Placca dentale batterica: cause, rischi e rimedi per eliminarla

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Perchè si forma la placca dentale batterica? Come si può evitare che si crei questa pellicola di batteri che rende meno bello il sorriso e mette a rischio la salute dei denti? Scopriamo i processi di formazione della placca, le buone abitudini per prevenirla ed i rimedi, naturali e non, per eliminarla.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Conseguenze
  4. Rimedi
    1. Rimedi naturali
  5. Prevenzione

Che cos’è la placca dentale batterica e come si forma?

Per placca dentale si intende una patina di colore bianco - opalescente, dalla consistenza appiccicosa, che si forma in bocca a livello degli spazi interdentali, della superficie dentale, della lingua, e della gola. Essa è costituita da un biofilm batterico, cioè un insieme di batteri aggregati tra loro che a loro volta aderiscono a mucoproteine presenti nella saliva, formando una specie di "biopellicola". All'interno di questo biofilm possono poi rimanere intrappolati anche dei residui di cibo. Se non tenuta sotto controllo o trattata adeguatamente, la placca dentale può trasformarsi in tartaro. Come si forma?

Processo di formazione, accumulo, evoluzione.

La formazione della placca dentale è strettamente legata al metabolismo dei batteri che la compongono ed essenzialmente segue tre fasi principali:

I batteri che più comunemente formano la placca dentale appartengono agli streptococchi, come per esempio lo Streptococco mutans che rappresenta il maggior rappresentante della categoria, ai lactobacilli, in particolare il Lactobacillo acidofilo, e in misura minore ai fusobatteri e agli actinobatteri.

Vediamo ore quali sono le principali cause della formazione.

Le cause che portano alla formazione della placca dentale: cattive abitudini!

Abbiamo precedentemente accennato al meccanismo di formazione della placca dentaria sostenuto dai batteri e dal loro metabolismo. Vediamo adesso quali sono le cause che predispongono un soggetto alla proliferazione batterica del cavo orale con conseguente formazione ed accumulo di placca:

Puoi approfondire le tipologie e l’uso corretto del filo interdentale.

Approfondisci quando e come usare il colluttorio.

Potrebbe interessarti in cosa consiste e come fare una pulizia dei denti professionale.

Quali sono le possibili conseguenze?

Che cosa si rischia se non si prestano le dovute cure?

L'accumulo di placca dentale non va sottovalutato e non deve passare inosservato poichè potrebbe portare a serie conseguenze sia per la salute dei nostri denti che in generale per lo stato di benessere del soggetto. Le conseguenze provocate dall'accumulo di placca possono essere:

Approfondisci le cause e i rimedi per evitare la formazione del tartaro.

Ora invece valutiamo quali sono i rimedi più opportuni.

I rimedi per eliminare la placca.

Una volta che si è accumulata a livello del cavo orale la placca va eliminata in modo meccanico. L'eliminazione della placca avviene solitamente mediante l'utilizzo di:

Approfondisci i vantaggi ed i rischi dello spazzolino elettrico.

E se la placca si fosse indurita troppo…

Per una migliore rimozione della placca è possibile utilizzare delle compresse da sciogliere in bocca le quali evidenziano, mediante lo sviluppo di una colorazione rossa (data da una sostanza chiamata eritrosina), le zone in cui vi è maggiore accumulo di placca. Qualora la placca si fosse indurita formando il tartaro sarà bene rivolgersi al proprio dentista per eseguire una procedura chiamata detartasi che si esegue con appositi strumenti odontoiatrici. A tale procedura si associa anche la pulizia dentale, che serve a rimuovere l'ingiallimento o le macchie dai denti e a disinfettare la cavità orale in profondità.

 Si possono utilizzare anche rimedi naturali. Vediamo quali.

I rimedi naturali per prevenire la proliferazione batterica.

Per evitare o diminuire l'accumulo di placca a livello del cavo orale è possibile utilizzare dei dentifrici o dei colluttori a base di sostanze naturali o di sostanze che aiutano a prevenire la moltiplicazione dei batteri o la loro adesione alla superficie dentaria. Tra queste sostanze abbiamo:

Ma per prevenire la placca, esistono regole da rispettare?

I consigli per evitarne la formazione.

Il modo migliore per evitare le conseguenze della placca dentaria è quello di prevenirne la formazione. Per fare ciò è bene seguire una serie di consigli e di norme comportamentali che aiutano ad evitare la proliferazione batterica e l'accumulo di placca come per esempio:

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI