Tonsillite cronica: sintomi, cause, diagnosi e terapia.

Tonsillite cronica: sintomi, cause, diagnosi e terapia

Quando la tonsillite diventa cronica? Quali sono i sintomi dell'infiammazione e quali le cause? Facciamo chiarezza sulla patologia soffermandoci sulla diagnosi e le terapie farmacologiche ed i rimedi chirurgici che l'otorino laringoiatra può suggerire al paziente affetto da tale disturbo.

Cosa è la tonsillite cronica?

La tonsillite cronica è un processo infiammatorio a carattere cronico a carico delle tonsille. Le tonsille o meglio le tonsille palatine sono due organi linfatici posti nella parte sottostante del palato molle al termine del cavo orale. Le tonsille fanno parte insieme a quelle faringee o adenoidi ed a quelle tubariche del così detto grande anello linfatico di Waldeyer. Il compito di questa serie di organi linfatici tutti collegati tra loro è di costituire il primo presidio del sistema immunitario a difesa di agenti patogeni trasportati dall’aria inspirata.

Una tonsillite (infezione delle tonsille) è perciò una risposta fallita del sistema immunitario. L’infiammazione può ovviamente propagarsi anche ai tessuti circostanti ed allora si diagnostica una faringite. Capita nei bambini ma anche negli adulti che la malattia divenga recidivante con un gran numero di episodi nello stesso anno (anche più di 6 o7) ed allora la malattia diviene cronica. Si parla di tonsillite cronica se l’infiammazione persiste per oltre tre mesi.

Una tonsillite cronica si presenta generalmente con un quadro clinico molto blando e con una sintomatologia molto soft per cui spesso viene trascurata con grave rischio visto le severe complicanze che può portare: reumatismi, danni cardiaci in special modo alle valvole, danni renali, ascessi alla faringe.

Cause della infiammazione cronica delle tonsille.

Cause tonsillite

Generalmente la tonsillite cronica segue ad una serie di episodi di tonsillite mal curate.

L’infezione originaria può essere virale o batterica.Il virus più comune è quello della mononucleosi ossia il virus di Epstein-Barr.

I batteri più comuni sono: Streptococchi, Haemophilus influenzae e Stafilococchi.

I sintomi della patologia cronicizzata.

Come già accennato la sintomatologia può essere molto blanda e addirittura la malattia può presentarsi subdolamente in maniera quasi asintomatica tuttavia tra i sintomi riscontrabili abbiamo:

  • Febbricole.
  • Mal di gola.
  • Linfonodi del collo dolenti ed ingrossati.
  • Malessere generalizzato.
  • Alitosi.
  • Arrossamento e tumefazione purulenta delle tonsille e della faringe in generale.

La diagnosi.

La diagnosi viene effettuata dall'otorino laringoiatra che si può avvalere dei seguenti styrumenti:

  • L’esame dei segni clinici.
  • L’anamnesi del paziente (la sua storia clinica).
  • Valutazione degli indici infiammatori con una analisi del sangue (TAS, VES)
  • Esame obbiettivo abbassando la lingua con una spatola.
  • Ricerca dell’agente patogeno su una coltura del tampone faringeo

Terapia: farmaci ed intervento di tonsillectomia.

La terapia da seguire nel caso di tonsillite cronica è piuttosto standardizzata ed è per lo più di natura farmacologica. In base ai farmaci utilizzati per curare l'infiammazione abbiamo:

  • Terapia antibiotica se è stata riscontrata infezione batterica generalmente con penicillina ad azione protratta.
  • Terapia cortisonica per combattere l’infiammazione.
Intervento di tonsillectomiaIn molti casi però anche in presenza di focolai infettivi di streptococchi la terapia non riesce a sradicarli perché questi sono divenuti insensibili agli antibiotici e in tale situazione l’unica alternativa rimane l’intervento chirurgico di tonsillectomia.

Supervisione: Vincenzo Angerano
Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: