Insufficienza aortica: gradi, sintomi, cause e terapia

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

L'insufficienza aortica è una patologia cardiaca che ha alla base il difetto di una delle 2 valvole del ventricolo sinistro e con più precisione quella che chiude l'innesto dell'aorta. I sintomi progrediscono lentamente fino a diventare invalidanti. Vediamo quando la terapia è può essere solo farmacologica e quando è necessario l'intervento chirurgico.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Tipologie
  3. Cause
  4. Sintomi
  5. Diagnosi
  6. Terapie
     

Cos’è l’insufficienza aortica?

Con il termine insufficienza aortica si indica una condizione patologica in cui la valvola aortica non si chiude correttamente e pertanto il sangue torna indietro dall'aorta al ventricolo.

Per saperne di più...

La valvola aortica è una delle quattro valvole cardiache situata tra il ventricolo sinistro e l'aorta, che serve a pompare il sangue ossigenato verso tutto il corpo.

La malattia si manifesta solitamente tra i 40 e i 70 anni, sebbene in alcuni casi possa insorgere anche sotto i 40 anni, con un rapporto maschio:femmina di 4:1.

Se trattate adeguatamente, le forme lievi o moderate hanno una sopravvivenza a 10 anni che varia dall'80% al 95%, mentre è sfavorevole la prognosi in caso di insufficienza aortica severa.

Gradi e tipologie di questa malformazione.

L'insufficienza aortica può essere distinta in due tipologie, in base alla modalità di insorgenza dei sintomi ed alla capacità di compensazione del cuore.

Distinguiamo quindi una forma:

In base poi alla gravità del mal funzionamento della valvola aortica, possiamo distinguere un'insufficienza aortica di tipo:

Cause congenite ed acquisite dell’insufficienza valvolare.

Le cause di insufficienza aortica possono essere congenite o acquisite. In alcuni casi infatti il difetto valvolare è presente sin dalla nascita a causa di alterazioni genetiche ereditarie.

In altri invece la patologia è acquisita ed è causata da:

Sintomi: variano in base alla gravità della malattia.

La sintomatologia dell'insufficienza aortica è variabile in base alla gravità della patologia.

Nelle forme lievi la malattia può essere del tutto asintomatica, mentre nelle forme moderata e severa si manifestano sintomi quali:

La sintomatologia è legata al reflusso di sangue dall'aorta al ventricolo che comporta diverse alterazioni al flusso sanguigno, al battito cardiaco ed alla frequenza degli atti respiratori.

La diagnosi: dalla visita cardiologica alle tecniche di imaging.

La diagnosi di insufficienza aortica viene eseguita dal medico cardiologo il quale eseguirà una visita auscultando il cuore alla ricerca della presenza o assenza di eventuali soffi che possono essere indice della patologia.

Successivamente potrà integrare la visita con esami quali:

La terapia in caso di insufficienza aortica.

La terapia dell'insufficienza aortica può essere farmacologica o chirurgica.

La terapia farmacologica è riservata ai casi lievi o moderati non gravi e consiste prevalentemente nella somministrazione di farmaci che riducono la pressione sanguigna.

Tra i farmaci per l'ipertensione arteriosa maggiormente utilizzati abbiamo:

Intervento chirurgico nei casi più gravi.

Per quanto riguarda invece la terapia chirurgica, questa viene riservata ai casi gravi con sintomatologia importante, e può essere eseguito in due modi:

  • Sostituzione della valvola non funzionante.
  • Riparazione della valvola non funzionante.

Entrambi gli interventi si svolgono in anestesia generale e con la circolazione extracorporea (il paziente viene attaccato ad una macchina che sostituisce il cuore ed i vasi sanguigni e fa circolare il sangue al di fuori del corpo), in quanto il cuore deve essere fermato per poter intervenire chirurgicamente.

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo e non intende sostituire il parere del medico cardiologo.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI