Dolori cervicali.

Dolori cervicali

Prima di introdurre l’argomento del presente articolo ovvero i dolori cervicali una breve introduzione sull’anatomia del collo che ci consentirà di comprendere con più facilità quanto diremo.

Anatomia del collo.

Il collo comprende il tratto cervicale della colonna vertebrale. Questa è composta da sette vertebre. La prima posizionata subito alla base del cranio è denominata atlante. L’atlante si articola in alto col cranio ed al di sotto con la seconda vertebra denominata epistrofeo.

Seguono 5 altre vertebre. Esse sono costituite da un corpo vertebrale e da faccette articolari che costituiscono l’articolazione della vertebra successiva. Detta articolazione comprende anche un disco intervertebrale costituito da una solido anello esterno cartilagineo che racchiude un nucleo morbido centrale detto nucleo polposo che funge da ammortizzatore. Ciascuna articolazione è poi stabilizzata da legamenti e circondata da muscoli che forniscono la necessaria forza per i movimenti.

Il corpo vertebrale è forato in modo tale che le vertebre sovrapposte originano un canale attraverso il quale passa il midollo spinale. Tra due corpi vertebrali successivi esistono degli spazi vuoti attraverso i quali a destra e sinistra fuoriescono terminazioni nervose che si dipartono dal midollo spinale. Dette terminazioni nervose portano in periferia i comandi del cervello e al tempo stesso portano al cervello le percezioni periferiche.

I dolori cervicali interessano la regione anatomica che fin qui abbiamo descritto e costituiscono il diffusissimo problema di cui ci siamo preposti di indagarne le cause.

Cause dei dolori cervicali.

Essi possono essere causati sia da banali disturbi quanto costituire il sintomo di una patologia.

Le cause pertanto sono cosi riassumibili:

  • Artrosi cervicale. Degenerazione a carattere cronico della colonna vertebrale nel tratto di interesse con formazioni di escrescenze (osteofiti) sulla superficie del tessuto osseo delle vertebre che formano le articolazioni con conseguente degenerazione delle cartilagini. La conseguenza di tale processo è una infiammazione delle terminazioni nervose che fanno capo alla regione interessata.
  • Distorsione cervicale nota anche come colpo di frusta. Trauma delle articolazioni cervicali con compromissione delle sue strutture tissutali provocato da violente accelerazioni/decelerazioni del capo in seguito ad un urto violento quando si è alla guida di un veicolo.
  • Ernia del disco. Fuoriuscita del nucleo polposo dal disco intervertebrale e compressione di terminazioni nervose.
  • Errate posture durante l’attività lavorativa. Esempio tipico è quello di chi passa molte ore seduto ad una scrivania guardando il monitor di un computer.
  • Irrigidimento della muscolatura a causa dello stress.
  • Distrazione/strappi muscolari causati da bruschi movimenti.
  • Riposo notturno scorretto per cuscini inadeguati.

Diagnosi dei dolori cervicali.

Per un trattamento adeguato occorre una precisa diagnosi delle cause che hanno provocato il problema. Diagnosi che l’ortopedico effettua con una constatazione dei segni ed analisi dei sintomi ed con l’eventuale ausilio di indagini strumentali come radiografie, Tac o Risonanza Magnetica Nucleare per evidenziare eventuali problemi ossei e/o dei tessuti molli.

Trattamento dei dolori cervicali.

Il trattamento dipende ovviamente dalle cause. Nella maggioranza dei casi si tratta di problemi muscolari e pertanto non sono necessarie particolari terapie ma basta somministrare analgesici per lenire il dolore e qualche massaggio per decontrarre la muscolatura. Successivamente sarà utile seguire un programma di esercizi che risolve definitivamente il problema. Programma che rilassa e tonifica la muscolatura cervicale. Nel caso di patologie più serie come artrosi o ernia del disco si ricorre a terapia con antinfiammatori ed a manipolazione della colonna vertebrale effettuata da personale specializzato ed esperto. Nei casi severi di ernia del disco può rendersi necessario l’intervento chirurgico.

Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: