Infiammazione al ginocchio: cosa fare? Sintomi, cause e rimedi naturali.

L’infiammazione del ginocchio è un processo infiammatorio a carico di tutte le strutture di questa articolazione. Si manifesta principalmente con sintomi locali, quali dolore e bruciore. Le cause possono essere di natura patologica o traumatica...ma quali sono i rimedi naturali e farmacologici per ridurre l’infiammazione? E i quali i rimedi fisioterapici per favorire il recupero dell’articolazione? Scopriamolo.

Infiammazione al ginocchio: cosa fare? Sintomi, cause e rimedi naturali

    Indice Articolo:

  1. Cos'è?
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Che fare?

Cos’è l’infiammazione al ginocchio?

L'infiammazione al ginocchio, definita talvolta impropriamente con il termine gonalgia, (che significa, letteralmente, dolore al ginocchio) è un processo infiammatorio a carico delle strutture del ginocchio. Questa condizione patologica è molto comune sia in soggetti sportivi che in soggetti sedentari.

Il ginocchio, infatti, è una delle articolazioni più sottoposta a sollecitazioni nell'arco della giornata e sulla quale viene caricato molto peso. Non è raro, quindi, che si verifichino fenomeni infiammatori che possono interessare una o più strutture dell'articolazione; talvolta l'infiammazione può anche derivare da un problema ad uno dei tanti fasci di nervi che attraversano il ginocchio.

Strutture coinvolte nel processo infiammatorio.

Il processo infiammatorio a carico del ginocchio può colpire diverse strutture che fanno parte di esso. In particolare si può manifestare a livello di:

  • Articolazione: l'infiammazione è legata ad una riduzione dello strato di cartilagine tra le ossa che costituiscono l'articolazione del ginocchio. Questo determina lo sfregamento delle due ossa l'una con l'altra e l'insorgenza del processo infiammatorio.
  • Tendini: l'infiammazione può riguardare i tendini propri del ginocchio, come il tendine rotuleo, o quelli che si inseriscono a livello del ginocchio, come il tendine popliteo, e quello del quadricipite.
  • Legamenti: l'infiammazione può colpire i legamenti propri del ginocchio, quali il legamento crociato anteriore, posteriore, il legamento collaterale mediale, o interno e laterale o esterno.

L'infiammazione, in caso di tendini o legamenti, può essere causata da un trauma o dalla riduzione delle borse sierose (delle borse contenenti un liquido chiamato liquido sinoviale che serve a ridurre i fenomeni di attrito e sfregamento tra le varie strutture del ginocchio).

Cause patologiche o traumatiche del ginocchio infiammato.

L'infiammazione al ginocchio può essere causata da traumi o patologie e si manifesta prevalentemente con sintomi locali a carico dell'articolazione.

In linea generale, tra le condizioni che causano infiammazione al ginocchio abbiamo:

  • Artrite, un processo infiammatorio aspecifico che colpisce le articolazioni e che dipende a sua volta da altre patologie quali, ad esempio, le malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide, o l'artrite da psoriasi o, ancora, il lupus eritematoso sistemico.
  • Artrosi, un processo degenerativo che coinvolge le cartilagini delle articolazioni. In questo caso, si ha un graduale assottigliamento della cartilagine fino a far si che le due ossa sfreghino tra di loro generando un processo infiammatorio. L'artrosi è solitamente legata all'età, o ad un eccessivo utilizzo e sovraccarico dell'articolazione.
  • Cisti di Baker, delle formazioni benigne che si localizzano a livello delle borse sierose dietro il ginocchio e che causano compressione e infiammazione.
  • Traumi, solitamente di tipo accidentale o legati allo sport, possono causare tendinite (infiammazione dei tendini), borsite (infiammazione delle borse sierose), infiammazione ai legamenti, o in generale a tutta l'articolazione.
  • Sovraccarico, ovvero il ginocchio è sottoposto ad un eccessivo carico, ad esempio in caso di persone obese, o fortemente sovrappeso, o in caso di eccessivo uso di bicicletta, o ancora in caso di eccesso di sport.
  • Protesi articolari, ovvero l'infiammazione è legata all'inserimento di una protesi all'interno del ginocchio.

Sintomi dell’infiammazione articolare.

La sintomatologia relativa all'infiammazione al ginocchio è solitamente di tipo locale, cioè si verifica solo a livello dell'articolazione, con sintomi quali:

  • Dolore articolare, che può essere sia acuto che lieve e che può manifestarsi sia a riposo, che in movimento.
  • Gonfiore dell'articolazione, legato ad una condizione di edema, cioè un accumulo di liquidi che si verifica a causa del processo infiammatorio. Il gonfiore può anche non essere presente, in base alla struttura coinvolta dal processo infiammatorio.
  • Arrossamento e bruciore dell'articolazione.
  • Rigidità articolare, che può essere lieve, o molto grave da impedire il movimento.

I sintomi sistemici, come ad esempio la febbre, sono rari e si manifestano per lo più in caso di patologie sottostanti che determinano uno stato infiammatorio generalizzato.

Come si effettua la diagnosi?

Una corretta diagnosi è fondamentale sia per stabilire quali strutture sono infiammate, sia per poter definire un adeguato piano terapeutico.

Generalmente la diagnosi viene eseguita dal medico ortopedico, mediante:

  • Esame obiettivo del paziente e valutazione dei sintomi.
  • Radiografia del ginocchio, per verificare l'eventuale presenza di liquido, o di traumi alle strutture.
  • Risonanza magnetica del ginocchio, per comprendere meglio la natura dell'infiammazione e per chiarire eventuali dubbi posti dalla radiografia.

Che fare in caso di infiammazione al ginocchio?

Dopo un'accurata diagnosi, il medico può indirizzare il paziente verso una terapia. Solitamente è consigliabile integrare dei rimedi naturali, da considerarsi di primo soccorso e dei rimedi medico - farmacologici.

La durata del processo infiammatorio dipende dalle cause scatenanti e dal tempo di reazione del singolo individuo.

Rimedi naturali in caso di infiammazione lieve.

Il trattamento dell'infiammazione al ginocchio con rimedi naturali è riservato ai casi di infiammazione lieve, o è da considerarsi come rimedio di primo soccorso, in attesa del rimedio indicato dal medico. In linea generale sono indicati i seguenti rimedi naturali:

  • Applicazione di ghiaccio nelle prime 48 - 72 ore dall'insorgenza dell'infiammazione. Il ghiaccio va mantenuto in sede per 15 - 20 minuti, poi rimosso per una mezz'ora e poi riapplicato. Aiuta a ridurre gonfiore e dolore grazie alla sua capacità di limitare l'afflusso di sangue alla zona infiammata (azione vasocostrittrice). Trascorse le 72 ore la fase acuta dell'infiammazione tende a ridursi ed è consigliabile applicare impacchi caldi per favorire l'afflusso di sangue (azione vasodilatatrice) alla zona infiammata, per accelerare il processo di guarigione.
  • Integratori a base di acidi grassi essenziali della serie omega 3. Questi acidi grassi polinsaturi (in particolare l'acido eicosapentaenoico e l'acido docosaesaenoico) hanno spiccate proprietà antinfiammatorie e riducono la sintomatologia legata all'infiammazione.
  • Applicazione di una miscela di olio di oliva e sale rosa dell'Himalaya. L'olio di oliva contiene acidi grassi essenziali polinsaturi ad azione antinfiammatoria e lenitiva, mentre il sale dell'Himalaya contiene minerali essenziali che gli conferiscono azione antinfiammatoria e favorisce l'eliminazione dei liquidi riducendo l'edema. La miscela si prepara mescolando 200 ml di olio di oliva con 120 g di sale dell'Himalaya, si amalgama bene il tutto e si lascia in un contenitore chiuso e posto in luogo asciutto e buio per 8 giorni circa. Successivamente, si applica una dose di prodotto sulla parte da trattare con un massaggio delicato e si lascia sulla cute per circa 20 minuti, trascorsi i quali si risciacqua il tutto con acqua tiepida.
  • Pomate a base di erbe ad azione antinfiammatoria, antiedemigena ed analgesica, quali artiglio del diavolo (contenente arpagosidi) e arnica montana (contenente lattoni sesquiterpenici ed elenalina). Le pomate vanno applicate al bisogno sulla zona da trattare.

Rimedi farmacologici per ridurre il dolore.

I rimedi medici per il trattamento dell'infiammazione al ginocchio comprendono pomate antinfiammatorie, farmaci antinfiammatori e cortisonici.

In particolare possiamo trattare l'infiammazione al ginocchio con:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei, da assumere per via orale come ibuprofene (Moment) o ketoprofene (Oki).
  • Pomate a base di farmaci antinfiammatori non steroidei, come quelle a base di acido acetilsalicilico.
  • Farmaci antinfiammatori steroidei, a base cioè di cortisone, nei casi di infiammazione grave o legata a patologie autoimmuni.

Rimedi fisioterapici per favorire il recupero dell’articolazione del ginocchio.

Molto importante è anche l'associazione dei trattamenti farmacologici, o naturali con la fisioterapia, per ridurre l'infiammazione e favorire il recupero dell'articolazione. Tra le tecniche maggiormente indicate abbiamo:

  • Tecar, ovvero si sfrutta un macchinario che generando un campo magnetico convoglia l'energia interna dell'organismo verso la zona da trattare. In questo modo si farà in modo da aumentare la vasodilatazione ed il calore nella zona da trattare, di modo che le sostanze antinfiammatorie naturali prodotte dal corpo si dirigano verso la zona infiammata.
  • Laser, ovvero si sfrutta il calore generato dalla luce laser per trattare l'infiammazione. Questo tipo di tecnica fisioterapica consente di indirizzare il calore in modo mirato alle diverse strutture del ginocchio di modo da avere un trattamento specifico per la zona da trattare. Oltre ad avere effetto antinfiammatorio, ha anche effetto antiedemigeno (riduce cioè l'edema) ed antidolorifico.
  • Ionoforesi, una particolare tecnica che veicola un farmaco specifico (ad esempio il cortisone o un antinfiammatorio non steroideo) nella zona da trattare. Il farmaco viene assorbito per via transcutanea grazie ad una corrente galvanica prodotta dal macchinario. In questo modo il farmaco viene veicolato direttamente nella zona infiammata risultando così più efficace.

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico ortopedico.

Supervisione: Vincenzo Angerano - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.