Liposuzione ad ultrasuoni: funziona? Rischi, effetti e costi.

La liposuzione ad ultrasuoni è una tecnica chirurgica di medicina estetica utilizzata per eliminare gli accumuli di tessuto adiposo sottocutaneo da vari distretti corporei. L'intervento si esegue, in base alla zona da trattare, in anestesia locale o generale e presenta dei rischi legati alla procedura chirurgica in sé e delle controindicazioni. Ha un costo variabile in base alla zona da trattare.

Liposuzione ad ultrasuoni: funziona? Rischi, effetti e costi

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Tipologie
  3. Quando farla
  4. Intervento
  5. Controindicazioni
  6. Rischi
  7. Funziona?

Cos’è la liposuzione ad ultrasuoni?

La liposuzione ad ultrasuoni è una procedura di medicina estetica che ha lo scopo di eliminare il grasso sottocutaneo in eccesso presente in vari punti del corpo, sfruttando gli ultrasuoni. Infatti, la distruzione delle cellule adipose avviene mediante ultrasuoni che vengono veicolati al tessuto adiposo dall'esterno o dall'interno, ed il grasso che viene distrutto viene poi eliminato in entrambi i casi mediante aspirazione.

Le diverse tipologie di questo trattamento di medicina estetica.

La liposuzione a ultrasuoni può essere eseguita con due diverse modalità, che differiscono per la fonte di ultrasuoni. Possiamo avere una liposuzione ad ultrasuoni:

  • Esterna, ovvero la fonte di ultrasuoni è posizionata all'esterno del corpo, distrugge le cellule di grasso dall'esterno ed il tessuto adiposo viene poi aspirato mediante cannula introdotta all'interno di esso. Può essere utilizzata per trattare tutte le zone del corpo. Prima di procedere con l'applicazione degli ultrasuoni si inietta a livello del tessuto adiposo una soluzione (chiamata soluzione di Klein) composta da soluzione fisiologica, lidocaina (un anestetico) ed epinefrina (un vasocostrittore) che aiutano a indebolire il tessuto adiposo, per consentirne poi la distruzione con gli ultrasuoni.
  • Interna, ovvero la fonte di ultrasuoni si trova sulla sommità di una cannula che viene introdotta all'interno del tessuto adiposo e che, oltre a distruggerlo, provvede anche ad aspirarlo successivamente. Questa tecnica, a causa della sua invasività maggiore, è sconsigliata da utilizzare in zone quali interno cosce, viso, collo e ginocchia.

Quando si esegue? I casi in cui si può sciogliere il grasso con gli ultrasuoni.

La liposuzione a ultrasuoni serve a rimuovere il tessuto adiposo in eccesso da aree corporee quali glutei, fianchi, cosce, caviglie, polpacci, viso, collo, e braccia.

É indicata nei seguenti casi:

  • Accumulo localizzato di tessuto adiposo sottocutaneo.
  • Trattamento e rimozione di lipomi, dei tumori benigni che si formano a partire dal tessuto adiposo.
  • Nei casi di lipodistrofia, una patologia che determina un anomalo e disomogeneo accumulo di tessuto adiposo in diverse zone del corpo.
  • In caso di accumuli adiposi con presenza di cellulite.
  • Nel caso in cui vi sia un lipoedema, ovvero un accumulo di tessuto adiposo e liquidi in determinate zone del corpo.
  • In caso di ginecomastia negli uomini, ovvero anomalo accumulo di tessuto adiposo a livello dei capezzoli, che sembra quasi formare un seno femminile.

Approfomndisci cos'è la ginocomastia.

Come si esegue l’intervento?

Vediamo adesso come si esegue in pratica l'intervento di liposuzione ad ultrasuoni, cosa si verifica nel post - operatorio, e quali sono le controindicazioni che sussistono per questa procedura che, non va mai dimenticato, è un vero e proprio intervento di chirurgia.

Entrambe le modalità di liposuzione ad ultrasuoni (esterna o interna) prevedono che il paziente, in base alla zona da trattare, sia sottoposto ad anestesia locale (per le zone più piccole come caviglie e polpacci) o totale (per le zone più grandi quali cosce, glutei e addome).

L'intervento si svolge nel seguente modo:

  • Il chirurgo individua l'area da trattare e la evidenzia con appositi pennarelli.
  • Viene eseguita l'anestesia locale o totale.
  • In caso di liposuzione esterna mediante particolari aghi sottilissimi viene introdotta la soluzione di Klein, e successivamente viene applicata esternamente la fonte di ultrasuoni.
  • In caso di liposuzione interna vengono praticate delle micro incisioni cutanee attraverso le quali si introducono le cannule con la fonte di ultrasuoni.
  • In entrambe le tipologie si introducono le cannule aspiranti mediante piccole incisioni sulla cute e si aspira il grasso.
  • Si applicano piccoli punti di sutura o cerotti per suturare.
Decorso postoperatorio.Se l'intervento si svolge in anestesia totale il paziente rimane ricoverato per una notte, altrimenti può andare a casa dopo alcune ore di osservazione.L'intervento ha una durata variabile da 30 a 120 minuti in base alla zona da trattare. Se la zona trattata è piccola si può tornare alle proprie attività quotidiane subito (si devono però indossare calze compressive in caso la liposuzione abbia coinvolto gli arti inferiori), per zone invece più estese si consiglia un riposo di 48 - 72 ore.

Controindicazioni ed effetti collaterali.

Essendo un vero e proprio intervento chirurgico; prima dell'esecuzione il chirurgo dovrà indagare lo stato di salute del paziente per identificare eventuali controindicazioni all'operazione.

Difatti in alcuni casi sottoporsi a liposuzione può essere controindicato, in particolare quando:

  • Sono presenti patologie a carico del cuore e dei vasi sanguigni quali insufficienza cardiaca o insufficienza venosa.
  • Sono presenti patologie metaboliche quali ipercolesterolemia e diabete.
  • Ci sono infezioni localizzate o sistemiche in corso.
  • Sono presenti patologie a carico dei processi di coagulazione che determinano un aumento dei tempi di coagulazione (trombosi) o una diminuzione dei tempi di coagulazione (emofilia).
  • Si assumono farmaci che interferiscono con i processi coagulativi quali eparina, warfarin o acido acetilsalicilico.
Attenzione!In presenza di tali condizioni l'intervento di liposuzione ad ultrasuoni è controindicato, in quanto si ha un aumento del rischio di avere complicanze chirurgiche quali, ad esempio, il rischio di emorragie e sanguinamenti.

Rischi.

Nonostante l'intervento di liposuzione ad ultrasuoni sia abbastanza di routine e non presenti particolari effetti collaterali, va sempre considerato come un vero e proprio intervento chirurgico potenzialmente fatale, sebbene il tasso di mortalità sia dello 0.0021% (ovvero 1 decesso ogni 47415 interventi). I rischi che si possono correre con tale intervento sono legati sia all'intervento chirurgico in quanto tale, che alla procedura specifica.

La liposuzione non è una semplice pratica di medicina estetica, ma è un vero e proprio intervento chirurgico. Per tale motivo presenta dei rischi che sono propri di tutti gli interventi chirurgici, tra i quali possiamo citare:

  • Perforazione degli organi interni o dei vasi sanguigni che possono dar luogo a emorragie. Questo rischio è legato all'utilizzo delle cannule aspiratrici, ma viene minimizzato dall'esperienza del medico che esegue l'intervento.
  • Problemi legati alla somministrazione degli anestetici. Tali problemi sono per lo più legati alle anestesie generali e possono variare da persona a persona, ma in generale si possono avere sonnolenza prolungata, nausea e vomito.
  • Embolia polmonare, causata dalla presenza di coaguli a livello dei vasi sanguigni. Tale condizione è legata all'utilizzo di strumenti chirurgici ed all'immobilità del paziente durante e dopo l'intervento e si risolve solitamente con l'utilizzo di bendaggi, o calze compressive.
  • Infezioni a livello delle ferite chirurgiche causate dalla penetrazione di microrganismi nelle incisioni cutanee che si praticano per introdurre gli strumenti. Nel caso della liposuzione, questo rischio è minimizzato in quanto le ferite chirurgiche sono molto piccole.

Rischi legati alla procedura di liposuzione.

La tecnica della liposuzione presenta dei rischi propri legati alla tipologia di intervento che si sommano ai rischi generali per gli interventi chirurgici e che possono essere così riassunti:

  • Presenza di gonfiore e arrossamento nelle zone in cui sono state introdotte le cannule, a causa dell'infiammazione legata al trauma subito dalla cute e dal tessuto adiposo.
  • Formazione di sieromi sottocutanei, cioè di piccole raccolte di liquido conseguenti al processo infiammatorio causato dall'intervento.
  • Irregolarità della cute quali avvallamenti e disomogenea distribuzione del grasso sottocutaneo.
  • Sensazione di intorpidimento e formicolio nell'area trattata.
  • Formazione di cicatrici nel punto di ingresso delle cannule.

La liposuzione ad ultrasuoni funziona? Risultati e opinioni.

La liposuzione ad ultrasuoni dà buoni risultati nel trattamento della ginecomastia e di zone come addome e fianchi, nei casi in cui occorre rimuovere una notevole quantità di adipe. Questa tecnica può essere utilizzata anche su zone precedentemente trattate con altri trattamenti di liposuzione, in quanto agisce con precisione nel rimodellamento del fisico.

Ma quanto costa questa procedura di medicina estetica?I costi della liposuzione ad ultrasuoni variano in base alla zona da trattare, ma mediamente vanno dai 1500 euro ai 6000 euro.

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo e non intende sostituire il parere del medico chirurgo estetico.

Supervisione: Vincenzo Angerano - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.