Nicturia, urinare spesso di notte: cause e rimedi

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Urinare spesso di notte? La nicturia è un disturbo che può avere cause patologiche e non. Scopri i rischi ed i rimedi naturali e farmacologici e le possibili conseguenze.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
  2. Sintomi associati e diagnosi
  3. Cause e patologie 
  4. Rischi e conseguenze
  5. Rimedi naturali e farmacologici

 Quando si parla di nicturia?

La nicturia può essere definita come lo stimolo ad urinare la notte con una frequenza superiore al normale. È, quindi, un disturbo notturno (che può riguardare anche i bambini) e non per forza una malattia. Va, però, detto che talvolta la nicturia può essere il sintomo di una patologia fisica ma anche psicologica, legata in questo caso a condizioni di forte stress. In condizioni normali e, dunque, non patologiche, la nicturia si può presentare in maniera saltuaria; ad esempio, se si beve molto durante il giorno.

Sintomi associati per la diagnosi.

Alla nicturia possono essere associati diversi sintomi, sulla cui base il medico (il pediatra se si tratta di nicturia infantile) potrà individuare le cause all’origine del disturbo e orientarsi verso la terapia più utile.

Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • Pollachiuria. Si tratta di un aumento della frequenza della minzione con emissione di piccole quantità di urina, per cui si urina spesso (senza aver bevuto eccessivamente) ma poco. Tale condizione può essere dovuta ad un'ostruzione del canale uretrale , frequente negli anziani con ipertrofia prostatica.
  • Ematuria. Con questo termine, si indica l'emissione di urine miste a sangue, un problema solitamente causato da infezioni renale o vescicale , ad esempio, la cistite emorragica o calcoli.

Puoi approfondire le cause e le cure del'ematuria.

  • Poliuria. In questo caso, si produce urina in eccesso. All’origine, possono esservi patologie, ma può anche trattarsi di un disturbo saltuario, legato alla semplice ingestione di liquidi in grandi quantità.
  • Disuria. In questo caso, si avverte, invece, difficoltà ad urinare, nonostante lo stimolo sia presente. È tipica della cistite.

 Cause patologiche: quali sono?

Come si accennava all’inizio, dando una definizione della nicturia, la comparsa di questo disturbo potrebbe essere la spia di una patologia, ma anche il prodotto di condizioni non patologiche, legate all’uso di farmaci o a condizioni particolari del soggetto, come ad esempio la gravidanza o l’età infantile o avanzata.

Per la maggior parte, le cause patologiche della nicturia sono legate a problemi all'apparato urinario, come per esempio infezioni. Può, però, essere dovuta anche a patologie di tipo sistemico. Tra le malattie che possono determinare nicturia abbiamo:

Cause non patologiche che portano ad urinare spesso di notte.

Le cause non patologiche della nicturia sono varie e legate sia a problemi di natura psicologica sia a problemi alimentari o, ancora, a particolari condizioni, come la gravidanza e l’età. Tra le cause non patologiche rientrano, dunque:

Rischi e possibili conseguenze.

Se, nonostante i sintomi, non si indaga sulle cause determinanti, la nicturia, quando non saltuaria, può portare anche a conseguenze piuttosto gravi, con la conseguente necessità di ricorrere a una terapia più forte. Tra queste abbiamo:

  • Disturbi del sonno. Alzarsi spesso durante la notte per urinare, interrompendo così il sonno, fa sì che il soggetto non riposi in maniera adeguata, innalzando i livelli di stress, con conseguenze più serie in soggetti più delicati come i bambini.
  • Depressione. Quando la nicturia si presenta ad alti livelli, può finire col condizionare la qualità della vita del soggetto, che può ridurre l’assunzione di liquidi, evitare l’intimità sessuale e innescare forti stati di ansia e stress, che possono sfociare nella depressione.
  • Pressione bassa. Urinare spesso, sia durante il giorno sia durante la notte, determina la perdita di grandi quantità di liquidi, il che potrebbe provocare un abbassamento della pressione sanguigna.
  • Disidratazione. L'eccessiva perdita di liquidi causata dalla continua emissione di urina può portare a disidratazione, con conseguenze dannose per tutto l’organismo.

Come curare la nicturia: farmaci o rimedi naturali?

Vediamo ora quali sono i rimedi alla nicturia (e non, chiaramente, alle sue cause).

I farmaci che curano il disturbo.

In urologia, diverse tipologie di farmaco curano disturbi alla vescica come l'incontinenza. All'occorrenza queste terapie possono essere utilizzate, sotto controllo medico, anche per il trattamento della nicturia. Tra questi farmaci rientrano:

I rimedi naturali e alternativi.

Nel dare all’inizio una definizione di nicturia, si accennava anche all’esistenza di rimedi naturali per chi ne soffre. Questo genere di terapia si fonda su rimedi di tipo omeopatico e fitoterapico e includere anche tutta una serie di esercizi di rafforzamento dei muscoli vescicali. Infine, un altro rimedio può venire dalla medicina alternativa e dall’agopuntura.

Tra i rimedi omeopatici (preparati che si assumono sotto forma di granuli omeopatici) citiamo:

Oltre a una terapia omeopatica, anche alcuni rimedi fitoterapici possono risolvere nicturia non saltuaria dipendente da cistite, prostatite o ipertrofia prostatica. Tra i rimedi fitoterapici ricordiamo:

Infine, tra gli altri rimedi naturali, possiamo citare alcuni esercizi specifici per la vescica e i muscoli ad essa correlati e, da ultimo, l'agopuntura.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI