Sintomi dei tumori: segnali e marker che rivelano un cancro.

I tumori sono oggi giorno una delle patologie più diffuse, e rappresentano la seconda causa di morte nel mondo dopo le patologie cardiovascolari. La loro letalità è data dal fatto che nella maggior parte dei casi non danno sintomi in fase precoce e la sintomatologia si manifesta o in maniera aspecifica o nelle fasi avanzate, quando è difficile intervenire. In alcuni casi vi sono delle sostanze dosabili nel sangue, chiamate marker tumorali o marcatori tumorali, che possono indicare la presenza del tumore, ma non sempre sono affidabili.

Sintomi dei tumori: segnali e marker che rivelano un cancro

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Tumori addominali
    1. Tumore allo stomaco
    2. Tumore al colon
    3. Tumore al pancreas
    4. Tumore al fegato
  3. Tumori femminili
    1. Tumore all'utero
    2. Tumore alle ovaie
    3. Tumore al seno
  4. Tumori maschili
    1. Tumore al testicolo
    2. Tumore alla prostata
  5. Altri tumori
    1. Tumore al cervello
    2. Tumore al polmone
    3. Tumori cutanei
    4. Tumore alla tiroide

Esistono dei sintomi dei tumori?

Poter riconoscere in tempo i sintomi dei tumori sarebbe davvero importante per effettuare una diagnosi precoce e fermare o quanto meno controllare il cancro prima che questo si diffonda, il problema è che nella maggior parte dei casi i tumori all’inizio sono asintomatici, o provocano sintomi aspecifici tipici di molti altri disturbi o generalizzati quali perdita di peso e stanchezza, e quindi è difficile percepirne la presenza prima che il cancro sia ad uno stadio avanzato, è allora infatti che si manifestano i sintomi che caratterizzano le diverse tipologie di tumori.

Uno dei sintomi precoci dei tumori, in alcuni casi, è l'innalzamento nel sangue di alcune molecole chiamate marker tumorali, tuttavia non sempre è così perchè i marker possono aumentare anche per patologie non tumorali oppure non aumentare nonostante la presenza di una massa neoplastica.

In linea generale possiamo però elencare alcuni sintomi che possono far sospettare la presenza di un tumore, come ad esempio:

  • perdita di peso improvvisa (nell’arco di mesi o settimane) senza motivazione apparente (cioè senza che il soggetto abbia fatto diete o diminuito l’alimentazione). La perdita di peso in questo caso può essere legata o ad un’ostruzione intestinale causata dal tumore, o ad un aumento del metabolismo (le cellule tumorali consumano più energia), o ancora dalla diminuzione dell’appetito causata da una reazione del sistema immunitario (la stessa che si verifica nell’inappetenza da influenza).

  • Sensazione di stanchezza estrema e di astenia, spesso legata ad un’anemia causata proprio dalla presenza del tumore che provoca perdite di sangue occulte (cioè non visibili).

  • Febbre o febbricola persistente, che indica una reazione del sistema immunitario contro un ospite indesiderato quali appunto le cellule tumorali.

  • Gonfiore dell’addome senza meteorismo e senza problemi di pesantezza intestinale. Tale sintomo può essere causato dall’aumento di volume della massa tumorale o dalla produzione di liquido delle cellule tumorali.

  • Tosse: una tosse stizzosa, spesso secca o associata a catarro, che al posto di affievolirsi con il tempo tende invece ad essere sempre più insistente e non passare può essere causata da un tumore al polmone che provoca una sorta di irritazione che si manifesta con la tosse.

  • Sanguinamenti: la presenza di sangue nelle feci, nelle urine, o nel muco che si espelle con la tosse, può indicare la presenza di tumori del tratto digestivo, urinario o del polmone. I sanguinamenti sono legati alla grande vascolarizzazione dei tumori ed alle caratteristiche anomale delle cellule tumorali.

  • Disturbi visivi che vanno o della percezione dello spazio, del senso dell'equilibrio.

Come detto all’inizio tutti questi sintomi sono estremamente aspecifici, e potrebbero dipendere da patologie molto diverse da un tumore, quindi nel caso in cui si riscontri uno di questi disturbi non bisogna allarmarsi, ma neanche sottovalutare la situazione. Bisognerebbe, infatti, stabilire con il proprio medico di base una strategia che per esclusione porti all’individuazione della causa della patologia.

Ci sono anche casi invece in cui i sintomi sono ascrivibili ad un tumore, ma benigno, vediamone le caratteristiche.

I sintomi dei tumori benigni.

I tumori benigni si differenziano da quelli maligni per la loro incapacità di dare metastasi a distanza. Questi tumori quindi sono localizzati e tendono a svilupparsi ed aumentare di dimensioni (possono diventare anche molto grandi) ma rimanendo sempre nel loro luogo di origine. La sintomatologia di questi tumori pertanto è legata a dove si è sviluppato il tumore e a quali strutture va a comprimere. Tra i tumori benigni più comuni abbiamo:

  • Angiomi, cioè tumori dei vasi sanguigni che, se si manifestano in vasi sanguigni superficiali della cute danno luogo ad inestetismi quali macchie viola.

  • Neurinomi, tumori dei nervi che determinano sintomatologia variabile in base al nervo colpito. Nei neurinomi del nervo acustico per esempio possiamo avere compromissione dell'udito e dell'equilibrio.

  • Lipomi, cioè tumori che si formano a partire dal tessuto adiposo e che tendono a crescere in modo smisurato. Non provocano sintomi particolari se non lieve dolore o fastidio in base a dove insorgono.

  • Fibromi, uno dei più frequenti tumori uterini benigni, che può causare sanguinamenti anomali al di fuori del ciclo mestruale.

  • Cisti ovariche, che possono provocare irregolarità del ciclo, ciclo doloroso e talvolta aumentano tanto di volume da dare gonfiore addominale.

  • Tumori cerebrali benigni che possono provocare gravi sintomi compatibili con quelli dei tumori maligni perchè espandendosi comprimono il cervello.

Analizziamo adesso i sintomi specifici che i diversi tumori possono provocare in relazione all’area in cui si sviluppano.

Come si manifestano i tumori addominali.

I tumori addominali sono quelli che riguardano gli organi presenti nella cavità addominale.

I tumori addominali più frequenti sono quelli dello stomaco, del colon, del pancreas e del fegato e possono essere asintomatici o portare a sintomi gastrointestinali o sistemici.

Sintomi del tumore allo stomaco.

Il tumore allo stomaco presenta sintomi solitamente aspecifici e sovrapponibili a quelli di altre patologie che colpiscono questo organo come le ulcere gastriche o le gastriti.

In generale tra i sintomi del tumore gastrico abbiamo:

  • Inappetenza o riduzione dell'appetito.

  • Difficoltà digestive e sensazione di pesantezza addominale.

  • Bruciore allo stomaco.

  • Improvvisa e rapida perdita di peso.

  • Vomito associato a sangue.

  • Nausea.

  • Febbre e sensazione di affaticamento ed astenia.

  • Anemia legata a perdita di sangue (la massa tumorale può determinare sanguinamento a livello dello stomaco).

Approfondisci le caratteristiche del tumore allo stomaco.

Ad indicare un possibile tumore gastrico potrebbe essere anche l'aumento dei marcatori tumorali utilizzati per il tumore allo stomaco quali CEA, Ca 72.4, Ca 19.9 e Ca 125.

Sintomi del tumore al colon.

Il tumore al colon è uno dei tumori più diffusi nella popolazione. I sintomi di questo tumore si presentano nelle fasi avanzate, mentre nelle prime fasi è asintomatico. I marcatori tumorali per il tumore al colon sono il CEA ed il Ca 19.9 mentre tra i sintomi possiamo citare:

  • Stipsi legata ad ostruzione intestinale causata dalla massa.

  • Perdita di sangue con le feci.

  • Alternanza di diarrea e stipsi.

  • Perdita di peso improvvisa e rapida.

  • Sensazione di debolezza ed astenia legati alla perdita di sangue (anemia).

  • Gonfiore addominale e sensazione di pienezza.

  • Crampi e dolori addominali.

  • Sensazione di svuotamento incompleto dopo l'evacuazione.

Sintomi del tumore al pancreas.

Il tumore al pancreas è una delle neoplasie più subdole in quanto non da mai sintomi se non quando ormai è troppo tardi. Il suo marker nel sangue è il Ca 19.9.

I sintomi che si possono manifestare sono i seguenti:

  • Ittero, ovvero colorazione gialla della pelle che compare quando si ha l'ostruzione dei dotti biliari.

  • Dolore nella porzione superiore destra dell'addome, che compare quando la massa comprime i nervi circostanti.

  • Sensazione di nausea e pesantezza dopo i pasti.

  • Comparsa di diabete, se viene colpita la porzione di pancreas che produce insulina.

  • Perdita di peso improvvisa e rapida.

  • Inappetenza o riduzione dell'appetito.

Sintomi del tumore al fegato.

Anche il tumore epatico, così come gli altri tumori addominali, non dà sintomi in fase iniziale. Si potrebbe avere, ma non succede sempre, un rialzo del marcatore tumorale alfafetoproteina, ed in generale nelle fasi avanzate compaiono sintomi quali:

  • Ittero, ovvero una colorazione giallastra della pelle e delle congiuntive oculari, legato all'ostruzione dei dotti biliari ed al riversamento della bile in circolo.

  • Dolore alla porzione superiore destra dell'addome, che si presenta quando la massa aumenta di volume.

  • Perdita di peso e riduzione dell'appetito.

  • Nausea, vomito e sensazione di pesantezza dopo i pasti.

  • Colorazione scura delle urine legata all'aumento della bilirubina in circolo.

  • Gonfiore dell'addome legato alla presenza di liquido (ascite).

  • Prurito diffuso ed intenso legato all'aumento della bilirubina nel sangue.

Come riconoscere i tumori femminili.

Quando si parla di tumori femminili si intendono tutte quelle tipologie di tumore che riguardano l'apparato riproduttivo della donna, cioè l'utero, il seno e le ovaie. Anche questi tumori possono essere asintomatici per lungo tempo o dare sintomi non specifici.

Sintomi del tumore all'utero: endometrio e collo.

Il tumore all'utero può colpire due diverse porzioni dell'organo, l'endometrio, cioè il rivestimento interno dell'utero, oppure il collo dell'utero, cioè quella porzione di organo che si trova alla fine della vagina.

Entrambi si manifestano con sintomi quali:

  • sanguinamenti vaginali anomali che si manifestano al di fuori del ciclo mestruale, oppure dopo un rapporto sessuale, o ancora sanguinamento in menopausa.

  • Dolori al basso ventre, in corrispondenza della zona pelvica, oppure nella porzione bassa della schiena, in corrispondenza della zona lombare.

  • Dolori durante i rapporti sessuali.

  • Perdite vaginali abbondanti e maleodoranti.

  • Perdita di peso rapida ed improvvisa.

Non vi sono marcatori specifici per il tumore dell'utero e del collo dell'utero.

 Sintomi del tumore alle ovaie.

Il tumore ovarico è uno dei tumori più diffusi e pericolosi in quanto si manifesta sintomaticamente solo quando ormai è diffuso.

Il marcatore tumorale del tumore ovarico è il Ca 125 ed i sintomi che lo caratterizzano sono:

  • Gonfiore addominale dovuto sia alla presenza di masse ovariche che alla presenza di liquido all'interno dell'addome (ascite).

  • Dolore addominale persistente che si irradia anche alla parte bassa della schiena.

  • Sensazione di pesantezza dopo i pasti, aerofagia e nausea.

  • Aumento della minzione.

  • Perdita di peso ed inappetenza.

  • Alterazioni del ciclo mestruale.

Sintomi del tumore al seno.

Il tumore al seno è forse il tumore più comunemente riscontrato nelle donne. Grazie alle campagne di screening viene ormai individuato anche in fase precoce, quando ancora non è sintomatico se si effettuano determinate indagini, ecco perchè sarebbe opportuno che tutte le donne effettuassero periodicamente una mammografia.

Il marcatore che lo contraddistingue è il Ca 15-3 ed i sintomi con cui può manifestarsi sono:

  • Sensazione di dolore o di fastidio al seno o al capezzolo.

  • Gonfiore del seno o di una sua porzione.

  • Ispessimento della cute del seno o del capezzolo.

  • Arrossamento diffuso su tutto il seno o localizzato in una sua porzione.

  • Noduli duri al tatto che si sentono attraverso l'autopalpazione.

  • Secrezioni dal capezzolo che non si verificano normalmente.

  • Cambiamenti nella forma del seno.

Come si manifestano i tumori maschili.

I tumori maschili riguardano le strutture anatomiche presenti nell'uomo quali i testicoli e la prostata. Sono tumori che spesso non danno sintomi ma che possono essere presi in tempo tramite indagini diagnostiche accurate.

Sintomi del tumore al testicolo. 

Così come per le donne ed il tumore al seno, anche per gli uomini il tumore al testicolo è oggetto di campagne di screening per la prevenzione in quanto, anche questa neoplasia, non presenta sintomi nelle fasi precoci e non vi è un marcatore specifico per questo tumore.

Nelle fasi avanzate può portare a sintomi quali:

  • Cambiamenti di forma o di colore del testicolo colpito.

  • Aumento di volume del testicolo.

  • Gonfiore del testicolo.

  • Sensazione di nodulo sottocute che si percepisce al tatto.

  • Sensazione di pesantezza ad uno o entrambi i testicoli.

  • Dolore a livello inguinale che si estende anche a livello addominale.

Sintomi del tumore alla prostata.

Il tumore della prostata è frequente negli uomini che hanno superato i 50 anni ed è per tale motivo che come prevenzione si fa il dosaggio del marcatore PSA che solitamente è un buon indicatore della presenza di problemi a livello prostatico.

Puoi approfondire cause e cure del tumore alla prostata.

A livello di sintomi il tumore della prostata può dare:

  • Sensazione di bruciore e dolore all'atto della minzione, accompagnato da un aumento nella frequenza della minzione (specialmente di notte) o a una difficoltà ad emettere urine. In particolare può essere difficoltoso mantenere un flusso costante di urina e si tende a urinare in modo intermittente o con un flusso debole.

  • Dolore alla zona pelvica ed alla parte bassa della schiena.

  • Disfunzione erettile o dolore al momento dell'eiaculazione.

  • Perdita di peso e stanchezza generale.

  • Sangue nelle urine o nello sperma.

Come si manifestano altri tumori comuni.

Vi sono poi altre tipologie di tumore. In linea di massima qualsiasi organo può essere colpito da tumore, ma riporteremo di seguito i sintomi di alcuni tumori più comuni come quello al cervello, quello della tiroide, quello della pelle e quello al polmone.

Sintomi del tumore al cervello.

Il cervello può essere sede di diverse neoplasie ed i sintomi dipendono per lo più da dove è localizzato il tumore e dalle strutture cerebrali che coinvolge.

Approfondisci le caratteristiche del tumore al cervello.

Possiamo avere sintomi quali:

  • Confusione, incapacità di muovere una parte del corpo, debolezza molto accentuata e disturbi dell'umore, se il tumore è localizzato a livello del lobo frontale.

  • Disturbi nella percezione delle temperature (cioè nella percezione del freddo e del caldo) e disturbi emotivi, se il tumore è localizzato nell'ipotalamo.

  • Disturbi visivi che vanno da lieve compromissione della vista, alla visione di lampi di luce e di disturbi del campo visivo, fino alla cecità, se il tumore è localizzato nel lobo occipitale.

  • Disturbi nella percezione dello spazio, convulsioni, incapacità a svolgere semplici azioni quotidiane e disturbi del senso dell'equilibrio, se il tumore è nel lobo temporale.

  • Incapacità a compiere movimenti complessi (quali ad esempio scrivere), paralisi e convulsioni, se la neoplasia si trova a livello del lobo parietale.

Tra gli altri sintomi generici possiamo avere disturbi del linguaggio, movimenti involontari degli occhi, mal di testa persistente, difficoltà di deglutizione e comparsa di allucinazioni.

I tumori cerebrali non presentano specifici marker ed inoltre se il tumore si manifesta a livello dell'emisfero di destra i sintomi colpiranno la parte sinistra del corpo e viceversa (questo dipende dalla particolare architettura cerebrale).

Sintomi del tumore al polmone.

Il tumore al polmone è un tipo di neoplasia frequente nei fumatori ma in alcuni casi può insorgere anche nei soggetti non fumatori o può essere causato da esposizione ad inquinanti professionali. Tra i sintomi che possono far pensare ad un tumore ai polmoni abbiamo:

  • Raucedine ed in generale abbassamento della voce fino all'afonia (totale perdita della voce).

  • Tosse stizzosa che tende ad aumentare nel tempo e che non passa. La tosse può essere sia secca, sia associata a catarro.

  • Sensazione di oppressione al petto o vero e proprio dolore che si accentua quando si tossisce.

  • Emissione di muco misto a sangue con un colpo di tosse.

  • Respiro corto e dispnea sia a riposo che sotto sforzo.

  • Perdita di peso.

  • Difficoltà a deglutire (disfagia).

I marcatori tumorali del tumore al polmone sono CEA (aspecifico, usato anche per altri tumori), Cyfra ed NSE, in base alla tipologia di tumore (rispettivamente adenocarcinoma, carcinoma spinocellulare e microcitoma).

Sintomi del melanoma: come si manifestano i tumori cutanei.

I tumori della pelle sono molto diversi tra loro. Quello più comunemente riscontrato nella popolazione è il melanoma cutaneo, un tumore che origina a partire dalla trasformazione neoplastica di un neo benigno.

Approfondisci cause e sopravvivenza del melanoma.

Il melanoma non ha marcatori tumorali specifici e si manifesta con delle variazioni del neo, in particolare:

  • Cambiamenti nella simmetria.

  • Cambiamenti nel colore.

  • Cambiamenti nella forma.

  • Cambiamenti nelle dimensioni.

  • Cambiamenti nei bordi.

Oltre al melanoma cutaneo altri tumori cutanei, tra cui il carcinoma spinocellulare ed il carcinoma basocellulare, si manifestano con la formazione di noduli in rilievo o leggermente sporgenti dalla superficie cutanea, oppure con la formazione di macchie che via via aumentano di dimensione.

Sintomi del tumore alla tiroide.

I tumori tiroidei sono molto rari, si stima infatti che di tutti i noduli tiroidei riscontrati solo il 5% diventi un tumore maligno.

Puoi approfondire le caratteristiche del carcinoma tiroideo.

I sintomi che possiamo avere sono:

  • Aumento di volume della ghiandola tiroidea che forma il cosiddetto gozzo. L'aumento di volume di per se non è doloroso ma può comprimere trachea ed esofago e dare problemi di respirazione o di deglutizione.

  • Presenza di noduli percettibili al tatto.

  • Aumento di volume dei linfonodi del collo.

  • Ipertiroidismo, ovvero aumento dell'attività della tiroide, che si manifesta con irrequietezza, insonnia, iperattività, dimagrimento, ed ipotiroidismo, ovvero diminuzione dell'attività della tiroide, che si manifesta con sensazione di stanchezza persistente, sonnolenza ed aumento di peso, si manifestano molto raramente e solo nelle fasi avanzate del tumore.

Non vi sono marcatori specifici per il tumore della tiroide.

Supervisione: Vincenzo Angerano - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.