Stitichezza: sintomi, cause, cure e rimedi naturali per la stipsi

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Si parla di stitichezza quando vi è un’evacuazione delle feci molto diradata nel tempo e difficoltosa. Questo disturbo Può avere diverse cause, sia di natura patologica che non. Scopriamo come curare la stipsi e quali sono i rimedi naturali, di tipo alimentare, o farmacologici che aiutano il transito delle feci e consentono di svuotare l’intestino senza incorrere in spiacevoli conseguenze.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche e tipologie
  2. Sintomi e conseguenze
  3. Diagnosi
  4. Cause
  5. Come curarla
    1. Alimentazione
    2. Lassativi
    3. Rimedi immediati
    4. Rimedi naturali
  6. Prevenzione

Cos’è la stitichezza?

La stitichezza è un disturbo che si manifesta con una ridotta frequenza delle evacuazioni, si parla di stitichezza per evacuazioni che avvengono minimo ogni tre giorni. Alla ridotta frequenza delle evacuazioni si accompagnano anche feci di consistenza dura e difficoltose da espellere e una vasta gamma di sintomi che possono essere di tipo intestinale o extraintestinale. E’ più frequente nelle donne che negli uomini a causa degli sbalzi ormonali che si verificano durante il ciclo mestruale, ma ne possono soffrire tutti.

Le diverse tipologie del disturbo.

La stitichezza può essere suddivisa in primaria o idiopatica e secondaria, in base alla causa che la determina.

La stitichezza primaria non è determinata da cause organiche e può essere di tipo:

La stitichezza secondaria invece rappresenta il sintomo di patologie organiche e può avere diverse cause di cui parleremo in dettaglio più avanti.

La stitichezza inoltre può essere divisa in:

I sintomi che si accompagnano alla stipsi e le conseguenze.

La stitichezza, oltre all’evacuazione ridotta e alla durezza delle feci, presenta anche altri sintomi. Inoltre può portare all’insorgenza di alcune fastidiose conseguenze.

I sintomi associati alla stitichezza sono:

Le conseguenze della stitichezza possono essere di tipo più o meno grave, in base all’entità del problema. Possiamo avere:

Approfondisci le tipologie di cistite e le relative cause.

Gli esami per effettuare la diagnosi.

La stitichezza può essere un fenomeno passeggero di cui non ci si deve preoccupare.

Tuttavia quando si notano improvvisi cambiamenti non legati a situazioni acute, come lo stress, o quando si nota che i sintomi permangono per un periodo molto prolungato senza che vi sia una causa apparente, è bene preoccuparsi e rivolgersi al medico. Questo potrà formulare una diagnosi iniziale sulla base dell’anamnesi, cioè dei dati che il paziente riferirà come per esempio caratteristiche dei sintomi, insorgenza e loro durata, abitudini alimentari o stile di vita. Successivamente potrà richiedere esami specifici come:

Approfondisci come si esegue la colonscopia.

Cause patologiche e non della stitichezza.

La stitichezza può avere diverse cause sia di natura non patologica, come per esempio cause legate alla fisiologia dell’individuo, all’età e al sesso, sia di natura patologica, come le patologie proprie dell’apparato intestinale.

Cause non patologiche

Le cause non patologiche della stitichezza comprendono età, utilizzo di farmaci, dieta scorretta, particolari condizioni in cui si trova l’organismo.

Cause patologiche.

Le patologie che possono causare l’insorgenza di stitichezza possono essere relative all’intestino oppure essere extraintestinali e in questo caso la stitichezza sarà una manifestazione secondaria della malattia.

Tra le patologie a carico dell’intestino abbiamo:

Le patologie extraintestinali che causano stitichezza possono essere di varia natura. Tra queste abbiamo:

I rimedi e le cure per combatterla.

La stitichezza non causata da patologie può essere affrontata con rimedi alimentari, casalinghi, naturali e, nei casi più gravi farmacologici. Vediamo a quali rimedi possiamo ricorrere in caso di attacchi di stitichezza.

L’alimentazione.

Tra i rimedi per la stitichezza primaria l’alimentazione rappresenta sicuramente il primo passo per riuscire a risolvere il problema. La dieta, infatti, rappresenta un ottimo rimedio per questo fastidio ed è quindi importante conoscere quali alimenti vanno mangiati e quali invece vanno evitati:

Sono da evitare:

Sono da preferire:

La stitichezza va quindi curata nella maggior parte dei casi con l’adozione di un regime alimentare adeguato e con semplici regole igieniche. Un uomo medio di circa 70 kg, deve ingerire scorie pari a 20-30 grammi al giorno.

Lassativi.

Nei casi di stipsi ostinata si può ricorrere all’uso di lassativi come cura per la stitichezza. I lassativi possono essere sia farmaci di origine sintetica, sia sostanze di origine naturale. I lassativi si dividono in:

In presenza di stipsi cronica, l’uso dei lassativi si rivela peròpiù dannoso che utile, in quanto irritano l’intestino peggiorando la situazione..

Rimedi casalinghi.

Alcuni rimedi immediati per la stitichezza sono i rimedi casalinghi, o fai da te, che possono essere usati anche come pronto intervento come rimedio per la stitichezza nei bambini o in gravidanza. Tra questi abbiamo:

Rimedi naturali.

I rimedi naturali contro la stitichezza prevedono l’utilizzo di sostanze omeopatiche e fitoterapiche da assumere sotto forma di tisane o di estratti contenuti in compresse. Le erbe che si utilizzano sono di due tipologie principali:

Come prevenire la stipsi? I consigli.

La stitichezza non causata da patologie può essere prevenuta seguendo alcune semplici regole comportamentali:

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Laurea in Biomedicina)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
ARTICOLI CHI SIAMO CONTATTACI