Cistite: rimedi. Farmaci, cure naturali, omeopatia ed alimentazione

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Come curare la cistite? Meglio ricorrere ai farmaci o scegliere cure naturali? E davvero l’alimentazione può essere un aiuto alla terapia? Non esiste una risposta univoca a queste domande. La cistite è scatenata da una grande varietà di cause ed in relazione a queste che va scelto il trattamento più efficace. Approfondiamo il tema.

    Indice Articolo:
  1. Rimedi e tipologie
    1. Farmaci
    2. Rimedi naturali
    3. Omeopatia
  2. Prevenzione
    1. Alimentazione

Rimedi per la cistite: quanti e quali.

Data la varietà e la eterogeneità delle cause che possono indurre la cistite è evidente che non è possibile stilare un protocollo terapeutico unico che vada bene per tutte le tipologie della malattia. Pertanto il primo passo del trattamento è una corretta diagnosi, ossia l’individuazione delle cause che hanno determinato l’infiammazione acuta o cronica della mucosa che riveste la parete interna della vescica che è l’organo cavo contenuto nell’addome inferiore.

Ciò fatto l’urologo può scegliere i rimedi più appropriati che spesso, comunque, nei casi ostinati di cistite ricorrente, vanno calibrati sulle caratteristiche del paziente.

La cura per la cistite dunque consiste nella somministrazione di farmaci, ma poiché la malattia è generalmente tenace e non recede facilmente, la terapia farmacologica va accompagnata ad una appropriata dieta tesa ad eliminare le cause che generano l’infezione e coadiuvata, in special modo nei casi cronici e recidivanti, da rimedi naturali ed omeopatici a base di erbe ed estratti.

Cure mediche e farmacologiche.

I farmaci utili a ridurre l’infiammazione della vescica vanno diversificati in funzione della tipologia di cistite e quindi in funzione dell’eziologia.

Approfondisci cos'è la cistite e quali sono le tipologie.

In caso di cistite infettiva batterica.

Questa tipologia di cistite quasi sempre è provocata da infezione di Escherechia coli o comunque di altri batteri che colonizzano l’intestino e prolificano nella regione perianale, la terapia sarà essenzialmente a base di antibiotici.

In caso di cistite infettiva virale.

Questa cistite è sostenuta generalmente da alcuni ceppi di Adenovirus che di norma provocano affezioni respiratorie, gli antibiotici sono inutili. La terapia sarà perciò solo di tipo sintomatico e di sostegno. Nei bambini per mantenere sotto controllo la sintomatologia dolorosa si somministra paracetamolo e non aspirina per evitare lo sviluppo una pericolosa sindrome di Reye. Essenziali sono riposo, consumo di elevate quantità di liquidi e l’eliminazione dalla dieta di alimenti che possano irritare l’apparato urinario.

In caso di cistite infettiva fungina.

Il trattamento di tale tipologia prevede somministrazione di antimicotici. Si utilizza a tale scopo la Amfotericina B che molto efficace ma anche molto tossica e per tale motivo la si utilizza in dosaggi minimi associata da un un altro anti micotico meno potente ma anche meno tossico come la Flucitosina.

In caso di cistite da farmaci

Il trattamento è sintomatologico e, quando è possibile, si sospende la somministrazione dei farmaci che determinano l’infiammazione. Nella fase acuta è possibile lenire il processo flogistico con anti infiammatori.

In caso di cistite infettiva da radiazione.

Si tenta di gestire e tenere sotto controllo i sintomi con anti infiammatori e antidolorifici. Comunque normalmente al termine della radioterapia la cistite conseguente regredisce rapidamente.

Quando la cistite è causata da oggetti introdotti o formatosi all’interno della vescica si combatte l’infiammazione con una opportuna terapia a base di anti infiammatori. Se la causa è costituita calcoli formatosi all’interno dell’organo si può agire chirurgicamente per rimuorverli o anche quando la composizione chimica lo consente si può sbriciolarli bombardandoli con onde di ultrasuoni.

La cistite interstiziale, essendo ignota la causa che la determina, prevede un trattamento solo rivolto a controllare la sintomatologia e mantenere l’infiammazione sotto controllo. Tutto ciò fa si che la terapia vada calibrata ed adeguata alle caratteristiche fisiche del paziente. Comunemente si utilizza un mix delle terapie che descriviamo di seguito:

Rimedi naturali per il trattamento della cistite.

Esiste una vasta gamma di rimedi maturali che vengono largamente utilizzati per curare fondamentalmente la cistite batterica. Si tratta per lo più di prodotti di provenienza vegetale con cui si preparano tisane, infusi ed estratti che sortiscono svariate effetti. Precisiamo che detti trattamenti non possono sostituire quelli farmacologici ma al limite essere dei coadiuvanti. Notiamo esplicitamente ancora che se vengono associati a farmaci bisogna comunque segnalarlo al medico curante perchè potrebbero interferire (amplificare e/o depotenziare) con l’efficacia dei principi attivi assunti.

Nel seguito ne forniamo, dividendoli in funzione dell’azione che sortiscono, una discreta panoramica.

Omeopatia.

L’omeopatia offre alcuni rimedi contro la cistite sia nella sua forma acuta che cronica:

Come prevenire l’infiammazione?

Per prevenire la cistite batterica che comunque è quella di maggiore interesse in quanto è sicuramente la più diffusa esistono poi una serie di comportamenti utili quali:

La corretta alimentazione.

La dieta per prevenire infezioni alla vescica e eventuali recidive deve mirare ad un duplice scopo favorire una regolare evacuazione intestinale (in caso di stitichezza si ha un’eccessiva proliferazione di batteri nel colon che non vengono eliminati dall’evacuazione) e mantenere basso il ph delle urine (in ambiente acido i batteri non si moltiplicano).

In base a tali principi l’alimentazione dovrà essere ricca di:

Al contrario sono da evitare:

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sui Consulenti Scientifici)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI