Mal di schiena in gravidanza: cosa fare? Cause, sintomi e rischi

Consulente Scientifico:
Dottoressa Marilena Grassi
(Specialista in biologia e nutrizione)

Il mal di schiena in gravidanza è un disturbo che si manifesta intorno al 6 mese, caratterizzato dal dolore nella zona lombare...Ma quali sono le cause che lo determinano? E quali i rimedi per ridurre il più possibile i fastidi che ne derivano? Scopriamolo insieme...

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Rimedi
  5. Rischi

Cos’è il mal di schiena in gravidanza?

Il mal di schiena è tra i disturbi che più frequentemente affliggono le donne in gravidanza. Si manifesta essenzialmente a gravidanza inoltrata, nella zona lombare della colonna vertebrale, soprattutto attorno al 6 mese, sebbene molte donne avvertano i fastidi anche prima di questo periodo.

Possibili cause di questo disturbo.

Le cause del mal di schiena in gravidanza possono essere molteplici. Vediamone qualcuna insieme.

Puoi approfondire i sintomi della sciatica.

Quanto dura il mal di schiena in gravidanza?

La durata del mal di schiena dipende da tanti fattori. In genere inizia tra il 5° e il 6° mese per acuirsi al 7°, mese in cui il feto assume già un peso importante e in cui gli ormoni sono ai livelli più alti. Può comparire prima, se già si soffre di mal di schiena o di dolori articolari e, in ogni caso, dal momento in cui compare, perdura in genere fino al termine della gravidanza, diventando sempre più fastidioso negli ultimi mesi, quando l’utero è ai livelli più alti della sua dilatazione e il feto ha raggiunto praticamente il peso maggiore.Dopo il parto, la situazione si ristabilisce, sebbene serva circa un mese perchè le articolazioni recuperino la loro normale elasticità e i muscoli tornino ad essere tonici come prima della gravidanza.

Sintomi: come si manifesta il dolore lombare per le donne incinte?

Generalmente il dolore compare nella zona lombare e, in tal caso, si parla proprio di lombalgia. Raramente si manifesta nella parte alta della schiena, dal momento che il peso maggiore si deve sopportare proprio a livello del bacino.

Si riscontra un aumento del mal di schiena durante la notte in quanto, nel momento in cui ci si distende, si vanno a sollecitare i punti più doloranti, dovendo la donna dormire essenzialmente di lato oppure a pancia in su. In queste condizioni, distendere la colonna vertebrale provoca dolore, anziché sollievo.

Cosa fare per ridurre il mal di schiena durante la gravidanza?

Nel periodo della gestazione diventa difficile gestire le situazioni di dolore ed infiammazione in quanto si è limitati nell’assunzione di medicine.

Esistono alcuni piccoli accorgimenti e rimedi che ci possono aiutare a lenire i sintomi di un mal di schiena che a volte può ostacolare le normali attività quotidiane. Vediamoli insieme.

Attività sportiva per distendere le vertebre.

Potrebbe sembrare un controsenso, in quanto praticare attività fisica in gravidanza viene considerato da molti faticoso e pericoloso per il feto. In realtà non è proprio così! Effettivamente, è bene scegliere l’attività fisica giusta che non deve essere troppo stressante e non deve assolutamente sottoporre a eccessive sollecitazioni, né la madre né il feto.

Si può scegliere di praticare nuoto, yoga, ginnastica dolce oppure acquagym lenta, in quanto si tratta di esercizi che aiutano il rilassamento muscolare e la distensione delle vertebre e delle articolazioni, inducendo una loro maggiore elasticità e un minor livello di infiammazione.

Qualora sia impossibile praticare attività di questo tipo, uno dei consigli più utili è quello di camminare tanto, almeno un’ora al giorno, per tenere allenati i muscoli e favorire la loro decontrazione.

Massaggi per rilassare i muscoli.

Sono state recentemente avviate delle pratiche di massaggio shiatsu fatte su misura per le donne in gravidanza. Si tratta di massaggi a livello lombare, effettuati da esperti, che sono in grado di indurre rilassamento dei muscoli nella donna in gravidanza e di aiutarla a sopportare meglio i dolori, soprattutto quando diventano più insistenti.

Rimedi naturali

I rimedi fitoterapici sono molto consigliati dai naturopati per le donne in gravidanza, qualora i dolori siano così forti, da non poter essere sopportati. Si consigliano, ad esempio:

Tachipirina solo se necessario.

La tachipirina è probabilmente l’unico farmaco che è sempre stato consigliato in gravidanza, in presenza di infiammazioni o dolori poco sopportabili.

In realtà, un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Edimburgo, avrebbe dimostrato la sua pericolosità. In particolare, sembrerebbe che il farmaco possa essere pericoloso per la fertilità del futuro figlio e che quindi possa essere utilizzato, ma con attenzione e senza esagerare.

Gli esperti, perciò, nonostante gli studi non diano ancora risultati completi, consigliano di evitare anche la tachipirina e di ricorrere a questo farmaco solo se strettamente necessario.

Quali sono i rischi della lombalgia durante la gestazione?

Attualmente non sono noti rischi associati a questo tipo di mal di schiena, trattandosi di un problema che si manifesta a causa della modificazioni delle normali condizioni fisiologiche. Infatti, dopo il parto, nel momento in cui si ristabiliscono i tradizionali assetti ormonali, il mal di schiena regredisce spontaneamente e, dopo circa un mese, non si manifesta più. E’ chiaro che donne che affrontano gravidanze in periodi molto ravvicinati, avranno una difficoltà maggiore a risolvere questo problema, essendo la loro colonna vertebrale molto più sollecitata.

Se però il mal di schiena persiste per troppo tempo e si riscontrano altri sintomi associati, allora potrebbe esserci qualche problema. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Puoi approfondire cause e rischi della cistite in gravidanza.

Approfondisci le cause possibili del parto prematuro.

Dunque il mal di schiena in gravidanza è un problema comune a molte donne e non rappresenta affatto un segnale di pericolo, né per se’ stessi, né per il feto. Si tratta di una situazione fisiologica in gravidanza, che comporta qualche piccolo fastidio. Con qualche piccolo accorgimento suggerito dal medico, però, si può affrontare bene il problema e superarlo, per avere una gravidanza più serena!

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Marilena Grassi (Biologa)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE CHI SIAMO CONTATTACI