Peeling acido glicolico: benefici e controindicazioni del trattamento

Consulente Scientifico:
Dottoressa Jessica Zanza
(Specialista in farmacia, farmacoterapia, nutrizione e fitoterapia)

Il peeling all’acido glicolico è un trattamento estetico per favorire il rinnovamento cutaneo attraverso l’esfoliazione dell’epidermide che prevede l’impiego di soluzioni o gel a base di acido glicolico per stimolare il rinnovamento dell’epidermide. Ma quali sono i benefici? Esistono delle controindicazioni? Scopriamolo insieme...

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Benefici
  3. Controindicazioni

Che cos’è il peeling all’acido glicolico?

Il peeling all’acido glicolico è un trattamento estetico che consente la correzione degli inestetismi medio-superficiali, quali: rughe, cicatrici, smagliature, melasma e cheratosi pilare. La tecnica prevede l’impiego di soluzioni o gel a base di acido glicolico, un acido della frutta, in grado di stimolare il ricambio cutaneo attraverso l’esfoliazione dell’epidermide.

Per chi volesse saperne di più...

L’acido glicolico, estratto principalmente dalla canna da zucchero, è un acido organico di piccole dimensioni, grazie alle quali può attraversare l’epidermide e raggiungere gli strati più superficiali del derma (derma papillare). Dal punto di vista chimico, si tratta di un α-idrossiacido, così detto in quanto contiene un gruppo ossidrilico (-OH), in posizione α rispetto al carbossile (-COOH). La formula condensata è la seguente: CH2(OH)COOH.

Approfondisci le caratteristiche dell'acido glicolico.

Il trattamento può essere eseguito dal medico o dall’estetista, in base all’entità del problema in questione. In particolare:

In che modo viene effettuato questo trattamento estetico?

Come abbiamo anticipato, la tecnica prevede l’applicazione di soluzioni o gel a base di acido glicolico, sulla cute detersa. Per quanto riguarda il peeling del viso, l’operatore applicherà il prodotto, con un pennello o con una garza, a partire dalla fronte, per poi passare alla guancia sinistra, al mento e alla guancia destra, prestando attenzione agli occhi, alle labbra e alle narici; il tutto viene lasciato in posa per un periodo di tempo variabile (in ogni caso, non più di un quarto d’ora), e l’acido viene neutralizzato con acqua o con una soluzione di bicarbonato; quindi, viene applicata una crema lenitiva, in modo da ridurre eventuali arrossamenti.

La seduta può durare dai venti ai quaranta minuti, in base all’estensione del trattamento.

Nel periodo post-peeling:

Tempi e costi del trattamento.

Per conseguire risultati ottimali e duraturi, è necessario effettuare una seduta di peeling all’acido glicolico ogni quindici giorni, per quattro-sei mesi. Il costo medio a singola seduta varia dai 70€ ai 100€.

Ricordiamo, inoltre, che il trattamento dev’essere effettuato nei mesi più freddi, in modo da ridurre il rischio di effetti indesiderati dovuti all’esposizione solare.

Quali sono i benefici del peeling all’acido glicolico?

Il peeling all’acido glicolico può essere utilizzato, con successo, nel trattamento delle seguenti condizioni:

Effetti avversi e controindicazioni.

Abbiamo visto come funzionano, a cosa servono e come usarli: ma i peeling all’acido glicolico sono sicuri?

Presentano delle controindicazioni? Ebbene, questi esfolianti chimici, sono tra quelli associati ad una minore incidenza di effetti avversi e possono essere utilizzati, come visto in precedenza, persino nelle pelli più scure. Tra gli effetti indesiderati più comuni, vi è un lieve arrossamento che, tuttavia, tende a scomparire nel giro di poche ore. Tra quelli meno comuni, invece, annoveriamo:

Il peeling è, pertanto, controindicato nei seguenti casi:

Le informazioni riportate hanno un fine puramente illustrativo, e non sostituiscono in alcun modo il rapporto medico-paziente. Per qualsiasi dubbio, rivolgetevi a personale altamente qualificato, che saprà guidarvi nelle vostre scelte.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Jessica Zanza (Farmacista)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI