Trigliceridi bassi cause.

Trigliceridi bassi cause

La guida esamina le possibili cause dei trigliceridi bassi. I valori di trigliceridi nel sangue vengono considerati bassi se la loro concentrazione espressa in milligrammi per decilitro risulta inferiore a 40-50 mg/dL. Prima di continuare con l'articolo un breve richiamo su cosa sono i trigliceridi e sulle loro funzioni.

Cosa sono i trigliceridi e quali sono le loro funzioni.

I trigliceridi sono particolari molecole formate dall'unione di tre lunghe catene di acidi grassi che costituiscono i componenti essenziali di tutti gli alimenti grassi di origine animale e vegetale. Nel corpo umano essi costituiscono la più importante riserva energetica per i muscoli. Nel circolo sanguigno sono trasportati, data la loro scarsa solubilità in acqua, imballati in proteine idrosolubili dette lipoproteine. Esistono due diverse lipoproteine che contengono trigliceridi: Chilomicroni e VLDL. Le prime imballano i trigliceridi introdotti con l'alimentazione e si originano nell'intestino. Le VLDL inglobano i trigliceridi sintetizzati dal fegato a partire dagli zuccheri. I trigliceridi sintetizzati dal corpo (fegato) costituiscono solo una modesta percentuale di quelli che derivano dai cibi.

Possibili cause che determinano basse concentrazioni di trigliceridi nel sangue.

Le cause di tale situazione possono essere svariate ma fondamentalmente riconducibili a due diverse problematiche: scorretta e/o insufficiente alimentazione, patologie.

Scorretta o insufficiente alimentazione.

Definita con più precisione "malnutrizione". Ossia ridotto apporto energetico (si introducono meno nutrienti di quanti se ne consumano). Condizione che, contrariamente a quanto si è indotti a pensare, non interessa solo le popolazioni dei paesi del terzo mondo ma anche rappresentanti di opulenti paesi industrializzati: per scelta (diete sconsiderate/problemi di disagio psichico) o per condizione. Una dieta che adduce carboidrati e grassi in percentuali molto inferiori ai 50 e 25 % consigliati produce drastico abbassamento della concentrazione di trigliceridi nel sangue. Condizione analoga può verificarsi in sportivi che, pur alimentandosi correttamente, si sottopongono a carichi di lavoro eccessivi, che conduce alla condizione di "superallenamento".

Patologie che provocano anomalo abbassamento dei trigliceridi:

  • Celiachia. Malattia del sistema immunitario che considera come tossica la gliadina che è un componente base del glutine che costituisce la base di tutti i cereali. Per effetto della reazione autoimmune si provocano gravi lesioni alla mucosa dell'intestino tenue responsabile dell'assorbimento del glutine. Viene così a mancare l'apporto di un fondamentale nutriente condizione che produce un abbassamento dei livelli di trigliceridi.
  • ipertiroidismo. Una eccessiva produzione di ormoni tiroidei genera un aumento del "metabolismo basale" ossia del consumo di energia del corpo a riposo. Conseguenza di ciò è un abbassamento dei livelli di trigliceridi.
  • Patologie del fegato che ne compromettano le sue funzioni e quindi anche la sintesi di trigliceridi dagli zuccheri.
  • Abetalipoproteinemia. Malattia metabolica ereditaria che si manifesta con l'incapacità dell'organismo di assorbire i grassi ed è perciò caratterizzata da bassissimi valori di trigliceridi.
  • Ipobetalipoproteinemia. Malattia metabolica ereditaria asintomatica che non necessita di cure che si caratterizza con ridotti valori dei componenti lipidici del sangue e quindi anche trigliceridi e colesterolo.

Torna alla home di Medicina

Torna su

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti: