Fisioterapia respiratoria: cos’è? Tecniche ed esercizi di riabilitazione

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

La fisioterapia respiratoria è un tipo di fisioterapia che si occupa dell'apparato respiratorio. Quando è necessaria? In cosa consiste? Approfondiamo il tema.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Quando si utilizza?
  3. Effetti collaterali
  4. Tecniche ed esercizi

Cos’è la fisioterapia respiratoria?

La fisioterapia respiratoria, o riabilitazione respiratoria, è un insieme di tecniche volte a ripristinare o a migliorare la capacità polmonare in soggetti colpiti da patologie croniche respiratorie.

Il sintomo principale che si tratta attraverso la fisioterapia respiratoria è la dispnea, un sintomo comune nelle patologie croniche respiratorie che, in base al grado con cui si manifesta, può compromettere seriamente la qualità di vita del paziente.

Le tecniche di fisioterapia respiratoria sono molteplici (comprendono di solito un insieme di allenamento della muscolatura respiratoria e fisioterapia toracica) e solitamente vengono decise dal medico pneumologo e calibrate in base alle singole esigenze del paziente.

Quando si utilizza questa terapia?

Le tecniche di fisioterapia respiratoria si utilizzano per il trattamento della sintomatologia, ed in particolare della dispnea, nelle patologie respiratorie croniche quali ad esempio:

La fisioterapia respiratoria può poi essere indicata in caso di intervento chirurgico addominale o toracico, sia nel pre operatorio, per evitare complicanze post intervento, sia nel post operatorio, nel caso in cui vi sia una temporanea compromissione della funzionalità respiratoria come conseguenza dell’operazione chirurgica.

Possibili effetti collaterali e controindicazioni.

Sebbene l’esecuzione della fisioterapia respiratoria sia di beneficio per i pazienti che ne hanno bisogno, le tecniche possono provocare alcuni effetti collaterali come, ad esempio, un disagio fisico e psicologico del paziente a causa delle manipolazioni eseguite dall’operatore.

Inoltre in alcuni casi la fisioterapia respiratoria è controindicata poiché potrebbe portare ad un peggioramento dei sintomi, come per esempio in caso di:

Informazioni pratiche: tecniche ed esercizi di fisioterapia respiratoria.

Vediamo ora quali sono le tecniche che si utilizzano per la fisioterapia respiratoria e quali sono gli esercizi abbinati che vengono consigliati al paziente e che quest’ultimo può eseguire anche a casa.

Tecniche fisioterapiche per ridurre il muco nei bronchi.

Esistono diverse tecniche fisioterapiche che il medico può decidere di attuare in base alla patologia del paziente ed alla gravità dei sintomi. In linea generale le tecniche hanno come obiettivo la riduzione o l’eliminazione del muco accumulato nei bronchi ed il miglioramento della dispnea; quelle che possono essere proposte sono le seguenti:

Esercizi per trattare la dispnea.

Di seguito riportiamo alcuni esercizi di riabilitazione polmonare da affiancare alle tecniche di fisioterapia. Gli esercizi possono essere eseguiti per la prima volta con la guida di un operatore specializzato e successivamente possono essere svolti anche a casa.

Vediamo quali sono quelli maggiormente efficaci, da eseguire in posizione seduta con la schiena ben poggiata sullo schienale della sedia.

Esercizio n. 1.

Fare una profonda inspirazione con il naso (mantenere la bocca chiusa) ed espirare con la bocca lentamente, soffiando fuori l’aria ruotando il capo verso destra o verso sinistra durante l’espirazione. Ripetere l’esercizio ruotando il capo dal lato opposto.

Esercizio n. 2.

Braccia rilassate lungo il tronco, inspirare dal naso ed espirare con la bocca lentamente. Durante l’espirazione portare le braccia all’altezza delle spalle e riportarle in posizione originaria sul finire dell’inspirazione.

Esercizio n. 3.

Inspirare profondamente con il naso e, durante l’espirazione con la bocca, flettere la testa in avanti. Ripetere l’inspirazione e stavolta durante l’espirazione flettere la testa indietro.

Fare una profonda inspirazione con il naso e, mentre si espira con la bocca, portare il braccio destro verso l’alto. Ripetere l’esercizio con il braccio sinistro.

Esercizio n. 4.

Braccia rilassate lungo il tronco, inspirare dal naso ed espirare con la bocca lentamente. Durante l’espirazione portare le braccia all’altezza verso l’alto sopra le spalle ed aperte verso l’esterno e riportarle in posizione originaria sul finire dell’inspirazione.

Esercizio n. 5.

Braccia poggiate sulle ginocchia, eseguire l’inspirazione con il naso e durante l’espirazione con la bocca sollevare la gamba destra portando in estensione il ginocchio. Ripetere con la gamba sinistra.

Esercizio n. 6.

Mani poggiate sulle cosce, inspirare dal naso ed espirare con la bocca, durante l’espirazione flettere il tronco in avanti portandolo verso le cosce e cercando di avvicinare il più possibile le mani al pavimento e sempre durante l’espirazione tornare indietro alla posizione di partenza.

Tutti gli esercizi vanno ripetuti almeno 10 volte per 1 – 2 volte al giorno.

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico pneumologo.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI