Liposuzione addome e fianchi: risultati, prezzi, rischi ed effetti collaterali

Consulente Scientifico:
Dottoressa Jessica Zanza
(Specialista in farmacia, farmacoterapia, nutrizione e fitoterapia)

La liposuzione può essere usata con successo, per eliminare il grasso accumulatosi su addome e fianchi. Nell’articolo vedremo in cosa consiste, le precauzioni da adottare prima e dopo l’intervento, i costi e i rischi a cui sono esposti i pazienti che decidono di sottoporvisi.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Procedure
  3. Intervento
  4. Risultati
  5. Rischi 

Cos’è la liposuzione addome e fianchi?

La liposuzione per l’addome ed i fianchi è un intervento di chirurgia estetica, volto a rimuovere gli accumuli adiposi responsabili della “pancia” e delle “maniglie dell’amore”.

Attenzione!

Non si tratta di un sostituto del dimagrimento, bensì di un mezzo al quale ricorrere quando, a causa di fattori genetici e, quindi, non modificabili, l’adipe in eccesso è refrattario alla dieta ipocalorica e all’esercizio fisico.Le persone sovrappeso od obese, dunque, possono sottoporvisi solo qualora non riescano a perdere il grasso correggendo lo stile di vita.

In cosa consiste l’intervento di liposuzione? Tecniche e procedure.

Fondamentalmente, la liposuzione per addome e fianchi, consiste nell’aspirare il grasso in eccesso da queste zone, previa somministrazione di un anestetico locale (per bloccare gli stimoli dolorosi) e un vasocostrittore (generalmente l’adrenalina) per limitare l’emorragia e rendere l’intervento più sicuro. Ciò che cambia è la tecnica utilizzata, che può avvalersi delle cannule collegate all’aspiratore (liposuzione tumescente) o quelle dotate di fibra ottica, che liberano il grasso dagli adipociti ma non lo aspirano, di conseguenza si ricorre a micropompe o siringhe (liposuzione laser).

Approfondisci come si esegue la liposuzione laser.

Vediamole in dettaglio!

 Liposuzione tumescente per addome e fianchi.

Si tratta di una tecnica reputata efficace e sicura a livello internazionale, attraverso la quale si possono rimuovere dai 2-3L di grasso fino a un massimo di 5L. Nei casi più severi, tuttavia, si possono rimuovere anche volumi maggiori, purché siano disponibili rianimatori e anestesisti dopo l’operazione, in modo tale che possano intervenire in caso di shock dovuto all’ingente perdita ematica (insieme al grasso, infatti, vengono asportati i vasi sanguigni che lo irrorano).

La liposuzione tumescente, in particolare, può essere suddivisa in tre fasi principali:
  • infiltrazione del grasso con soluzione fisiologica, veicolante l’anestetico locale e il vasocostrittore, seguita dall’incisione (3-5mm) vicino all’ombelico e verso i fianchi, nei quali verrà inserita la cannula;
  • aspirazione del grasso, effettuata maneggiando la cannula con la mano destra e controllando, con la sinistra, la profondità dell’operazione;
  • sutura e applicazione della guaina compressiva, che favorisce il riassorbimento di edemi (gonfiori) ed ematomi (lividi).

Liposuzione laser per addome e fianchi.

Questa tecnica, invece, si avvale dell’uso di una cannula dotata di fibra ottica (collegata a un generatore di raggi laser) che viene mossa avanti e indietro lungo tutta l’area d’azione, con un movimento a ventaglio.

La procedura è caratterizzata da tre fasi:
  • nella prima, che avviene in profondità, il laser provoca il disfacimento delle cellule adipose e la conseguente fuoriuscita dei grassi stoccati;
  • nella seconda, che si verifica nel derma cutaneo, il laser determina la contrazione del collagene, aumentando la compattezza e la distensione della pelle;
  • nella terza, infine, il grasso viene aspirato con l’ausilio di micropompe o siringhe.

Questa tecnica, dunque, oltre a rimuovere il grasso in eccesso determina un effetto lifting, che conferisce all’addome e ai fianchi un aspetto più tonico e scolpito.

Oltre alle tecniche succitate, inoltre, vi è la criolipolisi, che permette di rimuovere i cuscinetti adiposi senza bisturi. I più curiosi potranno approfondire la questione nel riquadro.

Criolipolisi per l’addome e i fianchi.In questo caso non si effettuano incisioni, né aspirazioni del grasso attraverso le cannule o le siringhe, perciò è indicata nei pazienti che temono la chirurgia.Il trattamento consiste nell’applicare dei manipoli nell’addome e nei fianchi, per circa 40’, che provocano il congelamento del grasso e il successivo distacco delle cellule adipose, che vengono eliminate dopo qualche giorno attraverso il fegato.Il trattamento si esegue in ambulatorio, senza anestesia, ma richiede più sedute affinché si possano apprezzare i risultati (3-4 sedute a distanza di un mese ciascuna). Il prezzo è di circa 750€ a seduta.

Ma quale percorso devono seguire i candidati all’intervento? Approfondiamo la questione!

Il prima, il durante e il dopo la lipoaspirazione per addome e fianchi.

Il percorso seguito dal paziente può essere suddiviso in tre tappe consecutive: la visita dallo specialista, l’intervento e il decorso post-operatorio.

Vediamole!

La visita specialistica e la preparazione all’intervento.

Il paziente che intenda sottoporsi all’intervento dovrà rivolgersi, come sempre in questi casi, al chirurgo estetico, il quale valuterà la sua storia e l’idoneità alla liposuzione, oltre a fornirgli tutte le informazioni relative alla procedura e ai rischi (di cui parleremo più avanti).

Ma quali sono i pazienti idonei?
  • Maggiorenni che possano prendere decisioni informate, dopo aver valutato i rischi e le possibili complicanze della procedura.
  • Pazienti normopeso con accumuli adiposi refrattari al dimagrimento e aspettative realistiche, in linea con le proprie condizioni anatomiche.
  • Buono stato di salute e cute sufficientemente elastica, in modo che possa adattarsi alla perdita del grasso addominale. Qualora la cute fosse troppo rilassata, magari a causa del dimagrimento drastico o dell’età, si dovrebbe eliminarne l’eccesso con interventi ad hoc.

Qualche giorno prima dell’intervento, inoltre, il paziente dovrà assumere gli antibiotici, per prevenire eventuali infezioni, smettere di fumare e interrompere l’assunzione di farmaci come l’aspirina, che possono aumentare il rischio di sanguinamento.

L’intervento vero e proprio.

Una volta espresso il consenso informato, e consegnati i referti degli esami ematochimici ed elettrocardiografici prescritti dallo specialista, il paziente viene ricoverato in Day Hospital (dal mattino fino alla mezzanotte dello stesso giorno). L’intervento è condotto in anestesia locale, con le procedure viste in precedenza, e dura circa due ore.

La convalescenza post liposuzione addominale.

Nel mese successivo, il paziente dovrà indossare una guaina elasticizzata che favorisca il riassorbimento di edemi ed ematomi e che contribuisca a rimodellare l’addome e i fianchi. La guaina dovrà essere indossata ininterrottamente fino alla rimozione dei punti (circa dopo sette giorni) e, nelle tre settimane successive; potrà essere rimossa solo per la doccia.

Oltre all’utilizzo della guaina, il paziente dovrà evitare:
  • la doccia integrale nei primi sette giorni, per non bagnare le suture;
  • l’esposizione diretta al sole o a fonti di calore come le saune (che potrebbero ritardare la guarigione) per un mese;
  • lo sport per almeno due settimane, meglio se quattro, per non provocare traumi;
  • i massaggi, fino a quando non verrà sospeso l’uso della guaina.

Risultati e costi dell’intervento.

Ma quanto costa sottoporsi all’intervento? Quali risultati consente di ottenere? E quali rischi possiede? La risposta a questi, e altri interrogativi, nei prossimi paragrafi.

 La liposuzione addome e fianchi funziona? 

Attraverso la liposuzione, sia essa tumescente o laser, è possibile snellire e rimodellare l’addome e i fianchi in modo permanente, laddove si segua uno stile di vita equilibrato. La tecnica, infatti, riduce il numero degli adipociti (che non si riproducono più, in quanto il numero è geneticamente determinato) e, quindi, la produzione dei grassi e il loro stoccaggio.

La sedentarietà e l’alimentazione non equilibrata, tuttavia, possono provocare l’accumulo di grassi all’interno delle cellule superstiti e, quindi, l’ingrossamento dello strato adiposo.

Benché presenti da subito, però, i risultati si potranno apprezzare solo dopo il riassorbimento di edemi ed ematomi, che avviene entro sei mesi dall’intervento.

Ma quanto costa questa operazione?

Il prezzo della liposuzione addome e fianchi può variare dai 2.500€ ai 5.000€, in base alle tariffe del professionista, alla tecnica utilizzata e all’estensione dell’area da trattare.

Esistono rischi ed effetti collaterali?

Anche la liposuzione per addome e fianchi, purtroppo, non è scevra da rischi ed effetti collaterali.

Vediamo quali!

L’articolo ha uno scopo puramente illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Per qualsiasi dubbio o curiosità, rivolgetevi al chirurgo estetico.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Jessica Zanza (Farmacista)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI