Infezione da candida: cause, sintomi, cura ed alimentazione.

Cos'è e come si sviluppa l' infezione da Candida o Candidosi? Quali sono i sintomi e le le cause dell' infezione del un fungo? Approfondiamo la cura e l'alimentazione più adatta per contrastare le conseguenze.

Infezione da candida: cause, sintomi, cura ed alimentazione

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche e tipologie
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Cura
    1. Alimentazione

Caratteristiche e tipologie della Candidosi o infezione da candida.

La candidosi è un'infezione che può essere causata da un diversi tipi di Candida ed in particolar modo dal fungo Candida Albicans

Generalmente la Candida, presente sulla pelle, nell'intestino o nella regione genitale, non causa problemi, ma, talvolta il fungo può sviluppare infezioni in soggetti con alterato sistema immunitario affetti da diabete, AIDS, cancro o nelle donne in stato di gravidanza. 

La candidosi si diffonde attraverso il torrente ematico e può colpire diverse parti dell'organismo.

Infezione localizzata.

In questa forma della malattia il fungo colpisce e prospera in aree umide del corpo come:

  • Bocca. In questo caso si parla di Mughetto. infiammazione della mucosa che ricopre il cavo orale (con termine medico stomatite) provocata dalla specie Candida Albicans.
  • Vagina.La candida da luogo a frequenti infiammazioni della vagina, vaginiti, soprattutto durante la gravidanza, o in seguito a terapie antibiotiche che alterano la flora batterica.
  • Pieghe della pelle dei neonati coperte dal pannolino.
  • Genitali maschili. La candida nell'uomo provoca infiammazione del solco balano-prepuziale.
  • Sulle unghia dei piedi e nelle pieghe delle dita delle mani. Provocando la malattia tipica nota come “Piede d’atleta”.

Candidosi sistemica.

L'infezione localizzata, soprattutto in soggetti immunodepressi, può passare  nell’esofago e nell’intestino dando luogo ad infezioni quali l'esofagite da candida o la candidosi intestinale . In questa situazione la sintomatologia è a carico dell’apparato gastroenterico con diarrea o stitichezza e nelle forme gravi problemi di malassorbimento.

Approfondisci i rimedi e le possibili conseguenze della candidosi intestinale.

Infezioni più gravi possono colpire anche le valvole cardiache,  la retina , o il rene.

Cause dell'infezione dovuta al fungo Candida.

Normalmente la candida colonizza in quantità contenuta ed in equilibrio con altri microorganismi il corpo umano. La sua maggior dislocazione è nell’intestino ma in misura minore è presente anche sulla pelle, in bocca, negli organi genitali ed in quasi tutte le mucose. In queste condizioni il fungo è per così dire in uno stato dormiente ossia si presenta in forma di spore. Se per qualche motivo questo equilibrio tra i vari microrganismi si altera allora la candida può attivarsi e passare dalla forma di spore a quella che viene denominata “ifa” e dare inizio all’infezione.

Le cause che possono determinare questa attivazione del fungo sono molteplici di seguito ne riportiamo qualcuna delle principali.

  • Alterazioni ed indebolimento del sistema immunitario. In tali condizioni non riesce più a contenere il fungo che prolifera.
  • Alterazione della flora dei micro organismi che colonizzano il corpo causata da medicinali (antibiotici o immunosoppressivi) con rottura del consueto equilibrio e sopravvento del fungo e sua successiva proliferazione.
  • Alterazione del PH della zona in cui si innesta l’infezione. Questa è una delle cause tipiche delle infezioni vaginali da candida. In questi casi le variazioni del PH vaginale sono provocate da scompensi ormonali.
  • Microulcerazioni delle mucose nella zona anatomica in cui si innesta l’infezione. Le micro ferite favoriscono l’infezione fungina.

I sintomi della candida.

I sintomi variano ovviamente con il variare delle zone interessate della malattia.

  • Nel caso di infezione degli organi genitali femminili (vagina e vulva):  si possono presentare prurito, bruciori, perdite biancastre con aspetto simile alla ricotta, talvolta bruciore alla minzione, rapporti  dolorosi.
  • Se invece l' infezione colpisce genitali maschili: abbiamo chiazze di dimensione molto contenute rosse e lucide dislocate su prepuzio e glande, prurito e bruciore.
  • Qualora la candidosi arrivi a livello cutaneo e degli annessi cutanei si può avere la comparsa di dermatiti, psoriasi e orticarie, la perdita di capelli e le unghia incarnite. Nel caso del piede d’atleta, arrossamenti, ulcerazioni, pelle traslucida, bruciore e prurito sono i sintomi che si manifestano nella zona interessata.
  • La candidosi sistemica comporta tra i sintomi più evidenti essenzialmente problemi di natura gastroenterica come diarrea o stitichezza, problemi digestivi, gonfiore, malnutrizione.
  • Nel caso del mughetto: arrossamento della mucosa del cavo orale e formazione di una patina biancastra sull’eritema.

La diagnosi: come riconoscere l' infezione.

La diagnosi della candida si effettua con la osservazione del quadro clinico e dei sintomi che si evidenziano sul corpo dell'interessato.

Per una conferma definitiva si passa ad indagini mediche specifiche che prevedono la ricerca dell’agente patogeno in una coltura di cellule prelevate dal paziente con un tampone.

Terapia: come curare la candida.

La terapia è ovviamente funzione della patologia.

Quando l'infezione è localizzata sulla cute, in bocca o nella vagina, di norma come rimedi si usano antimicotici topici o sistemici che possono curare rapidamente l' infezione.

La candidosi sistemica, viene trattata con un antifungino somministrato per via endovenosa quale l'Amfotericina B.

Norme igieniche ed alimentazione. 

Importante per la cura della malattia è rispettare delle accurate norme di igiene e l’uso di indumenti di fibre naturali che favoriscono la traspirazione e non producono sfregamento sulle zone anatomiche interessate. Utile risulta anche una dieta che miri a potenziare le difese del sistema immunitario ed a limitare la proliferazione del fungo riequilibrando la flora locale. L'alimentazione sarà:

  • povera di zuccheri primari, priva di lieviti e formaggi,
  • ricca di probiotici e fibre solubili.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Indice:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.