Disgrafia sintomi.

Disgrafia sintomi

Prima di addentrarci in una descrizione dei sintomi della disgrafia chiariamo cosa normalmente si intende con tale termine.

Cosa è la disgrafia?

La disgrafia è un disturbo dell'apprendimento per cui non si riesce a scrivere in maniera corretta ed intellegibile. Normalmente il disturbo viene evidenziato nel bambino dopo i primi anni di scuola elementare perché inizialmente si confonde lo sforzo ed il disordine nella scrittura con la fatica dell'apprendimento.

A cosa è dovuta?

La disgrafia o è dovuta a deficit di coordinazione motoria che rende difficoltosi movimenti tesi ad un determinato fine. Oppure ad una "lateralizzazione incompleta". La lateralizzazione è quel processo che è alla base della coordinazione mano-occhio che consente movimenti sincroni e precisi come quelli della scrittura.

Ciò premesso procediamo con l'elencare e esaminare i sintomi che consentono di individuare il disturbo. Chiariamo esplicitamente, però, che quello che segue non vuole e non può essere una sorta di manuale per diagnosticare il disturbo dell'apprendimento. Diagnosi che deve essere fatta da un esperto psicologo dopo attenta analisi della anamnesi scolare e familiare del bambino.

Quali sono i sintomi della disgrafia?

  • Il bambino impugna e gestisce la penna durante lo scritto in maniera impropria.
  • La tensione muscolare è esagerata e tutto ciò genera fastidiosi e dolorosi crampi.
  • La pressione esercitata dalla penna è eccessiva e sovente perfora il foglio.
  • Il movimento che ne scaturisce è disarmonico e procede a scatti senza automatismo e fluidità.
  • Velocità e ritmi sono completamente alterati, alternando periodi di estrema lentezza a velocità parossistica.
  • Le lettere sono difformi e smozzicate piene di svolazzi e con i corpi tondeggianti non completamente chiusi e ripresi più volte.
  • Lo spazio tra le parole non è costante e frequenti sono le elisioni di sillabe e gli errori di ortografia.
  • Gli spazi di scrittura risultano insufficienti e parole e lettere fuoriescono dal rigo se non addirittura dal foglio.
  • La scrittura procede in salita o discesa rispetto al normale allineamento.
  • Talvolta non viene seguito il normale andamento da sinistra a destra ma l'opposto.
  • Problematica è anche la scrittura dei numeri come problematico risulta il disegno: piccole figure geometriche vengono riprodotte senza chiudere o arrotondando gli spigoli.
  • La copia da un testo o la scrittura sotto dettatura risulta doppiamente difficile perché presuppone lo sforzo di decodifica visiva o sonora e quello di scrittura.

Torna alla home di Medicina Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: