Sintomi della menopausa. Disturbi fisici e psicologici

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Durante la menopausa i cambiamenti ormonali determinati dalla progressiva diminuzione della funzionalità ovarica e dalla conseguente diminuzione dei livelli di estrogeni, provocano nella donna un insieme di sintomi fisici e psicologici. Analizziamo tutti i disturbi anche tardivi che appaiono nel periodo post - menopausa come l'osteoporosi e le alterazioni del colesterolo e della pressione sanguigna.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Classificazione
  3. Quali sono?
    1. Fisici precoci
    2. Fisici tardivi
    3. Psicologici
    4. Ormonali

I disturbi in menopausa.

La menopausa è un periodo critico per le donne poichè segna la fine dell'età fertile e la scomparsa dal circolo sanguigno degli ormoni sessuali femminili. Per tale motivo questo periodo è caratterizzato spesso dall'insorgenza di alcuni disturbi, sebbene la loro comparsa sia variabile e la loro percezione vari da soggetto a soggetto tanto che molte donne trascorrono tranquillamente questa stagione della loro vita senza avvertire alcun sintomo particolare.

Ma cos’è la menopausa?

La menopausa è un periodo fisiologico nella vita di una donna caratterizzato dalla fine dell'età fertile, dall'atrofia delle ovaie e dalla scomparsa del ciclo mestruale. E' preceduta e seguita da un periodo chiamato "climaterio" che più comunemente viene suddiviso in periodo pre - menopausa e periodo post - menopausa. Ogni periodo ha delle caratteristiche proprie:

  • Nel periodo pre - menopausa si assiste ad una progressiva diminuzione della funzione ovarica, i livelli di estrogeni iniziano a calare drasticamente, le ovaie iniziano a funzionare sempre meno. In questo periodo si assiste ad alterazioni del ciclo mestruale, il quale gradualmente tende a scomparire.

  • Nel periodo della menopausa vera e propria abbiamo l'assenza del ciclo mestruale da almeno un anno e l'atrofia delle ovaie. È un periodo di assestamento, in cui l'organismo deve adattarsi all'assenza degli estrogeni e pertanto possono manifestarsi diversi disturbi e fastidi.

  • Nel periodo post - menopausa scompaiono i disturbi caratteristici del periodo di menopausa vera e propria, si ha una certa stabilità dal punto di vista ormonale e possono comparire sintomi tardivi.

La menopausa solitamente si manifesta in un'età compresa tra i 45 e i 55 anni, talvolta può comparire prima, e si parlerà di menopausa precoce, o dopo, ed in questo caso si parlerà di menopausa tardiva.

Classificazione dei sintomi

La menopausa comporta dei cambiamenti in tutto l'organismo e i sintomi che ne conseguono possono essere classificati in base a diversi parametri.

Una prima classificazione distingue sintomi:

Una seconda classificazione può essere fatta in base alla durata dei sintomi, per cui abbiamo:

Infine, una terza classificazione, può essere fatta in base all'insorgenza dei sintomi che possono essere:

I disturbi che caratterizzano il passaggio alla menopausa.

Come precedentemente elencato, i sintomi della menopausa possono essere classificati in base a diversi parametri. Analizziamo di seguito' tutti i sintomi fisici,e quelli di natura psicologica e ormonali sia precoci che tardivi.

Sintomi fisici precoci

I sintomi precoci della menopausa insorgono nel periodo compreso tra la pre - menopausa, quando cioè ancora le ovaie hanno un minimo di attività residua e i livelli di estrogeni iniziano a calare, e la menopausa vera e propria, quando cioè il ciclo mestruale cessa definitivamente. Sono per lo più sintomi transitori (sebbene alcuni di essi possano essere persistenti), che tendono a scomparire nell'arco di qualche mese o di un paio di anni, e tra questi i più comuni sono:

Sintomi fisici tardivi.

I disturbi tardivi della menopausa insorgono quando la donna è in menopausa conclamata, cioè quando il ciclo mestruale è ormai scomparso da almeno un anno. Sono sempre legati alla mancanza degli estrogeni e possono essere transitori e durare qualche mese o qualche anno, oppure essere presenti durante tutto il periodo post - menopausa. Tra i sintomi tardivi possiamo citare:

Approfondisci cos'è e come si manifesta l'osteoporosi.

 Disturbi di natura psicologica.

Durante la menopausa la carenza degli estrogeni determina anche delle alterazioni a livello psicologico che talvolta possono essere molto serie e limitare la vita quotidiana della donna. Tali sintomi sono prevalentemente transitori ma, se non riconosciuti o non trattati adeguatamente, possono anche divenire definitivi. Tra questi possiamo citare:

Quando questi disturbi diventano persistenti e non rendono possibile il normale svolgimento delle attività quotidiane è bene richiedere un consulto psicologico.

Sintomi ormonali.

I disturbi ormonali sono tipici del periodo pre - menopausa e sono quelli che indicano alla donna che stanno avvenendo dei cambiamenti nel livello di estrogeni in circolo. Tra quelli di più frequente riscontro abbiamo:

Puoi approfondire le altre possibili cause del ritardi mestruale.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI