Cura per la sclerosi multipla: farmaci e cure alternative

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Attualmente non esistono terapie per la cura della sclerosi multipla ed i rimedi servono soltanto a ridurre la sintomatologia e controllarne la progressione. La terapia di elezione per la malattia è di tipo farmacologico: vengono utilizzati un mix di farmaci corticosteroidi, immunomodulatori e antispastici a cui possono affiancarsi anche farmaci sperimentali. Accanto alla terapia farmacologica, vi sono le terapie complementari che prevedono la somministrazione di antiossidanti o di cannabinoidi, e le terapie alternative quali agopuntura e yoga.

    Indice Articolo:
  1. Si può curare?
  2. Farmaci
  3. Terapie alternative
  4. Nuove cure

Curare la sclerosi multipla è possibile?

Attualmente, non esistono cure per la sclerosi multipla. Le terapie che vi sono servono a controllare l'intensità e la progressione della sintomatologia, con lo scopo di garantire al paziente una migliore qualità di vita. Tra le terapie attualmente utilizzate vi sono:

La scelta della terapia viene fatta dal medico in accordo con il paziente, il quale viene informato sia del tipo di terapia che intraprenderà, sia della sua durata, sia dei potenziali effetti collaterali che potrebbero manifestarsi.

Sclerosi multipla: caratteristiche.

La sclerosi multipla è una patologia degenerativa su base autoimmune che colpisce la guaina di rivestimento delle fibre nervose chiamata mielina. Il processo infiammatorio che deriva dall’attacco degli autoanticorpi determina la progressiva distruzione della mielina. Questo impedisce la corretta trasmissione degli impulsi nervosi.

Farmaci per la S.M.

La terapia farmacologica per il trattamento della sclerosi multipla ha come obiettivo la riduzione o la remissione dei sintomi e l'aumento della qualità di vita del paziente. I farmaci utilizzati appartengono a differenti classi:

Puoi approfondire come agisce l'interferone sulla sclerosi multipla.

Tra gli altri farmaci che si utilizzano per il controllo dei sintomi, abbiamo imipramina e duloxetina per il trattamento degli stati depressivi (entrambi assunti per via orale) e dalfampridina, da assumere per via orale per la riduzione dei problemi di deambulazione.

Terapie complementari: cannabinoidi, vitamine e antiossidanti.

Accanto all'utilizzo dei farmaci, per il trattamento della sclerosi multipla vi sono delle sostanze complementari che possono rafforzare l'azione dei farmaci e migliorare ancor di più i sintomi.

Tra queste abbiamo:

Attenzione!

La posologia e le modalità di assunzione di tali rimedi devono essere stabiliti dal medico in base ai singoli casi.

Terapie alternative di supporto alle terapie convenzionali.

Accanto alle terapie convenzionali, vi sono delle cure alternative per il trattamento della sclerosi multipla. Tali terapie, è bene ricordarlo, non sono validate dalla medicina ufficiale, ma possono essere un valido supporto accanto a quelle convenzionali. Tra quelle che possiamo citare abbiamo:

Bisogna sapere che...

Gli esperti sconsigliano cure omeopatiche per la sclerosi multipla. a causa dei loro scarsi effetti sul controllo dei sintomi.

Terapie sperimentali per la sclerosi multipla: le proposte della ricerca.

Tra gli ultimi ritrovati per il trattamento della sclerosi multipla, vi sono le terapie sperimentali con nuovi farmaci.

Queste comprendono farmaci quali:

Tali terapie sono ancora in fase di sperimentazione e non sono ancora disponibili sul mercato.

Approfondimento: AISM.

Per essere certi di esser seguiti dal miglior professionista possibile esperto di sclerosi multipla, ci si può rivolgere a dei centri di cura specializzati presenti in tutta Italia che coinvolgono un'equipe formata da medici quali neurologo, psicologo e fisiatra. Tali centri appartengono all'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), un'associazione nata nel 1968 che ad oggi conta 500000 iscritti. L'AISM ha sia lo scopo di sostenere i pazienti affetti da sclerosi multipla e le loro famiglie, sia di finanziare la ricerca sulla malattia. È attivo un numero verde (800-803028) al quale è possibile richiedere informazioni sia sui centri di cura che sui vari servizi offerti quali consulenza legale o servizi di trasporto per disabili. Per sostenere l'AISM (che è legalmente una Onlus, cioè un'associazione senza scopo di lucro, i cui sostentamenti economici derivano dalle donazioni) è possibile sia fare delle donazioni, sia diventare volontari.

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico o altro specialista della salute.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI