Lingua bianca: le cause della patina bianca sulla lingua.

Lingua bianca: le cause della patina bianca sulla lingua

    Indice Articolo:

  1. Come si presenta?
  2. Cause patologiche
  3. Cause non patologiche
  4. Sintomi associati
  5. Rimedi naturali e consigli   
  6. Opinioni e commenti

Mai avuto la lingua bianca? Scopriamo quali sono le cause della formazione di questa patina bianca, quando può essere sintomo di una patologia o quando invece può dipendere da comportamenti sbagliati e come fare per far tornare rosa e sana la lingua!

Che cos’è la patina bianca sulla lingua?

Avere la lingua bianca significa osservare sulla superficie dorsale della propria lingua una patina bianca che può tendere al giallo. Lo strato bianco sulla lingua le conferisce un aspetto "peloso" o "villoso" tanto da far sì che tale condizione prenda il nome di "lingua bianca villosa". Questa patina bianca si forma a causa della proliferazione di microrganismi come batteri, funghi e lieviti oppure per l'eccessivo turnover cellulare che determina una maggiore desquamazione delle cellule della mucosa orale che, una volta morte, si depositano a livello della lingua. In generale tale condizione è molto comune e spesso non desta preoccupazione poiché le cause sono facilmente individuabili e curabili. In particolare esistono cause di natura patologica e non patologica, vediamole nel dettaglio.

Cause patologiche che si associano ad altre manifestazioni cliniche.

Cause della lingua bianca

Sebbene la lingua bianca sia comunemente causata da problemi che non hanno una natura di tipo patologico, talvolta può essere il sintomo di qualcosa di più grave, specialmente se sono presenti altri sintomi, per cui è bene fare delle indagini più approfondite di modo da stabilire quali possano essere le cause di tale fastidio.

Tra le patologie più comuni abbiamo:

  • Mughetto: è una micosi causata dalla candida albicans. La candidosi orale si manifesta principalmente nei neonati che non hanno un sistema immunitario del tutto sviluppato e non presentano il corretto grado di acidità nella bocca e nelle donne in gravidanza che sono più soggette a infezioni a causa dei cambiamenti ormonali. Se il neonato è affetto da candidosi orale, può trasmetterla alla madre mediante allattamento al seno.

  • Tonsille: chi soffre di problemi alle tonsille come tonsilliti ricorrenti, tonsille criptiche o calcoli tonsillari, può avere la lingua bianca a causa dello stato di infezione e di infiammazione che viene a crearsi.

  • Lichen planus: è una patologia autoimmune che determina varie manifestazioni cliniche tra cui la comparsa di placche bianche sulla lingua e bruciore. Tali manifestazioni sono dovute al mal funzionamento del sistema immunitario che attacca l'organismo stesso.

  • Scarlattina: determina un aspetto particolare della lingua definito "a fragola bianca" poichè questa assume l’aspetto di una fragola ma è di colore biancastro. È una patologia tipica dell'età infantile che comprende anche sintomi sistemici come febbre e chiazze rosse su tutto il corpo.

  • Patologie delle vie respiratorie: malattie come influenza, raffreddore e faringite causano una forzata respirazione con la bocca aperta motivata della congestione nasale che spesso le accompagna. Questo può determinare la disidratazione (favorita anche dalla febbre) e la secchezza del cavo orale che provocano la formazione della patina biancastra sulla lingua.

  • Patologie gastrointestinali: chi soffre di patologie all'apparato gastrointestinale come per esempio reflusso gastroesofageo, digestione lenta e difficoltosa, gastrite, ulcere da helicobacter pylori, è soggetto ad avere la lingua bianca. La comparsa della patina bianca sulla lingua indica un mal funzionamento dell'apparato gastrointestinale.

  • Patologie epatiche: la lingua bianca indica spesso, specialmente se accompagnata ad altri sintomi come ittero o sapore amaro in bocca, un malfunzionamento del fegato. Può comparire quindi in caso di cirrosi epatica o epatiti.

  • HIV: la lingua bianca si manifesta spesso in pazienti colpiti da HIV. Questo avviene poichè il virus causa l'aids, un'immunodeficienza che abbassa le difese immunitarie e favorisce la proliferazione batterica e l'insorgenza d’infezioni.

  • Infezioni: alcune infezioni, come l'herpes simplex o la mononucleosi infettiva, possono provocare la comparsa di lingua bianca tra i sintomi, a causa dell'alterazione dell'equilibrio della mucosa del cavo orale e come conseguenza stessa del processo patologico infettivo.

Cause non patologiche che rendono la lingua bianca.

La patina bianca sulla lingua può formarsi anche per cause non patologiche, che sono molto più frequenti di quanto non si pensi e che spesso sono sottovalutate o nemmeno prese in considerazione.

Tra le cause non patologiche che generano lingua bianca, abbiamo:

  • Igiene orale: una scarsa o una scorretta igiene orale è la principale causa non patologica di patina bianca sulla lingua negli adulti. Difatti se ci si lava i denti frettolosamente, senza pulire anche la lingua, oppure se si salta la pulizia della bocca o ancora se non si utilizza il filo interdentale, si può avere un'eccessiva proliferazione batterica con conseguente formazione della patina biancastra.

  • Alimentazione: un'alimentazione scorretta basata sul consumo eccessivo di cibi grassi e pieni di zuccheri, o sul consumo eccessivo di cibi a base di latte (esempio latticini e formaggi vari) può favorire la proliferazione batterica nel cavo orale e alterare la composizione e l'equilibrio dello strato di muco presente normalmente sulla lingua. Questo può quindi determinare la comparsa della lingua bianca. Talvolta anche un'alimentazione povera di vitamine, specialmente del gruppo b, e sali minerali possono portare alla comparsa di lingua bianca.

  • Stress: lo stress può causare la comparsa di patina bianca sulla lingua. Questo è dovuto al fatto che forti condizioni stressanti alterano gli equilibri degli ormoni e variano anche la composizione del sudore e della saliva. Questo può favorire la proliferazione batterica e la lingua bianca.

  • Farmaci: alcuni farmaci, come gli antibiotici, provocano alterazioni nella flora batterica dell'organismo, compresa quella intestinale e quella orale. Questo può portare alla comparsa di lingua bianca.

  • Protesi dentali: coloro che portano protesi dentali, specialmente quindi gli anziani; possono avere la tendenza a formare una patina biancastra sulla lingua. Questo è dovuto al fatto che la presenza di protesi in bocca causa un aumento della proliferazione batterica e quindi se la pulizia non è adeguata, si può avere la lingua bianca.

  • Fumo e alcol: chi fuma molte sigarette al giorno o chi fa abuso di alcol può avere la lingua bianca a causa della disidratazione e dell'essiccamento della mucosa orale che queste due sostanze causano.

Come abbiamo visto parlando delle cause patologiche quando la lingua bianca è manifestazione di una malattia questa si associa ad altri sintomi. Vediamo quali sono i più frequenti e come possono essere d’aiuto ad individuare l’origine del problema.

Sintomi associati alla formazione della patina: un aiuto per la diagnosi.

La lingua bianca può essere accompagnata da altri sintomi più o meno specifici, che possono essere limitati al cavo orale oppure riguardare diversi organi e apparati. La presenza dei vari sintomi potrà indirizzare la diagnosi verso una patologia ben specifica o verso una condizione particolare che può avere originato la comparsa della patina bianca sulla lingua.

Tra i sintomi che riguardano il cavo orale e che si associano a lingua bianca, abbiamo:

  • Puntini rossi: la comparsa di puntini rossi insieme alla lingua bianca può essere sintomo di infiammazione delle papille linguali. Tale condizione può essere causata per esempio da infezioni da lievito e si verifica spesso nei bambini.

  • Secchezza: quando la produzione di muco non è adeguata il cavo orale si secca e si ha una disidratazione delle cellule della mucosa orale. La sensazione di secchezza, accompagnata da quella di bocca impastata, si associa spesso a lingua bianca. Tali sintomi possono essere causati da influenza o da eccesso di fumo.

  • Bocca amara: la contemporanea presenza di lingua bianca e di un sapore amaro in bocca devono far sospettare un problema epatico e quindi si consiglia un approfondimento medico.

  • Bruciore: nel caso in cui insieme alla lingua bianca sia presente una sensazione di bruciore o di lingua che "pizzica" è possibile essere in presenza di una forte irritazione della lingua tipica di alcune condizioni come la leucoplachia. Talvolta la lingua può essere anche spaccata a causa della forte irritazione.

  • Dolore e gonfiore: se la lingua bianca compare dopo un piercing ed è accompagnata da dolore e gonfiore è probabile che si sia sviluppata un'infezione nel sito di inserzione del piercing. In questo caso è possibile anche che la lingua sia maleodorante a causa dell'infezione.

  • Alitosi: è il sintomo che si accompagna nella maggior parte dei casi alla formazione della patina bianca sulla lingua. Può essere causato da infezioni, scarsa pulizia o da problemi digestivi.

Potrebbero interessarti le cause dell'alito pesante e quali sono i rimedi per questo fastidioso disturbo.

  • Sintomi influenzali: se alla lingua bianca si associa la presenza di mal di gola, tosse, muco e febbre probabilmente questo indica la presenza di raffreddore o influenza.

  • Puntini bianchi: la comparsa di placche bianche sulla superficie della lingua, in associazione ad una colorazione biancastra generale, è legata ad una condizione nota come leucoplachia che si verifica nei soggetti fumatori e che causa alterazione nel gusto e fastidio alla lingua.

  • Afte: talvolta sulla lingua, oltre ad una patina bianca, compaiono delle afte, cioè delle piccole bolle di colore bianco, che provocano dolore e bruciore. Sono solitamente causate da un'infezione virale.

Tra i sintomi che invece non sono strettamente localizzati al cavo orale o alla lingua e che si accompagnano alla formazione di una patina bianca, abbiamo:

  • Manifestazioni intestinali: quando la lingua bianca ha come origine un problema di tipo intestinale, gastrico o epatico si può accompagnare a sintomi come mal di pancia, sensazione di gonfiore, diarrea e feci molli.
  • Ghiandole e linfonodi ingrossati: solitamente quando si ha un ingrossamento dei linfonodi e delle ghiandole salivari come sintomi contemporanei della lingua bianca siamo di fronte alla presenza di un'infezione come per esempio la mononucleosi infettiva.

Ma come possiamo rimediare a questa patina biancastra che si forma sulla lingua?

Rimedi omeopatici: ottimi alleati per le cause non patologiche.

L'omeopatia può essere un'ottima alleata per contrastare il problema della lingua bianca. Tra i rimedi omeopatici abbiamo:

  • Anacardium orientale 5 CH: è un rimedio omeopatico che si utilizza in caso di problemi gastrointestinali come digestione lenta, gastrite e cura sintomi quali alitosi e lingua bianca. Si consiglia di assumerne tre granuli ogni tre ore circa.

  • Antimonium crudum 4 CH: tale rimedio si utilizza quando si soffre di dispepsia, ulcera gastrica e in caso di sintomi come sensazione di pienezza, inappetenza e lingua bianca. Se ne devono assumere 3 granuli ogni ora oppure ogni tre ore circa.

  • Nux vomica 5 CH: si utilizza nel caso in cui i disturbi dell'apparato digerente siano dovuti ad eccessi nello stile di vita e nell'alimentazione e nel caso in cui la lingua assuma una colorazione bianco - giallastro. Si consiglia di assumerne 3 granuli ogni tre ore circa.

  • Phosphorus 6 CH: si utilizza in caso di lingua bianca causata da reflusso gastroesofageo e accompagnata da sintomi come sensazione di stomaco vuoto e fame notturna. Se ne devono assumere 3 granuli ogni tre ore circa.

N.B. I rimedi omeopatici appena analizzati e quelli casalinghi che vedremo tra poco sono utili in quelle condizioni in cui la lingua bianca non è causata da patologie ma da cause esterne. Nei casi in cui invece la patina bianca sulla lingua sia causata da una patologia, le cure saranno diversificate in base alla malattia e mirate alla cura di quest'ultima piuttosto che del sintomo. Per esempio nel caso del mughetto la terapia è a base di antimicotici come fluconazolo e itraconazolo.

I rimedi della nonna per attenuare la patina biancastra sulla lingua.

I rimedi della nonna prevedono l'utilizzo di sostanze naturali per eliminare o attenuare il problema della patina bianca sulla lingua. Vengono usati principalmente:

  • Bicarbonato: il bicarbonato di sodio è composto da cristalli che esercitano un'azione abrasiva sulle superfici che vengono trattate. Per pulire la lingua è sufficiente utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto in acqua e bicarbonato e strofinarlo sulla parte da trattare. L'operazione va ripetuta per 2 - 3 volte al giorno.
  • Limone: il limone contiene acido citrico e può aiutare a limitare la crescita batterica e a ridurre i fenomeni infiammatori. Si può usare sia il succo di limone da applicare mediante un batuffolo di cotone, come per il bicarbonato, oppure si possono fare degli sciacqui a base di acqua e limone per disinfettare il cavo orale. Si consiglia di eseguire le operazioni almeno 2 volte al giorno.

  • Yogurt: il consumo giornaliero di yogurt è indicato poichè questo alimento contiene dei fermenti lattici acidi che aiutano a rallentare la crescita batterica e la formazione della patina bianca sulla lingua.

  • Aglio: grazie all'azione dei suoi principi attivi, come l'allicina, che ha azione antinfiammatoria e antibiotica naturale, l'aglio viene utilizzato per eliminare la patina bianca sulla lingua. Basta strofinarne mezzo spicchio sulla parte da trattare una volta al giorno.

  • Acqua salata: fare degli sciacqui con acqua calda e sale aiuta a limitare la crescita batterica poichè il sale crea un ambiente inadatto ai batteri. Si consiglia di fare gli sciacqui almeno tre volte al giorno.

5 consigli che possono aiutare a non far diventare bianca la lingua!

Come possiamo aiutare a mantenere correttamente pulita la lingua e ad evitare la comparsa di quella fastidiosa patina bianca?

  • Utilizzare oltre allo spazzolino da denti un pulisci lingua ogni volta che ci si lavano i denti di modo da rimuovere eventuali residui di cibo e di batteri.

  • Usare un collutorio a base di alcol che possa eliminare la maggior parte dei batteri dalla superficie linguale ed evitarne quindi l'accumulo.

  • Seguire un'alimentazione sana a base di frutta, verdura e cibi non grassi e non eccessivamente zuccherati.

  • Limitare o eliminare il consumo di alcol e smettere di fumare o ridurre il numero delle sigarette giornaliere.

  • Pulire in maniera adeguata e con prodotti specifici le protesi dentali.

Il problema della patina bianca sulla lingua può essere causa di molteplici fattori di origine patologica e non patologica quindi è un buon consiglio non sottovalutare nessun sintomo associato per non incorrere in complicazioni piuttosto fastidiose.

Supervisione: Vincenzo Angerano Collaboratori: Dott.ssa Margherita Mazzola (Biologa)
Torna alla home di Medicina

Indice Articolo: