Ustioni solari: gradi, sintomi, terapia e rimedi naturali

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Le ustioni solari sono lesioni cutanee (simili alle comuni ustioni) provocate dall'energia trasportata dalle radiazioni ultraviolette dello spettro della luce del sole. I sintomi possono comparire subito dopo l'esposizione o a distanza di qualche ora. Scopriamo come prevenirle e cosa fare quando ormai la pelle è già ustionata.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Gradi e sintomi
  3. Rimedi naturali
  4. Rimedi medico - farmacologici
  5. Prevenzione

Cosa sono le ustioni solari?

Con il termine di ustione solare si identifica un danno alla pelle causato da un'errata esposizione ai raggi solari (radiazioni UV). Le ustioni avvengono solitamente quando ci si espone al sole senza un'adeguata protezione, oppure quando si sta troppo al sole nonostante la protezione.

Esse sono molto frequenti nel periodo estivo, ma talvolta possono verificarsi anche in inverno, quando ad esempio si va sulla neve in montagna in un giorno di sole e non ci si scherma adeguatamente.

Le scottature da radiazioni UV possono avvenire anche sottoponendosi a lampade abbronzanti. Sono più frequenti in soggetti con pelle chiara, occhi chiari e capelli biondi o rossi in quanto queste persone presentano un minore contenuto di melanina (il pigmento che "difende" naturalmente la pelle dai raggi UV) nelle cellule cutanee, a differenza delle persone con carnagione scura, le quali però possono comunque scottarsi.

Gradi e sintomi associati.

Le ustioni solari possono avere diversi stadi di gravità in base a quanto sono profonde ed estese. Ogni grado di gravità presenta sintomi ben distinti, che compaiono solitamente dopo 2 - 12 ore dall'esposizione ai raggi del sole (in media dopo 2 - 6 ore). Distinguiamo ustioni solari:

Le ustioni di primo e secondo grado hanno una durata di circa 2 - 7 giorni, in base all'estensione ed alla gravità dell'ustione, mentre per quelle di terzo grado la durata è superiore e dipende da diversi fattori tra cui la velocità con cui si interviene sul paziente.

Rimedi naturali contro le scottature solari.

Uno dei possibili trattamenti per le ustioni solari è rappresentato dai rimedi naturali quali fitoterapici, omeopatici e rimedi della nonna. Questi rimedi vanno utilizzati per trattare solo le scottature di primo e di secondo grado, e possibilmente sempre sotto controllo medico.

Per il trattamento delle ustioni solari vi sono anche altre terapie mediche farmacologiche che possono essere utilizzate.

Fitoterapia.

Una prima modalità di trattamento delle ustioni solari è rappresentata dalla fitoterapia, che si avvale di piante dall'azione lenitiva, rigenerante ed antinfiammatoria, come ad esempio:

Omeopatia.

Per il trattamento delle ustioni solari è possibile anche ricorrere a rimedi di tipo omeopatico.

Tra i più efficaci possiamo citare:

Rimedi della nonna.

Un altro possibile rimedio naturale per il trattamento delle ustioni solari è rappresentato dai rimedi casalinghi o “consigliati dalla nonna". Tra quelli maggiormente indicati possiamo citare:

Terapie mediche farmacologiche.

Oltre ai rimedi naturali è possibile trattare le ustioni da sole con terapie mediche farmacologiche, come ad esempio:

Non sono invece consigliati farmaci a base di cortisone o farmaci antistaminici, in quanto troppo forti per trattare una semplice ustione solare.

In alcuni casi il medico può decidere di prescrivere anche queste tipologie di farmaci (solitamente sottoforma di crema) in base alla gravità dell'ustione ed all'intensità dei sintomi.

Cosa fare se ci si ustiona durante un’esposizione al sole? Comportamento e misure di prevenzione.

Quando ci si scotta dopo un'esposizione al sole è bene sapere come comportarsi per evitare di aumentare i danni.

Ad esempio si consiglia di:

Come prevenire le scottature?

È molto importante prevenire le scottature solari ed in generale esporsi al sole senza adeguate protezioni, per evitare problemi molto seri quali lo sviluppo di tumori cutanei, ad esempio il melanoma.

Per prevenire le scottature si consiglia di:

L’articolo ha uno scopo esclusivamente informativo e non intende sostituire il rapporto diretto medico - paziente.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI