malattie) più comuni che possono determinare una tale condizione sono:

  • Gozzo tossico diffuso. Nota anche come malattia di Basedow-Graves. E’ una malattia in cui il sistema immunitario, probabilmente per cause genetiche, scatena anticorpi contro i tessuti tiroidei. Detta reazione anticorpale sollecita la ghiandola ad una esagerata secrezione degli ormoni t3 e t4.

  • Hashitotossicosi. E’ una fase transitoria della tiroidite di Hashimoto che è una malattia autoimmune che scatena anticorpi contro la tiroide.Talvolta, ma non sempre, detta patologia presenta una fase di ipertiroidismo (di norma la malattia provoca ipotiroidismo) dovuta al danno dei tessuti tiroidei che secernono eccessi di ormoni preformati ed all’eccessiva stimolazione del tsh.

  • Adenoma tossico o morbo di Plummer. E’ un tumore benigno della tiroide che al contrario dei noduli si presenta come una unica massa tondeggiante. Normalmente si comporta come i noduli freddi e perciò non è ipersecretivo. Ma in alcuni casi risulta iperfunzionante ed indipendente dalle regolazioni ormonali e pertanto determina aumento dei livelli di t4 e quindi dell’ft4.

I livelli di ft4 possono però essere elevati, con frequenza bassa, oltre che nei casi di ipertiroidismo anche in:

  • Condizioni caratterizzate da elevati livelli di estrogeni e quindi per: gravidanza, neoplasie che secernono estrogeni.

  • Assunzione di eroina/metadone.

Valori bassi di ft4: sintomo di ipotiroidismo.

Valori bassi di T4 libero sono indice di scarsa funzionalità della ghiandola tiroidea e quindi di ipotiroidismo. La causa più frequente dell’ipotiroidismo è la tiroidite di Hashimoto.

Approfondisci cause, sintomi e possibili terapie dell'ipotiroidismo.

Oltre l’ipotiroidismo, che come detto è la principale causa di livelli bassi di ft4, detta condizione può anche essere conseguenza dell’azione di numerosi farmaci come: ormoni maschili, glucocorticoidi (antiinfiammatori e immunosoppressori), sulfamidici (antibatterici), eparina (anticoagulante).

I valori della tiroxina libera in gravidanza.

Notiamo che le donne incinte hanno livelli ematici della ft4 più bassi del maschio adulto.

La condizione è determinata dall’aumento di produzione della proteina legante TGB da parte del fegato che è conseguenza della stimolazione conseguente agli elevati livelli di estrogeni tipici della condizione della gestante.

Il corpo può reagire ad una siffatta condizione e per ristabilire i normali equilibri incrementa la secrezione dell’ormone TSH o ormone ipofisiario. L’aumento dei livelli di TSH stimola la tiroide a produrre più ormoni e quindi si ha un incremento del tiroxina totale e un parziale riequilibrio della ft4.

L’esame può essere influenzato da una serie di farmaci pertanto è necessario informare di eventuali terapie il medico che potrà consigliare la sospensione di alcune prescrizioni.

Il test di funzionalità tiroideo è particolarmente importante nei neonati perchè l’ipotiroidismo congenito, se non tempestivamente curato, può generare gravi ritardi nella crescita ma anche nello sviluppo delle facoltà mentali con gravi forme di ritardo.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Torna alla home di Medicina

Indice Articolo:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: