Trigliceridi bassi cause.

Quali sono le possibili cause dei trigliceridi bassi? Quando i valori di trigliceridi nel sangue vengono considerati bassi perchè inferiori ai valori normali? Approfondiamo.

Trigliceridi bassi cause

    Indice Articolo:

  1. Quando sono bassi?
  2. Cause
    1. Scorretta alimentazione
    2. Patologie

Quando i trigliceridi sono bassi?

Si parla di Ipotrigliceridemia ovvero di trigliceridi bassi quando i livelli nel sangue scendono al di sotto dei 40/50 mg per decilitro.

meno di 40/50 mg/dl valori bassi
40 - 150 mg/dl valori normali
150 - 200 mg/dl valori limite
200 - 500 mg/dl valori alti

Cosa sono i trigliceridi e quali sono le loro funzioni.

I trigliceridi sono particolari molecole formate dall'unione di tre lunghe catene di acidi grassi che costituiscono i componenti essenziali di tutti gli alimenti grassi di origine animale e vegetale. Nel corpo umano essi costituiscono la più importante riserva energetica per i muscoli. Nel circolo sanguigno sono trasportati, data la loro scarsa solubilità in acqua, imballati in proteine idrosolubili dette lipoproteine. Esistono due diverse lipoproteine che contengono trigliceridi: Chilomicroni e VLDL. Le prime imballano i trigliceridi introdotti con l'alimentazione e si originano nell'intestino. Le VLDL inglobano i trigliceridi sintetizzati dal fegato a partire dagli zuccheri. I trigliceridi sintetizzati dal fegato sono una piccola percentuale rispetto a quelli che derivano dai cibi.

Approfondisci le caratteristiche dei trigliceridi bassi.

Possibili cause che determinano trigliceridemia Bassa

Le cause di tale situazione possono essere svariate ma fondamentalmente riconducibili a due diverse problematiche: scorretta e/o insufficiente alimentazione, patologie.

Scorretta o insufficiente alimentazione.

Definita con più precisione "malnutrizione" è dovuta all’introduzione di meno nutrienti di quanti se ne consumano. Condizione che, contrariamente a quanto si è indotti a pensare, non interessa solo le popolazioni dei paesi del terzo mondo ma anche rappresentanti di opulenti paesi industrializzati: per scelta (diete sconsiderate/problemi di disagio psichico) o per condizione.

Una dieta che adduce carboidrati e grassi in percentuali molto inferiori ai 50 e 25 % consigliati produce drastico abbassamento della concentrazione di trigliceridi nel sangue. Condizione analoga può verificarsi in sportivi che, pur alimentandosi correttamente, si sottopongono a carichi di lavoro eccessivi, che conduce alla condizione di "superallenamento".

Patologie che provocano anomalo abbassamento dei trigliceridi:

  • Celiachia. Malattia del sistema immunitario che considera come tossica la gliadina che è un componente base del glutine che costituisce la base di tutti i cereali. Per effetto della reazione autoimmune si provocano gravi lesioni alla mucosa dell'intestino tenue responsabile dell'assorbimento del glutine. Viene così a mancare l'apporto di un fondamentale nutriente condizione che produce un abbassamento dei livelli di trigliceridi.
  • Ipertiroidismo. Una eccessiva produzione di ormoni tiroidei genera un aumento del "metabolismo basale" ossia del consumo di energia del corpo a riposo. Conseguenza di ciò è un abbassamento dei livelli di trigliceridi.
  • Patologie del fegato che ne compromettano le sue funzioni e quindi anche la sintesi di trigliceridi dagli zuccheri.
  • Abetalipoproteinemia. Malattia metabolica ereditaria che si manifesta con l'incapacità dell'organismo di assorbire i grassi ed è perciò caratterizzata da bassissimi valori di trigliceridi.
  • Ipobetalipoproteinemia. Malattia metabolica ereditaria asintomatica che non necessita di cure che si caratterizza con ridotti valori dei componenti lipidici del sangue e quindi anche trigliceridi e colesterolo.

Supervisore: Vincenzo Angerano
Indice:

La tua Opinione!

Giudica questo Articolo:

Approfondimenti:

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Medicina 360, non mostrare più questo box.