Ustioni di primo grado: cosa fare? Sintomi, cause e rimedi

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Le ustioni di primo grado sono lesioni cutanee superficiali causate dal contatto della pelle con fonti di calore, sostanze chimiche o esposizione a radiazioni ultraviolette. Sono lesioni non gravi e molto comuni che non lasciano cicatrici e che si presentano con sintomi di lieve entità. Per il trattamento, solitamente non è necessario l'intervento del medico e si può ricorrere a rimedi naturali.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
    1. Differenza ustioni 
  2. Cause
    1. Termiche
    2. Chimiche
    3. Radiazioni
  3. Sintomi
  4. Cosa fare?
    1. Primo soccorso
    2. Fitoterapia
    3. Omeopatia
    4. Farmaci
  5. Tempi di guarigione

Cosa sono le ustioni di primo grado?

Le ustioni di primo grado sono lesioni dei tessuti cutanei che si verificano quando la pelle viene a contatto con fonti di calore, sostanze chimiche o agenti fisici e riguardano soltanto lo strato superficiale della pelle, l'epidermide.Sono quelle più comuni e meno pericolose per la salute umana.

Esse provocano un arrossamento della pelle accompagnato da dolore e guariscono spontaneamente nel giro di pochi giorni, senza lasciare cicatrici.

Differenza tra ustioni di primo, secondo e terzo grado.

Le ustioni di primo grado sono quelle meno profonde e superficiali. La lesione interessa solo l'epidermide che è lo strato esterno della cute.

Le ustioni di secondo grado si estendono al derma che è lo strato medio della cute.

Il terzo grado interessa epidermide, derma e strato adiposo, cioè tutti gli strati della cute.

Puoi approfondire le caratteristiche dei vari gradi di ustioni.

Cause di queste lesioni della pelle.

Le ustioni, in generale, possono essere causate da agenti termici, chimici, elettrici o da radiazioni. Le ustioni di primo grado raramente sono causate da agenti elettrici (che provocano ustioni molto più gravi) ma possono avere differenti cause.

Termiche.

Si verificano quando la pelle viene a contatto sostanze che hanno una temperatura molto elevata (ad esempio l'acqua calda o il caffè caldo), o con temperatura sotto lo zero (come il ghiaccio).

Chimiche.

Le ustioni chimiche vengono causate dal contatto della pelle con sostanze chimiche quali, ad esempio, la soda caustica o l'acido cloridrico o il veleno rilasciato dalle meduse.

Da radiazioni.

Quelle da radiazioni sono ustioni causate dall'esposizione ad una fonte di radiazioni, quali i raggi ultravioletti del sole o le radiazioni ionizzanti utilizzate per la radioterapia. Solitamente sono ustioni lievi e superficiali.

Sintomi.

In tutti i casi la sintomatologia delle ustioni di primo grado è molto lieve, ed è rappresentata prevalentemente da:

Cosa fare per lenire i sintomi delle scottature?

Per il trattamento delle ustioni di primo grado dopo il primo soccorso solitamente si utilizzano rimedi naturali quali fitoterapia, omeopatia e rimedi casalinghi o "della nonna" per lenire i sintomi.

Primo soccorso.

Prima di trattare una qualsiasi ustione si deve evitare che la causa ustionante continui a provocare danni:

Rimedi fitoterapici.

I rimedi fitoterapici utilizzati nel trattamento delle ustioni di primo grado sfruttano principi attivi contenuti nelle piante che aiutano a ridurre l'arrossamento cutaneo e favorire la rigenerazione cellulare, per accelerare il processo di guarigione.

Tali rimedi vanno utilizzati in ogni caso solo dopo un'accurata valutazione medica e solo in caso di ustioni di primo grado e poco estese.

Tra i rimedi fitoterapici più indicati troviamo:

Rimedi omeopatici.

Accanto ai rimedi fitoterapici è possibile trattare le ustioni di primo grado anche mediante l'omeopatia. I più consigliati dagli omeopati sono:

Rimedi casalinghi o “della nonna” in caso di ustioni.

Un altro possibile trattamento per le ustioni di primo grado è rappresentato dai rimedi casalinghi o consigliati "dalla nonna". Tali rimedi diffusi nella tradizione popolare, in realtà andrebbero evitati perchè non hanno nessun fondamento scientifico e non solo impediscono alla ferita di guarire ma possono portare infezioni.

Tra quelli maggiormente utilizzati abbiamo:

Rimedi farmacologici.

Per le ustioni di primo grado non occorrono rimedi farmacologici o ospedalieri, in quanto sono ustioni molto superficiali che tendono a guarire spontaneamente.

Se il medico lo ritiene opportuno è possibile applicare unapomata a base di acido ialuronico (come la connettivina) sulla zona colpita, per stimolare la rigenerazione cellulare.

Per prevenire l'infezione è utile coprire l'ustione con una medicazione non adesiva .

Si possono somministrare analgesici per alleviare il dolore qualora sia intenso, quali ibuprofene o paracetamolo.

In quanto tempo guarisce l'ustione di primo grado?

La guarigione avviene nell'arco di 5 - 10 giorni e non si ha la formazione di cicatrici.

Tuttavia è consigliabile non sottovalutare le ustioni di primo grado e di rivolgersi ad un medico in caso :

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo e non intende sostituire il parere del medico, o altro specialista della salute.

Cosa sono le ustioni di primo grado?

Le ustioni di primo grado sono lesioni dei tessuti cutanei che si verificano quando la pelle viene a contatto con fonti di calore, sostanze chimiche o agenti fisici e riguardano soltanto lo strato superficiale della pelle, l'epidermide.Sono quelle più comuni e meno pericolose per la salute umana.

Esse provocano un arrossamento della pelle accompagnato da dolore e guariscono spontaneamente nel giro di pochi giorni, senza lasciare cicatrici.

Differenza tra ustioni di primo, secondo e terzo grado.

Le ustioni di primo grado sono quelle meno profonde e superficiali. La lesione interessa solo l'epidermide che è lo strato esterno della cute.

Le ustioni di secondo grado si estendono al derma che è lo strato medio della cute.

Il terzo grado interessa epidermide, derma e strato adiposo, cioè tutti gli strati della cute.

Puoi approfondire le caratteristiche dei vari gradi di ustioni.

Cause di queste lesioni della pelle.

Le ustioni, in generale, possono essere causate da agenti termici, chimici, elettrici o da radiazioni. Le ustioni di primo grado raramente sono causate da agenti elettrici (che provocano ustioni molto più gravi) ma possono avere differenti cause.

Termiche.

Si verificano quando la pelle viene a contatto sostanze che hanno una temperatura molto elevata (ad esempio l'acqua calda o il caffè caldo), o con temperatura sotto lo zero (come il ghiaccio).

Chimiche.

Le ustioni chimiche vengono causate dal contatto della pelle con sostanze chimiche quali, ad esempio, la soda caustica o l'acido cloridrico o il veleno rilasciato dalle meduse.

Da radiazioni.

Quelle da radiazioni sono ustioni causate dall'esposizione ad una fonte di radiazioni, quali i raggi ultravioletti del sole o le radiazioni ionizzanti utilizzate per la radioterapia. Solitamente sono ustioni lievi e superficiali.

Sintomi.

In tutti i casi la sintomatologia delle ustioni di primo grado è molto lieve, ed è rappresentata prevalentemente da:

Cosa fare per lenire i sintomi delle scottature?

Per il trattamento delle ustioni di primo grado dopo il primo soccorso solitamente si utilizzano rimedi naturali quali fitoterapia, omeopatia e rimedi casalinghi o "della nonna" per lenire i sintomi.

Primo soccorso.

Prima di trattare una qualsiasi ustione si deve evitare che la causa ustionante continui a provocare danni:

Rimedi fitoterapici.

I rimedi fitoterapici utilizzati nel trattamento delle ustioni di primo grado sfruttano principi attivi contenuti nelle piante che aiutano a ridurre l'arrossamento cutaneo e favorire la rigenerazione cellulare, per accelerare il processo di guarigione.

Tali rimedi vanno utilizzati in ogni caso solo dopo un'accurata valutazione medica e solo in caso di ustioni di primo grado e poco estese.

Tra i rimedi fitoterapici più indicati troviamo:

Rimedi omeopatici.

Accanto ai rimedi fitoterapici è possibile trattare le ustioni di primo grado anche mediante l'omeopatia. I più consigliati dagli omeopati sono:

Rimedi casalinghi o “della nonna” in caso di ustioni.

Un altro possibile trattamento per le ustioni di primo grado è rappresentato dai rimedi casalinghi o consigliati "dalla nonna". Tali rimedi diffusi nella tradizione popolare, in realtà andrebbero evitati perchè non hanno nessun fondamento scientifico e non solo impediscono alla ferita di guarire ma possono portare infezioni.

Tra quelli maggiormente utilizzati abbiamo:

Rimedi farmacologici.

Per le ustioni di primo grado non occorrono rimedi farmacologici o ospedalieri, in quanto sono ustioni molto superficiali che tendono a guarire spontaneamente.

Se il medico lo ritiene opportuno è possibile applicare unapomata a base di acido ialuronico (come la connettivina) sulla zona colpita, per stimolare la rigenerazione cellulare.

Per prevenire l'infezione è utile coprire l'ustione con una medicazione non adesiva .

Si possono somministrare analgesici per alleviare il dolore qualora sia intenso, quali ibuprofene o paracetamolo.

In quanto tempo guarisce l'ustione di primo grado?

La guarigione avviene nell'arco di 5 - 10 giorni e non si ha la formazione di cicatrici.

Tuttavia è consigliabile non sottovalutare le ustioni di primo grado e di rivolgersi ad un medico in caso :

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo e non intende sostituire il parere del medico, o altro specialista della salute.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI