Ustione di secondo grado: cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Le ustioni di secondo grado interessano non solo lo strato superficiale della pelle ma anche i tessuti sottostanti ossia il derma.Oltre al dolore si presentano con bolle ripiene di liquido. Il trattamento dipende dalla gravità e dall'estensione dell'ustione e comunque è consigliato il ricovero in una struttura ospedaliera specializzata per evitare gravi conseguenze.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Rimedi
   

Cos’è un’ ustione di secondo grado?

L’ ustione di secondo grado è una lesione della pelle non superficiale che coinvolge oltre all' epidermide (lo strato cutaneo più esterno) anche lo strato sottostante, il derma.

Può colpire sia la porzione superficiale del derma che quella più profonda, ed in base a questo si suddivide rispettivamente in:

  • Ustione di secondo grado semplice.
  • Ustione di secondo grado profonda.

Entrambe le tipologie di ustione di secondo grado presentano una sintomatologia dolorosa, ma solo quelle che si estendono più in profondità lasciano delle cicatrici.

Cause di questa lesione della pelle.

Le ustioni sono solitamente dovute ad agenti termici, fisici e chimici.

In particolare, riferendoci alle ustioni di secondo grado possiamo avere cause:

Sintomi delle ustioni di secondo grado: dipendono dalla profondità della scottatura.

Le ustioni di secondo grado si manifestano sempre con una sintomatologia dolorosa, con un dolore che varia in base all'estensione ed alla profondità dell'ustione, e che risulta solitamente moderato - intenso e con altri sintomi caratteristici che variano in base alla profondità dell'ustione.

In particolare:

Si possono avere complicanze come ad esempio un'infezione, ma solitamente non rimangono cicatrici (a meno che non si gestisca male il trattamento dell'ustione, utilizzando ad esempio metodi fai da te).

In base alla gravità ed all'estensione dell'ustione possono rimanere cicatrici ampie e profonde.

In base all'estensione dell'ustione possono manifestarsi anche sintomi sistemici, quali, ad esempio, un lieve rialzo termico (febbre che va da 37,5°C ai 38,5°C), comune nelle gravi ustioni da esposizione ai raggi solari.

Che fare in caso di ustione di secondo grado?

A differenza dell’ ustione di primo grado, un'ustione di secondo grado richiede sempre l'intervento di un medico per evitare complicanze, quali cicatrici profonde o infezioni cutanee. Il trattamento pertanto è raramente di tipo naturale (tranne in alcuni casi) e si ricorre, quindi, all'utilizzo di farmaci.

Approfondisci le carattewristiche delle ustioni di primo grado.

Rimedi farmacologici.

Per il trattamento delle ustioni di secondo grado, il medico somministrerà dei farmaci per via orale, utili per diminuire la sintomatologia dolorosa (e ove presente quella sistemica) e dei farmaci da applicare localmente, per accelerare il processo di guarigione favorendo la rigenerazione cutanea.

Tra i farmaci che si possono utilizzare abbiamo:

Rimedi naturali per le ustioni.

Solo nel caso in cui il medico ritenga che non vi sono rischi di complicazioni o di cicatrici (in caso quindi di ustioni di secondo grado semplici), è possibile trattare le ustioni di secondo grado con dei rimedi naturali fitoterapici o casalinghi.

Quelli maggiormente indicati sono:

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI